Pelle allergica e reattiva: che creme utilizzare

Pelle allergica
Commenti: 0 - Stampa

Allergie, intolleranza e reattività della pelle

Oggi parliamo di pelle allergica e reattiva. Sempre più persone manifestano i sintomi di allergie e intolleranze. Questo è un problema serio, in quanto può incidere in maniera significativa sulla qualità della vita. Con le allergie e intolleranze, come forse hai sperimentato in prima persona, non si può scherzare. Le manifestazioni cutanee sono molto visibili, fastidiose, in alcuni casi persino dolorose. Giusto per citarne alcuni: eritemi, papule, rossori, il tutto accompagnato da prurito dal moderato all’intenso e da una spiacevole sensazione di rossore.

Nella maggior parte dei casi, allergie e intolleranze disegnano un quadro irreversibile. In buona sostanza, non è possibile guarire. Ecco, dunque, che l’unica soluzione praticabile ed efficace consiste nell’evitare gli allergeni. Spesso mettere in atto questa soluzione è semplice, in altri casi – come nell’intolleranza al nichel – è più complicato.

Le creme da utilizzare se sei hai una pelle allergica o intollerante

Chi ha una pelle allergica o intollerante, e ha a malincuore subito gli effetti cutanei dell’esposizione all’allergene, può essere soggetto a dinamiche di cronicizzazione. In parole povere, possono comparire effetti più o meno permanenti, sebbene non proprio visibili o solo leggermente fastidiosi. Tra questi spicca la secchezza cutanea o un aumento significativo della reattività della pelle ad agenti non allergenici ma ugualmente irritanti. Cosa fare in questi casi? Una soluzione consiste nell’applicazione delle creme notte, ovvero dei prodotti che rafforzano la cute e la proteggono.

Pelle allergica

Una delle creme migliori in assoluto è la Toleriane Ultra Notte di La Roche Posay. Non a caso, è stata pensata per pelli straordinariamente sensibili, come sono quelle delle “vittime” di intolleranze e allergie. Toleriane Ultra Notte contiene il complesso Carnosine – Vitamina E, il quale contribuisce a restituire il giusto livello di idratazione e riduce drasticamente la sensazione di disagio che chi ha la pelle sensibile sperimenta nelle prime ore del mattino. Il tutto è valorizzato dalla combinazione acqua termale – neurosensine, che sortisce un importante effetto lenitivo.

La condizione generale della pelle è vitale

Può rappresentare un po’ la sintesi di tutto ciò che si è detto finora, perché se è vero che una buona alimentazione difende la buona salute, e quest’ultima si riflette in un aspetto sano e piacevole, è ancor più vero che la prima spia palese di questa situazione è la condizione generale della cute.

Ebbene, è del tutto evidente che una alimentazione “giusta” sia qualitativamente sia quantitativamente renderà molto più probabile la conservazione di una pelle più sana, più tonica, con il giusto grado di idrata­zione (e quindi senza secchezza e con minori rugosità), con la giusta elasticità, senza smagliature (vere e pro­prie cicatrici, conseguenti a un’eccessiva tensione della pelle, quale quella dovuta all’obesità) e con il migliore colorito e la migliore apparenza possibili.

Una serie di caratteristiche che, oltre ad avere un grande valore per la salute danno un deci­sivo contributo a un aspetto più gradevole, con tutte le conseguenze positive che ciò può avere sul nostro umore e sul nostro successo nell’ambiente in cui viviamo e operiamo.

Un caso particolare: l’intolleranza e/o allergia al nichel

Quali sono i prodotti struccanti adatti alle pelle sensibili e alle persone che soffrono di intolleranze? La tradizionale distinzione tra detergente e struccante, in questo caso, non riveste molta importanza. A contare, infatti, sono due caratteristiche: la presenza di tensioattivi e il risciacquo.

In estrema sintesi, i migliori prodotti struccanti, o almeno i più adatti alle pelli sensibili ed esposte ai sintomi delle intolleranze, sono quelli senza tensioattivi e senza obbligo di risciacquo. I tensioattivi, infatti, sono sostanze che sciolgono i grassi e gli oli nell’acqua, e così facendo rimuovono anche gli strati lipidici “naturali”, che agiscono in funzione protettiva.

Il risciacquo, poi, contribuisce a rimuovere questa patina protettiva, soprattutto se seguita dallo strofinio dell’asciugamano. Non sono molti i prodotti struccanti in grado di rispettare contemporaneamente questi requisiti. Tra questi, spicca La Roche Posay Toleriane Dermo Detergente. Questo prodotto, non solo è completamente privo di tensioattivi, ma lo è anche di conservanti e parabeni. Si caratterizza quindi per un’elevata tollerabilità, come dimostrato da decine di studi dermatologici.

L’utilizzo di cosmetici e prodotti struccanti di questo tipo rappresentano certamente un motivo di serenità per molte donne. Tuttavia, specie se soffri di intolleranze, dovresti prestare la tua attenzione a tutto ciò con cui entri in contatto, e non solo alla cosmesi. Il riferimento, in particolare, è all’alimentazione.

Ciò vale soprattutto se sei intollerante al nichel. Questo metallo, infatti, è presente in moltissimi cibi. Ti consiglio di leggere queste pagine, se vuoi scoprire quali cibi evitare e quali assumere. Non ti preoccupare, con un po’ di conoscenza in più potrai goderti la buona tavola senza spiacevoli rinunce.

Toleriane Ultra Notte è un prodotto utile soprattutto per chi ha una pelle allergica e reattiva e devi imparare a gestirla visto, che più delle altre possono danneggiare la pelle in maniera permanente. Il riferimento è in particolare all’intolleranza al nichel, che è incredibilmente diffusa e allo stesso tempo molto fastidiosa. Lo è in primis perché il nichel si trova quasi ovunque, negli alimenti, nei vestiti, negli accessori, nei cosmetici. Dunque è difficile da evitare. Difficile, ma non impossibile.

Ovviamente, occorre imparare a convivere con questa intolleranza, e il primo passo è conoscere le sostanze, e in particolare i cibi, che contengono il nichel. In queste pagine trovi tutte le informazioni necessarie. Trovi anche molte ricette a base di alimenti a basso contenuto di nichel, a dimostrazione che persino in presenza di questa intolleranza è possibile mantenere un tenore di vita normale e soddisfacente.

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

rasatura della barba senza irritazioni

Allergia al nichel : rasatura della barba senza...

Rasatura della barba: come dire addio a irritazioni L’azione della rasatura della barba espone gli uomini allergici al nichel a rischi per la propria pelle da valutare e prevenire in qualsiasi...

come proteggere la pelle

Intolleranze o allergie? Ecco come proteggere la pelle

Intolleranze e allergie: un rischio per la pelle Intolleranze o allergie? Ecco come proteggere la pelle. Se soffri di intolleranze e allergie, avrai sicuramente già sperimentato gli effetti che...

bigiotteria

Allergia al nichel, attenzione ai gioielli e bigiotteria

Quando gioielli e bigiotteria possono causare allergie al nichel L’allergia al nichel può svilupparsi in seguito al contatto prolungato con oggetti contenenti nichel, come anche  gioielli e...

allergia a chiavi e monete

Allergia a chiavi e monete : il responsabile...

Allergia a chiavi e monete : perché succede?. Allergia a chiavi e monete : il responsabile è il nichel. Ultimamente si riscontra sempre di più l'insorgenza di allergia al nichel, dovuta in...

calze anallergiche

No al silicone e nylon: indossiamo calze anallergiche

Come evitare la dermatite allergica da nylon e silicone? No al silicone e nylon: indossiamo calze anallergiche. Hai comprato delle calze bellissime che non vedevi l’ora di indossare sotto quella...

Sensibilita al nichel da cibo

Sensibilità al nichel da cibo: insidiosa, come riconoscerla

Cos’è la sensibilità al nichel da cibo La sensibilità al nichel da cibo è una condizione molto diffusa e potenzialmente invalidante. Con sensibilità, in questo caso, si intende lo spettro di...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


18-08-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti