La zucca in cucina: poche calorie, tanti vantaggi!

la zucca
Stampa

Zucca milleusi e mille vantaggi

La zucca in cucina: poche calorie, tanti vantaggi! In questo nostro post desideriamo parlarvi di un ortaggio light ma meravigliosamente ricco d’elementi nutritivi. Come tutti gli ortaggi di colore arancione contiene caroteni, sostanze utili al nostro organismo per sintetizzare la vitamina A e dotati di proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie.
Inoltre, questo ortaggio è particolarmente ricco di sali minerali come calcio, magnesio e fosforo, oltre che vitamina E. Non mancano, poi, amminoacidi e fibre per un alimento che in sostanza riesce ad essere un eccellente calmante, antiossidante e diuretico.

I suoi semi, che possono anche essere consumati autonomamente, sono ricchi di cucurbitina, sostanza utile alla salute della prostata e dell’apparato urogenitale femminile e maschile in generale. Sempre i semi, sono ricchi anche di proteine. Parliamo dunque di un ingrediente light che può adattarsi a tante pietanze, per ogni possibile portata dei nostri pranzi o delle nostre cene. In ogni caso un ingrediente portatore di notevoli vantaggi per il nostro benessere generale. Non sono tutti ottimi motivi per consumare un buon piatto a base di zucca?

Non solo ad Halloween!

La zucca è un ortaggio simbolo della festa anglosassone di Halloween. In occasione del 31 Ottobre, milioni di bambini ed adulti si vestono a tema, mascherati come piccoli mostri o personaggi terrificanti e girano per le strade al motto di “dolcetto o scherzetto?”. Negli ultimi anni, questa tradizione sta prendendo sempre più piede, anche nel nostro Paese, quindi comincia anche per noi, in relazione a questo ortaggio, una simbologia legata ad Halloween.

Per chi non lo sapesse ancora, proprio in occasione di questa festa, vengono svuotate e ritagliate fino a realizzare delle bellissime ed orrorifiche lanterne. Ma non lo dimentichiamo, non è solo un guscio da ritagliare, decorare e mettere in mostra. Questo ortaggio è a tutti gli effetti un alimento e come tale va rispettato e non sprecato. Come ingrediente è molto versatile e può essere utilizzata per preparare antipasti, primi, secondi, pizze e persino dolci. Pochi altri ingredienti possono ritenersi altrettanto adattabili e sempre con risultati eccellenti.

A tutta zucca: dall’antipasto al dessert

Non credete che con la zucca si possano fare anche dei buoni dolci? Allora dovete assolutamente provare la torta di zucca e mele, una riserva di betacarotene! Sfogliando le ricette del nostro blog, potrete scoprire centinaia di possibilità che hanno come ingrediente principale questo ottimo ortaggio

Potrete divertivi ad esplorare e provare, paste, vellutate, carpacci, strudel, millefoglie, primi, secondi, contorni e dessert, tutti a base di questo meraviglioso ortaggio. Un mondo di ricette, sempre speciali, genuine ed altamente nutritive!

Flan di zucca, una ricetta delicata per conquistare il palato degli ospiti più sofisticati

Un soffice timballo arancione, dal sapore delicato e gustoso… non sto descrivendo un sogno, ma il flan di zucca!

Quella del flan è una preparazione semplice, ma non sempre il risultato è assicurato: si deve, infatti, fare attenzione che il composto soffice e sodo non risulti troppo duro, né che si disfi appena sformato.Il segreto sta nel tempismo: non dove sfornare troppo presto o troppo tardi le vostre cocotte di flan di zucca.

Potete servire questo gustoso flan come un antipasto gourmet per una cena elegante, o come intermezzo tra una portata e l’altra.

È una ricetta dai sapori semplici: l’aroma della noce moscata accompagna delicatamente il retrogusto di zucca ed il parmigiano reggiano non è altro che una nota di gusto più intenso.I vostri ospiti rimarranno sorpresi dalla vostra cucina sofisticata!

flan di zucca

Con un pizzico di noce moscata, questo flan di zucca ha tutto quello che serve

Basta un pizzico di noce moscata per conferire ad una ricetta dal sapore delicato, come il nostra flan di zucca, un sentore particolare ed interessante.

La noce moscata, come tutti la conosciamo, è il seme della Myristica Fragrans, una pianta originaria dell’Indonesia.

In passato era considerata un potente afrodisiaco, tanto che si dice che alcuni la portassero sempre con sé, per essere pronti a grattugiarne un po’, di nascosto, nel vino o nel piatto del proprio innamorato o innamorata.

Sono solo dicerie, ma quel che è certo, è che la noce moscata, oltre ad essere una fonte preziosa di sali minerali, come rame, potassio, calcio, ferro, zinco e magnesio, è anche ricca di antiossidanti e vitamine A, B e C, ed acido folico.

La noce moscata, non solo ha proprietà depurative, perché aiuta ad eliminare le tossine dal nostro organismo, ma favorisce anche il rilassamento ed il buon sonno.

Ecco la ricetta del Flan di zucca

Ingredienti per 4 persone

  • ½ kg. di zucca
  • 4 uova
  • 1 cucchiaio di panna Accadi
  • 120 gr. di parmigiano reggiano stagionato 36 mesi
  • 1 noce di burro chiarificato
  • 1 pizzico di noce moscata
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

Per preparare il flan di zucca, iniziate preriscaldando il forno a 180°C.Nel frattempo, pelate la zucca, pulitela e toglietevi i semini.

Dopodiché, tagliatela a pezzi grossi, disponetela su una teglia foderata con carta da forno ed irroratela d’olio. Infornate per circa mezz’ora.

Quando la zucca sarà cotta e morbida, mettetela nel frullatore, insieme alle uova, al parmigiano grattugiato, alla noce moscata ed alla panna. Azionate fino ad ottenere una crema omogenea e liscia.Imburrate gli stampini monodose e versate il composto facendo attenzione a non superare i 2/3 dello stampo.

A questo punto, in una teglia più grande, versate due dita d’acqua ed adagiatevi le cocotte con l’impasto.Infornate il tutto a  in modalità ventilata, per 45-50 minuti circa.

Passato il tempo prestabilito, togliete i flan dagli stampi e serviteli ancora caldi, guarnendo e decorando a vostro piacere.

Buon appetito!

CONDIVIDI SU
18-10-2019
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti