Girelle di sogliola alla curcuma su crema di piselli

Girelle di sogliola alla curcuma
Commenti: 0 - Stampa

Un piatto leggero e gustoso: girelle di sogliola alla curcuma su crema di piselli

Le girelle di sogliola alla curcuma su crema di piselli costituisce un piatto unico molto leggero e ricco di fibre da consumare a pranzo o a cena, da soli o con amici. I suoi ingredienti sono molto energetici, ma non appesantiscono il metabolismo. Anzi sono depurativi, pertanto potete preparare questo piatto per la cena di Pasqua dopo l’abbuffata del pranzo.

Anche se vi può sembrare un piatto tipicamente invernale, sappiate che prepararlo in estate non può che farvi bene perché è ricco di vitamine e minerali che servono ad integrare i liquidi persi per via del caldo. Le girelle di sogliola alla curcuma su crema di piselli è quindi un piatto completo e salutare, specie per chi segue un regime alimentare ipocalorico.

Curcuma e piselli: gli alleati contro le malattie

Gli ingredienti di questa ricetta sono tutti ingredienti naturali che fanno bene al metabolismo, soprattutto la curcuma e i piselli che sono noti come antiossidanti naturali. I loro principi attivi permettono di prevenire le infiammazioni. Hanno, inoltre,  proprietà antitumorali, perché riescono a bloccare l’enzima responsabile dello sviluppo di diversi tipi di cancro. Le girelle di sogliola alla curcuma su crema di piselli rappresentano quindi un piatto ricco di antiossidanti che contrastano i radicali liberi e quindi rallentano i processi di invecchiamento delle cellule del nostro organismo.

Girelle di sogliola alla curcuma su crema di piselli

Le girelle di sogliola alla curcuma su crema di piselli è una ricetta che si abbina anche con delle spezie molto piccanti oppure anche con della maionese profumata di timo. Questo piatto leggero, gustoso e dalle proprietà benefiche può essere arricchito con ulteriori ortaggi come ad esempio le carote oppure le patate. Oppure potete aggiungere anche delle Cipolle gratinate al forno.

Le girelle di sogliola alla curcuma su crema di piselli tra vini e crostini

Durante le festività Pasquali è importante anche imbandire la tavola con dei vini di alta qualità che ben si sposano con le pietanze preparate in modo da fare una bella figura con i vostri ospiti. Le girelle di sogliola alla curcuma su crema di piselli è un piatto che si sposa con vini bianchi e rosati, come ad esempio un Moscato o ancora uno Chardonnay. Ciò che conta è che non sia un vino eccessivamente dolce perché deve risaltare il sapore dei piselli e quello del pesce.

Le girelle di sogliola alla curcuma su crema di piselli si abbinano anche a dei crostini preferibilmente caldi in modo da permettere di gustare maggiormente la crema di piselli. Sui crostini potete spalmare un velo di burro oppure una crema leggera di aglio. Ovviamente, dopo questo piatto è consigliabile rinfrescarvi il palato con un bel sorbetto al limone oppure all’arancia! Buon appetito!
Ingredienti:

Ed ecco la ricette delle Girelle di sogliola alla curcuma su crema di piselli

Ingredienti per 4 persone

  • 4 filetti di  sogliola
  • 1 kg di pisellini freschi
  • 2 cucchiaini di curcuma
  • 2 cucchiai olio extravergine d’oliva
  • q.b. di germogli a piacere
  • q.b. di sale e pepe

Preparazione:

In una pentola con acqua bollente salata fate cuocere  i piselli per circa 10 minuti, poi scolateli ( tenete da parte qualche cucchiaio della loro acqua di cottura )  e metteteli nel mixer.  Aggiungete un filo d’olio, qualche cucchiaio della loro acqua di cottura e frullateli  fino ad ottenere una crema densa. Regolate di sale poi passate  la crema con un colino a maglie fini e rimettetela  sul fuoco per raggiungere la densità desiderata.

In un contenitore mettete la curcuma, l’olio, un pizzico di sale e scioglietela bene.

Mettete i filetti di sogliola in una terrina,  conditeli con la miscela preparata e lasciateli insaporire per una decina di minuti,  poi arrotolateli su se stessi e formate delle girelle.

Mettete le girelle in una pirofila leggermente unta d’olio e cuocetele in forno già caldo a 170 °per una decina di minuti.

Sul fondo dei piatti versate  la crema di piselli , adagiate le girelle e decorate con qualche fogliolina di germogli a piacere

5/5 (379 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

uova ripiene light

Uova ripiene light, un antipasto per la Pasqua

Uova ripiene light, un antipasto bello da vedere e buono da gustare Le uova ripiene light sono un ottimo antipasto pasquale. Le uova sono uno degli alimenti simbolo della Pasqua, tanto che molte...

Malloreddus con carciofi e uova

Malloreddus con carciofi e uova, per una Pasqua...

Malloreddus con carciofi e uova, una ricetta che sa di Sardegna I malloreddus con carciofi e uova si inseriscono nel solco della migliore tradizione locale. Sono, infatti, un piatto che parla della...

Cream tart di Pasqua

Cream tart di Pasqua, una versione agrumata

Cream tart di Pasqua, una pasta frolla speciale La cream tart è un classico della cucina francese. Uno dei suoi punti di forza è la versatilità, infatti esistono molte varianti, che giocano sia...

Semifreddo al caffe

Semifreddo al caffè, un dolce ideale per Pasqua

Semifreddo al caffè e anice, un dolce perfetto Il semifreddo al caffè e anice è un dolce elegante, da preparare per le grandi occasioni. Il semifreddo al caffè è un dessert o un dolce al...

Tasca di vitello ripiena

Tasca di vitello ripiena, un buon secondo per...

Tasca di vitello ripiena, secondo corposo ma moderatamente leggero La tasca di vitello ripiena è un secondo ideale per le grandi occasioni. Io consiglio di prepararlo a Pasqua, al posto del...

Uova di Pasqua decorate

Uova di Pasqua decorate, come farle in casa

Uova di Pasqua decorate, fatte in casa sono ancora più buone Chi l’ha detto che le uova di Pasqua decorate vadano necessariamente comprate? In realtà, è possibile farle in casa, con i normali...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


21-03-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti