Intolleranza al cioccolato, sintomi e cura

Tra tutte le intolleranze alimentari quella al cioccolato è una delle più temute, soprattutto dai più golosi che potrebbero essere privati da un giorno all’altro dell’amata tavoletta.

Ma non è il caso di preoccuparsi, per fortuna l’intolleranza al cioccolato è molto rara. Capita, infatti, molto più spesso di essere sensibili a uno degli ingredienti che compongono il dolce che abbiamo mangiato come ad esempio noci, arachidi, soia, latte e coloranti; ingredienti altamente allergizzanti che molto spesso fanno parte di snack e dolci ricoperti al cioccolato che troviamo in commercio.

Tenete presente, però, che anche il cioccolato puro, quello che non contiene noci, potrebbe comunque contenerne delle tracce e che purtroppo questo potrebbe non essere correttamente segnalato in etichetta.

E non dimentichiamoci che il cioccolato contiene un’elevata quantità nichel, perciò è da mangiare con estrema moderazione per chi è intollerante. Il cioccolato fondente ne contiene 2,6 microgrammi per grammo mentre  il cioccolato al latte 1,2. Il cacao in polvere  ne contiene 9,8 microgrammi per grammo.

I sintomi dell’intolleranza al cioccolato

Per quanto rara, tuttavia, l’intolleranza al cioccolato esiste e per questo è necessario trattarla. È una condizione di malessere causata da una specifica molecola, la feniletilamina. I sintomi dell’intolleranza al cioccolato appaiono in modo repentino, sono tanti e diversi e in alcuni casi possono essere così gravi da richiedere un intervento medico urgente.

I sintomi più diffusi comprendono cefalea, eruzioni cutanee di vario genere come orticaria, rossore della pelle, bruciore e prurito, calo della pressione sanguigna e dunque senso di stanchezza e spossatezza. Curioso che l’intolleranza al cioccolato potrebbe causare, a chi intollerante alla sostanza, disturbi mentali.

Dopo aver ingerito cioccolato, compaiono sintomi come confusione mentale e ansietà, irrequietezza e insonnia, ma anche la sensazione di nebbia nella testa cioè l’incapacità di pensare con lucidità, tutti sintomi che indicano che il corpo sta reagendo male all’assunzione del cioccolato.

I sintomi dell’intolleranza al cioccolato sono talmente vari e generici che non è facile riconoscere la causa; del resto è un problema comune a tutte le intolleranze alimentari, anche le più diffuse. Sarà il medico a individuare le cause del malessere e a indicare una cura che, nella maggior parte dei casi, è una dieta a eliminazione e/o una dieta a rotazione.

Come si cura questa intolleranza?

Sarà quindi abolito il cioccolato dalla dieta e questo significa stare lontani, non solo dalla tavoletta, ma anche da tutto ciò che contiene cioccolato. Una volta eliminato, e quindi essere tornati a stare bene, il medico può decidere di rintrodurre il cioccolato poco per volta per far acquistare nuovamente la tolleranza all’alimento.

Se pensate di essere intolleranti al cioccolato, rivolgetevi subito al medico per una diagnosi e concordare insieme una cura. Tenete poi a mente che ogni produttore deve e ha la responsabilità di dichiarare chiaramente cos’è contenuto nei propri prodotti, per questo saper leggere le etichette è molto importante (anche se non abbiamo intolleranze alimentari di nessun tipo).

ebook gratuito nichel

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *