bg header
logo_print

Frittata con radicchio e cavolfiore, una ricetta sfiziosa

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Frittata di radicchio con cavolfiore e curcuma
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 15 min
cottura
Cottura: 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
4/5 (2 Recensioni)

Frittata con radicchio, un piatto facile da fare e alquanto genuino

È comoda da preparare, la puoi gustare a casa o in ufficio e ti aiuta a tenere sotto controllo il peso. Mi riferisco alla Frittata di radicchio con cavolfiore e curcuma, un piatto unico bilanciato, sano e genuino, ricco di verdure e fonte di tante proprietà benefiche per la nostra salute e il nostro benessere. In più, e non è poco, è perfetto per chi segue un regime alimentare vegetariano e per chi soffre di intolleranze al glutine e al lattosio. Se desiderate scoprire come si prepara la frittata di radicchio con cavolfiore e curcuma, continuate a leggere.

Il cavolfiore viene oggi largamente coltivato in Italia, specialmente nelle regioni centrali. È un tipo di cavolo selezionato piuttosto che per le foglie per i fiori, che diventano carnosi e sono commestibili. Il cavolfiore può venire surgelato con ottimi risultati; perciò è possibile raccogliere e conservare anche le infiorescenze che non vengono utilizzate immediatamente prima che vadano a seme.   Si trova tutto l’anno; l’apice della produzione va da novembre a febbraio. Scegliete cavolfiori bianchi, non anneriti in superficie e con il fiore ben serrato. Un segno di freschezza è dato dalla presenza di qualche foglia verde. Conservatelo avvolto in un sacchetto di plastica nel cassetto delle verdure del frigorifero. Lavatelo accuratamente prima dell’uso.

Il cavolfiore è ricco in vitamina C e di potassio; contiene inoltre discrete quantità di calcio e fosforo.

Ricetta Frittata di radicchio con cavolfiore e curcuma

Preparazione frittata con radicchio

  • Per preparare la frittata di radicchio con cavolfiore e curcuma per prima cosa mondate i porri e tagliateli a rondelle, quindi metteteli in una padella antiaderente con l’olio extra vergine d’oliva caldo e con il radicchio lavato e tritato finemente.
  • Lasciateli appassire a fuoco dolce mescolando, poi, aggiungete le cimette di cavolfiore e le carote mondate e tagliate alla julienne con l’apposita grattugia.
  • Cuocete per 5 minuti, regolando di sale.
  • Intanto, in una ciotola sbattete le uova con un pizzico di sale, le foglie di salvia tritate, la curcuma e l’origano.
  • Poi versate nella ciotola le verdure saltate in padella, mescolate e mettete il composto in una teglia oliata e cuocete in forno a 180°C per circa 8/10 minuti. Buon appetito!

Ingredienti frittata con radicchio

  • 8 uova bio
  • 1 cespo di radicchio rosso di Treviso
  • 200 gr. di cimette molto piccole di cavolfiore
  • 2 porri
  • 2 carote
  • 3-4 foglie di salvia
  • 1 cucchiaio di curcuma
  • 1 cucchiaio di origano
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale

Il radicchio, un amico depurativo del nostro benessere

Il radicchio, varietà di cicoria della famiglia delle Composite dal caratteristico sapore amarognolo, può essere consumato sia cotto sia crudo e ne esistono diverse varietà. Il più conosciuto è indubbiamente il radicchio rosso di Treviso. Dalla forma allungata, colore rosso brillante e striature bianche è uno dei grandi protagonisti della ricetta di oggi, ossia la frittata di radicchio con cavolfiore e curcuma.

Conosciamo brevemente altre due varietà, come quella del Variegato di Castelfranco IGP dove, invece, cambia la forma che è più arrotondata, il colore è bianco crema, e le foglie variegate di viola-rosso. Per quanto riguarda il radicchio di Chioggia IGP: la forma è globosa, il colore è di un rosso intenso e il sapore è più dolce rispetto agli altri.

Ottimo per la nostra salute, il radicchio non solo contiene tante vitamine, tra cui potassio, fosforo, magnesio e calcio, ma possiede inoltre un’azione depurativa, data dalla sua elevata percentuale di acqua. Infine, questo alimento è un valido alleato contro stitichezza e problemi digestivi.

La curcuma, il toccasana da utilizzare in cucina

Se cercate fibre, proteine e carboidrati in unico alimento, avete trovato l’ingrediente giusto. Non solo, anche per quanto riguarda l’apporto di minerali, la curcuma offre importanti quantità di calcio, potassio, fosforo, magnesio e ferro; per non parlare delle vitamine: qui sono presenti quelle B1, B2, B3, B6, C, E, K e pure J. Questa spezia dalle proprietà disintossicanti, depurative, antitumorali, antiossidanti, antinfiammatorie, cicatrizzanti e anti-età, è davvero un toccasana, ad esempio in caso di artrite e di dolori alle articolazioni. Infine, apporta benefici alla pelle e, più in generale, al sistema nervoso.

Dal sapore distintivo, ma comunque non troppo invasivo, la curcuma è un ingrediente versatile soprattutto in cucina. Oggi, vi propongo la frittata di radicchio con cavolfiore e curcuma, un piatto che risveglierà tutti i vostri sensi, rallegrando l’umore e sorridendo alla vostra salute!

Salvia e origano, una buona combinazione per la frittata con radicchio

La lista degli ingredienti di questa frittata con radicchio include anche la salvia e l’origano. Questi ingredienti, insieme alla curcuma, aromatizzano le uova sbattute che fungono da base per la frittata. Perché proprio la salvia e l’origano? Semplice, perché creano un bel mix e si completano a vicenda. Sono infatti entrambi amarognoli, sebbene la salvia fornisce un sentore più silvestre dell’origano. Inoltre, puntellano la frittata di un bel verde, che contribuisce a rendere il piatto buono e bello da vedere.

La salvia e l’origano sono due erbe aromatiche classiche, dunque recano con sé un buon carico di vitamine e sali minerali. Sono anche ricche di antiossidanti, sostanze che rallentano l’invecchiamento, inibiscono i radicali liberi e riducono le probabilità di contrarre il cancro. Infine, sono ipocaloriche (almeno nella forma fresca).

Ovviamente non siete vincolati all’uso di queste erbe aromatiche, infatti le alternative non mancano e comprendono il timo (che aggiunge un sapore più agrumato), il rosmarino (che spicca per l’intensità) e la maggiorana, che assomiglia all’origano ma è molto più delicata.

Gli alimenti a supporto della frittata al radicchio

La frittata di radicchio, curcuma e cavolfiore vanta il contributo di altri ingredienti, come i porri e le carote. I porri fungono da soffritto, mentre le carote vengono aggiunte in un secondo momento insieme al cavolfiore (e dopo il radicchio). La presenza di questi due ingredienti, al posto dei più comuni aglio e cipolla, rende la frittata più delicata e alquanto aromatica.

Non bisogna dimenticare, poi, che stiamo parlando di due verdure salutari. I porri sono ricchi di vitamina C, che fanno bene al sistema immunitario e aiutano ad assorbire meglio il ferro. Le carote, invece, sono ricche di vitamina A e di betacarotene. Per inciso, la vitamina A fa bene alla pelle e alla vista, mentre il betacarotene esercita una discreta azione antiossidante. Infine, sono entrambi poco calorici in quanto non raggiungono le 50 kcal per 100 grammi.

Frittata al radicchio, perché al forno è meglio

La frittata con radicchio si chiama così perché viene fritta, tuttavia può essere anche cotta al forno (il metodo più consigliato). Se temete di ritrovarvi con una frittata molto secca, vi basterà aggiungere un po’ di olio extravergine al composto. Se invece temete di ottenere una frittata “informe”, proprio perché cotta in una teglia e non in una padella, vi basterà utilizzare una leccarda piccola di forma rotonda.

La cottura in forno spicca per la sua leggerezza. Infatti, per quanto si possa ridurre la quantità di olio nella frittura, la frittata si rivelerà sempre più calorica e unta rispetto alla frittata fatta al forno.

La cottura al forno è inoltre più semplice in quanto non richiede la fase di “capovolgimento”, che richiede un minimo di manualità e pone in essere il rischio di far cadere la frittata sul piano cottura.

FAQ sulla frittata con radicchio

Che sapore ha il radicchio rosso?

Il radicchio rosso ha un sapore amarognolo e aromatico. Proprio il sentore amaro è ciò che contraddistingue questa varietà, anche se ad alcuni potrebbe non piacere. In questo caso è sufficiente immergere la verdura per una mezz’oretta in acqua tiepida per ammorbidire il sapore.

Qual è il radicchio migliore?

Il radicchio migliore è quello Rosso di Treviso DOP. Si caratterizza per un sapore ancora più aromatico e per la texture croccante. Si fregia anche di un bella tonalità di amaranto, che fa mostra di sé sia con il radicchio crudo che cotto.

Quante uova servono per fare una frittata per 4 persone?

Per una frittata per 4 persone andrebbero utilizzate 8 uova. Ovviamente potete diminuire o aumentare il numero di uova a seconda delle esigenze. Tuttavia, regolatevi anche in base alla grandezza della padella e alle vostre abilità nel girare la frittata.

Ricette con cavolfiore ne abbiamo? Certo che si!

4/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Frittata con funghi trifolati

Frittata con funghi trifolati: una frittata gustosa e...

Come trifolare i funghi? E’ molto semplice trifolare i funghi, basta tagliarli a pezzi piccoli e regolari (a cubetti o a fettine) e cuocerli in padella insieme all’olio, all’aglio e al...

Frittatina di ceci con uova di quaglia

Frittatina di ceci con uova di quaglia, una...

Le peculiarità delle uova di quaglia Tra i protagonisti di questa frittatina di ceci spiccano le uova di quaglia. Sono delle uova particolari, che spiccano per l'aspetto leggermente diverso da...

Whitebait omelette

Whitebait omelette, la frittatona della cucina neozelandese

Cosa utilizzare al posto del whitebait Come ho già accennato, con il termine whitebait omelette si intende il novellame di pesce (pesci ancora immaturi e molto piccoli). Nella pratica si dovrebbe...