Tortino al cioccolato: raffinata pasticceria

Tortino al cioccolato
Commenti: 0 - Stampa

Dolce delizioso e raffinato: tortino al cioccolato

Il tortino al cioccolato senza glutine rappresenta un dolce molto raffinato e assai conosciuto nella tradizione pasticcera italiana ed estera per i celiaci che hanno problemi col glutine. Si tratta di un dolce non semplice da preparare, ma il risultato è davvero estasiante perché il suo cuore cremoso diventa una sorpresa da scoprire cucchiaino dopo cucchiaino.

Utilizzato negli eventi più particolari, questa ricetta può essere preparata anche durante le feste Pasquali per deliziare il palato vostro e quello dei vostri cari parenti o amici che sono intolleranti al glutine. Il tortino al cioccolato senza glutine è un piatto neutro che si abbina bene a un menù sia di carne sia di pesce e può includere anche frutta, panna o semplice zucchero a velo. Nella sua versione più sofisticata va adagiato su un letto di crema pasticcera o fiordilatte che arricchisce il sapore del cioccolato fondente.

Idee stuzzicanti per un palato pretenzioso

Questa ricetta, dal gusto assai raffinato, si adatta bene alla stagione invernale perché va servita calda in modo che il pan di spagna risulti essere soffice e il cuore di cioccolato abbastanza fuso. Il tortino al cioccolato senza glutine avrà un gusto più sfizioso se lo abbinate a della frutta esotica oppure a delle noci caramellate oppure ad una accattivante glassa di caramello accompagnato da una cascata di mandorle tostate siciliane.

Tortino al cioccolato

Il tortino al cioccolato senza glutine può essere servito anche con semplice zucchero a velo, ma per i più golosi la panna con fragoline è un must. Trattandosi, però di una ricetta ad alto contenuto di energia e di calorie, vi consigliamo di abbinarla a della semplice frutta di stagione (kiwi, banane, arance) in modo da non dare il colpo di grazia ad uno stomaco messo sotto tortura da un pranzo o cena pasquale già abbastanza abbondante.

Cosa volere di più dalla vita? Una versione triple del tortino al cioccolato

Per chi invece è amante del Triple chocolate, è possibile creare un tortino con base di pan di spagna al cioccolato al latte con cuore cremoso di cioccolato bianco e con una glassa di cioccolato fondente arricchito da granella di nocciole caramellate. Un miraggio? No, è il tortino al cioccolato senza glutine nella versione più deliziosa che ci sia!

E se vi state chiedendo come decorare un tortino al cioccolato senza glutine in versione tripla, la risposta è: con ciuffi di panna variegata all’amarena: sicuramente una bella bomba calorica da 10 e lode, ma una delizia per i sensi! Per chi vuole osare in cucina, è possibile usare il cioccolato al peperoncino per stimolare ancora di più i sensi. Oppure utilizzare un cioccolato aromatizzato alle spezie orientali oppure allo zenzero che doneranno al vostro menù un alone di innovazione e creatività.

Ed ecco la ricetta per il tortino al cioccolato

Ingredienti per il tortino:

  • 30 gr. farina di riso
  • 15 gr.  di fecola di patate
  • 5 gr, di cacao amaro in polvere
  • 60 gr. di zucchero di canna grezzo
  • 140 gr. di olio di semi di girasole
  • 200 gr. di  cioccolato fondente
  • q.b. di burro chiarificato
  • 3 uova medie
  • 1 pizzico di sale

per decorare

Preparazione

In una terrina mettete il cioccolato tritato grossolanamente .  Riempite un pentolino con circa tre dita d’acqua, appoggiatevi sopra la terrina col cioccolato facendo attenzione che non tocchi ne il fondo ne i bordi del pentolino,  e fatelo fondere a fuoco basso, mescolandolo fino a che non sarà completamente sciolto. A questo punto aggiungete l’olio  quando si sarà incorporato completamente lasciate  raffreddare il composto.

Separate i tuorli dagli albumi;  montateli a neve ben soda  con  le fruste di uno sbattitore elettrico; quando cominceranno a montare aggiungete prima lo zucchero che versate poco alla volta, poi sempre sbattendo e uno alla volta i  tuorli.

Quando il composto sarà bello spumoso e gonfio  versate prima il cioccolato fuso poi la fecola di patate setacciata mescolata al cacao, la farina di riso e per ultimo ili sale.

Amalgamate delicatamente tutti gli ingredienti  fino ad ottenere un composto omogeneo.

Con il burro ammorbidito a temperatura ambiente ungete   5 pirottini di carta apposita, cospargeteli con l cacao amaro in polvere, eliminando quello in eccesso  e versate il composto riempendoli fino a ¾.

Fateli cuocere in forno statico  già caldo  a 190° per circa 12 minuti. Terminata la cottura toglieteli subito dal forno, capovolgeteli  sui  piattini da portata e servili caldissimi accompagnandoli con la crema pasticcera e i frutti di bosco

5/5 (1 Recensione)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

uova ripiene light

Uova ripiene light, un antipasto per la Pasqua

Uova ripiene light, un antipasto bello da vedere e buono da gustare Le uova ripiene light sono un ottimo antipasto pasquale. Le uova sono uno degli alimenti simbolo della Pasqua, tanto che molte...

Malloreddus con carciofi e uova

Malloreddus con carciofi e uova, per una Pasqua...

Malloreddus con carciofi e uova, una ricetta che sa di Sardegna I malloreddus con carciofi e uova si inseriscono nel solco della migliore tradizione locale. Sono, infatti, un piatto che parla della...

Cream tart di Pasqua

Cream tart di Pasqua, una versione agrumata

Cream tart di Pasqua, una pasta frolla speciale La cream tart è un classico della cucina francese. Uno dei suoi punti di forza è la versatilità, infatti esistono molte varianti, che giocano sia...

Semifreddo al caffe

Semifreddo al caffè, un dolce ideale per Pasqua

Semifreddo al caffè e anice, un dolce perfetto Il semifreddo al caffè e anice è un dolce elegante, da preparare per le grandi occasioni. Il semifreddo al caffè è un dessert o un dolce al...

Tasca di vitello ripiena

Tasca di vitello ripiena, un buon secondo per...

Tasca di vitello ripiena, secondo corposo ma moderatamente leggero La tasca di vitello ripiena è un secondo ideale per le grandi occasioni. Io consiglio di prepararlo a Pasqua, al posto del...

Uova di Pasqua decorate

Uova di Pasqua decorate, come farle in casa

Uova di Pasqua decorate, fatte in casa sono ancora più buone Chi l’ha detto che le uova di Pasqua decorate vadano necessariamente comprate? In realtà, è possibile farle in casa, con i normali...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


28-03-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti