Cookies di Teff: tutti i benefici di un antico cereale

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle 1 voti, media: 5,00 su 5
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4 persone
  • Tempo Totale
    40 Minuti
cookies-di-teff-1-ridotta

Oggi vi aiutiamo a capire qualcosa di più in merito presentandovi la ricetta dei cookies di Teff, una vera e propria coccola per il palato e per la salute.

 

I cookies di Teff rappresentano una scelta congeniale se si ha intenzione di alimentarsi in modo sano. Per quale motivo? Perché hanno come ingrediente base un cereale davvero speciale.

Teff: un cereale antichissimo 

Il Teff è un cereale molto antico: si hanno notizie relative alla sua coltivazione fin dagli albori delle cività africane, con particolare diffusione in Etiopia attorno al 4.000 a.C. Il Teff – esistono due varietà, bianca e rossa, che si distinguono sulla base del colore del seme – è generalmente poco conosciuto e questo è un peccato, dal momento che è caratterizzato da importanti proprietà nutritive.

Le più notevoli riguardano la presenza di un alto contenuto di carboidrati complessi e soprattutto di fibre, ottime per favorire la regolarità intestinale. Le proprietà benefiche del Teff consistono anche anche in un alto contenuto proteico e nella presenza degli otto amminoacidi essenziali – fenilalanina, isoleucina, istidina, leucina, lisina, metionina, treonina, triptofano, valina – che non vengono sintetizzati dall’organismo ma che devono essere assunti attraverso gli alimenti.

La farina ottenuta dai semi di Teff, integrale per l’impossibilità di separare le varie parti del seme, è inoltre priva di glutine e quindi adatta a chi soffre di celiachia.

Teff: qualche curiosità etnica e consigli su dove trovarlo

Il Teff, come già ricordato, è particolarmente diffuso in Africa. La sua coltivazione è poco diffusa e vede il maggior numero di aree ad essa adibite presso l’altopiano etiope. In Etiopia il Teff viene utilizzato per preparare un pane speciale che è conosciuto con il nome di enjera, la cui cottura viene portata avanti sul mafade, un disco di terracotta chiuso da un coperchio e che viene sistemato su un fornello realizzato con fango o argilla.

Dove trovare il Teff o la sua farina? In qualsiasi erboristeria o nei negozi dedicati ai prodotti per celiaci. Un consiglio utile consiste nell’evitare di acquistarla online, a meno che non si abbiano garanzie più che sicure relativamente alla qualità del prodotto.

Con il Teff non si prepara non solo l’enjera, ma anche tanti dolci succulenti, ideali per chi soffre di celiachia, o anche per i vegetariani e i vegani alla ricerca di alternative alla carne per assumere le proteine animali.

Una ricetta del Pastry Chef Massimo Bonanomi

Per la copertura vedi la ricetta qui Halloween Cupcakes: i dolcetti ideali per una festa tutta colorata

 

Ingredienti per 4 persone

Ingredienti

  • 200 gr uova intere
  • 50 gr tuorlo
  • 250 gr zucchero di canna
  • 175 gr olio di semi d'uva
  • 200 gr amido di riso
  • 150 gr farina di teff marrone
  • 150 gr farina di teff avorio
  • 2 gr bicarbonato
  • 1 bacca vaniglia

Procedimento

Preparazione

  1. Versate le uova, i tuorli e lo zucchero di canna in una bacinella capiente e iniziate a lavorarli con una frusta fino a quando lo zucchero si scioglie.

    Quindi versate a filo l’ olio, continuando a lavorare fino a quando il composto sarà lucido. A questo punto versate l’ amido, le farine, il bicarbonato e la vaniglia, amalgamando il tutto con una spatola.

    Con l’ aiuto di una sac-a-poche formate dei bottoncini su una teglia antiaderente leggermente unta con l’ olio. Infornate a 170° per 20 minuti circa.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *