bg header
logo_print

Mezzi rigatoni con pesto di mandorle, un primo che conquista

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Mezzi rigatoni con pesto di mandorle e tonno
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 10 min
cottura
Cottura: 10 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
3.5/5 (11 Recensioni)

Mezzi rigatoni con pesto di mandorle e tonno, una suggestiva combinazione di ingredienti

I mezzi rigatoni con pesto di mandorle e tonno sono un primo piatto diverso dal solito in quanto propone un condimento audace, che si basa su una perfetta combinazione tra mandorle e tonno. Si tratta di due ingredienti all’apparenza agli antipodi, ma che possono regalare molto sul piano gastronomico. Solo uno degli ingredienti viene trasformato in salsa, ovvero le mandorle. In tal modo si ottiene la massima varietà in termini di texture, che si apprezza già al primo assaggio.

Specifico che la ricetta è a prova di intolleranza alimentari, infatti propone i mezzi rigatoni di mais e riso di Felicia, che sono realizzati con farine senza glutine. E’ un tipo di pasta ottimo anche per chi non ha problemi con il glutine. Per quanto concerne l’intolleranza al lattosio il semaforo verde, infatti la lista degli ingredienti non comprende né il latte né i suoi derivati.

Ricetta mezzi rigatoni con pesto di mandorle

Preparazione mezzi rigatoni con pesto di mandorle

  • Lessate la pasta in abbondante acqua leggermente salata.
  • Nel frattempo, versate nel mixer le mandorle, il succo e la scorza del limone, le foglie di basilico, la punta d’aglio, l’olio e un mestolino dell’acqua di cottura della pasta.
  • Azionate fino a ottenere una consistenza cremosa.Scolate la pasta al dente, condite con la crema appena preparata e unite il tonno ben scolato e tritato.
  • Mescolate bene e guarnite con qualche foglia di basilico prima di servire in tavola.

Ingredienti mezzi rigatoni con pesto di mandorle

  • 280 gr. di mezzi rigatoni mais e riso Felicia
  • 200 gr. di filetto di tonno
  • 80 gr. di mandorle
  • 1 ciuffetto di basilico
  • 2 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 1 limone bio
  • 1/2 spicchio d’aglio
  • q. b. di sale marino integrale e pepe.

Come preparare il pesto di mandorle?

L’elemento più particolare di questi mezzi rigatoni è il pesto di mandorle. Si tratta di una preparazione che prende ispirazione dal classico pesto alla genovese, ma che propone un’alchimia di sapori molto interessante. Troviamo il basilico, l’aglio e l’olio, mentre non sono presenti i pinoli, che vengono sostituiti dalle mandorle. Non troviamo nemmeno il Parmigiano Reggiano, ma la sua assenza non si avverte in quanto gli altri ingredienti bastano e avanzano per conferire al condimento una texture adeguata e un sapore intenso. A completare il tutto vi è il succo di limone, che insaporisce e bilancia allo stesso tempo.

basilico

Come preparare il pesto di mandorle? Niente di più semplice: basta frullare tra di loro tutti gli ingredienti, utilizzando un semplice mixer. Il pesto va poi distribuito sulla pasta cotta – se possibile al dente – come qualsiasi altro condimento.

Il ruolo del tonno nei mezzi rigatoni con pesto di mandorle

Un altro importante ingrediente di questi mezzi rigatoni con pesto di mandorle è il tonno. Il tonno va scottato in padella, tritato e inserito sulla pasta già condita con il pesto. In questo modo forma un condimento solido, che premia la ricetta non solo come sapore ma anche dal punto di vista della texture. A tal proposito vi consiglio di utilizzare un bel filetto di tonno fresco, in alternativa potete utilizzare anche il classico tonno sott’olio. In tal caso, ovviamente, non vi è alcuna necessità di scottarlo.

Il tonno, specie se fresco, si rivela un alleato per la salute. E’ uno dei pesci più nutrienti in quanto contiene molte proteine, fosforo (che fa bene alle facoltà mentali) e vitamina A (essenziale per le ossa). Il tonno apporta anche omega tre, dei grassi benefici che fanno bene al cuore, alla circolazione e aiutano ad abbassare il colesterolo cattivo. Infine, un etto di tonno fresco apporta solo 130 kcal, anche se tale valore può variare in base alle differenti specie.

Quali aromi usare per i mezzi rigatoni con pesto di mandorle?

Nonostante le audaci combinazioni di ingredienti, i mezzi rigatoni con pesto di mandorle e tonno possono essere considerati come un primo piatto semplice. Lo si evince anche dall’approccio in fase di aromatizzazione, che è piuttosto prudente. Di base si utilizza il basilico durante la preparazione del pesto di mandorle, in maniera del tutto simile a quanto accade con il pesto alla genovese. Il pesto viene infine aggiunto ai mezzi rigatoni quando vengono impiattati.

Il basilico aggiunge colore e freschezza alla preparazione, oltre ad interessanti proprietà nutrizionali, tipiche di questa eccezionale specie aromatica. Questa erba aromatica apporta un ottimo carico di vitamine e sali minerali, oltre al calcio e agli acidi grassi omega tre, due elementi molto rari per questo genere di alimento.

Il basilico gioca un ruolo utile anche nella medicina naturale, infatti viene considerato un buon antinfiammatorio, uno stimolante e un antispasmodico.

Il basilico è una delle piante aromatiche più amate. In primis perché appare in molte ricette della tradizione italiana, in secondo luogo perché è straordinariamente semplice da coltivare. Basta un vasetto e un balcone per farsi la propria scorta di basilico.

FAQ sui mezzi rigatoni con pesto di mandorle

Quanto devono cuocere i mezzi rigatoni?

I mezzi rigatoni sono uno dei formati di pasta più spessi in assoluto, dunque richiedono una cottura molto lunga. In media la cottura dura sui 14 minuti, tuttavia seguite sempre le indicazioni riportate in confezione.

Quante mandorle si possono mangiare al giorno?

Sarebbe bene non andare oltre le 20 mandorle al giorno. Stiamo parlando di un alimento benefico, ma anche calorico. Un etto di mandorle viaggia sulle 600 kcal, inoltre 20 mandorle equivalgono a circa 40 grammi.

Qual è il tonno più buono?

Il tonno considerato più pregiato e gustoso è il tonno rosso. A seguire vi è il tonno bianco. Infine, un buon compromesso tra qualità e prezzo è dato dal tonno pinna gialla.

Ricette con i rigatoni ne abbiamo? Certo che si!

3.5/5 (11 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Curry di makhane

Curry di makhane, dall’India un piatto speziato e...

Cosa sono i makhane? Giunti a questo vale la pena svelare cosa siano i makhane, i protagonisti di questo suggestivo curry. I makhane non sono altro che le noci del loto, che si caratterizzano per il...

Cous cous con vongole e zucchine

Cous cous con vongole e zucchine, un piatto...

Uno sguardo alle vongole Tra i protagonisti di questo cous cous spiccano le vongole, tra i molluschi più apprezzati in quanto capaci di trasmettere delle note ittiche in un contesto di generale...

carbonara vegana

Carbonara vegana, un piatto audace ma squisito

Come sostituire la salsa di uova Quando si prepara una carbonara vegana la prima sfida è la sostituzione delle uova, d’altronde sono proprio queste a rappresentare l’ingrediente principale...