bg header

Dip di barbabietole e zucca, una salsa succulenta da gustare

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

dip barbabietole, zucca e panna

Una piccola delizia semplicissima da preparare

Oggi prepariamo una salsa dal sapore molto particolare: Dip barbabietole, zucca e panna. Preparare le salse può rivelarsi molto divertente! Perfette per chi ama dare spazio spazio alla propria creatività in cucina, possono venire incontro alle esigenze di chi soffre d’intolleranza al lattosio.

Non ci credete? Forse è il caso che mi seguiate in questa ricetta. Oggi voglio parlarvi del dip barbabietole, zucca e panna Granarolo Accadì, una delizia da leccarsi i baffi!

Cos’è il dip?

Probabilmente senti per la prima volta parlare di dip. Ecco perché sono qui per ricordarti che, quando si utilizza questo termine inglese, si chiama in causa una parola traducibile più o meno come intingolo.

Molto diffuse in ambito anglosassone e caratterizzate da una base di mascarpone e uova nelle ricette più classiche, le dips sono ideali per intingere le crudités, ossia le verdure crude utilizzate per il pinzimonio.

Fantastico, vero? Si tratta di soluzioni che vengono incontro alle esigenze di chi ha bisogno di conciliare risparmio di tempo e presentazione in tavola di qualcosa di davvero buono! Sono ottime per aperitivi e cene in piede e oggi voglio parlarvi di una che si contraddistingue per il gusto particolare e per le proprietà benefiche dei suoi ingredienti.

Seguitemi alla scoperta delle peculiarità del dip barbabietole, zucca e panna Accadì.

Dip barbabietole, zucca e panna: una succulenta salsa

Vediamo ora velocemente le proprietà delle barbabietole, ingrediente fondamentale di questo dip.  Le barbabietole si contraddistinguono per l’efficacia antitumorale. Le barbabietole rosse in particolare sono famose per il loro effetto antiossidante.

Rimineralizzanti e depurative, grazie alla vitamina C apportano benefici al sistema cardiocircolatorio. Anche la zucca è caratterizzata da un alto contenuto di vitamina C!

La barbabietola rossa è ottima anche a crudo, in carpaccio, purché sia tagliata in maniera molto sottile e condita con prezzemolo tritato, olio, limone o aceto.

La barbabietola rossa è anche utile per preparare centrifugati, magari in abbinamento con altri ingredienti ed in aggiunta a zucchero, acqua, latte o succo d’arancia. Frullando la rapa rossa si può ottenere un delizioso condimento da pasta o risotto, oppure una base per eccellenti vellutate, creme, hummus o salse d’accompagnamento. Il colore particolarmente intenso delle barbabietole rosse le rende utili anche come colorante naturale, utilizzabile per la panna montana o per pani, gnocchi, paste e tagliatelle. Oltre che nelle tradizionali insalate, uno degli usi tipici vede la barbabietola protagonista di deliziose insalate russe o shuba. La cottura al microonde accorcia sicuramente i tempi. In questo caso la rapa va posta in un recipiente e cotta a 700 watt per circa 20 minuti. Un’altra opzione da considerare per la barbabietola è l’essiccazione che consente la produzione di deliziose chips o comodissime polveri.

Questi due straordinari ingredienti, uniti alla panna Granarolo Accadì, danno vita a una salsa super succulenta.

La panna in questione è perfetta per gli intolleranti al lattosio. Decisamente più digeribile, è contraddistinta dalla scissione del lattosio nei suoi zuccheri costituenti, ossia glucosio e galattosio.

Non c’è che dire: la cucina per intolleranti al lattosio è tutto tranne che poco succulenta!

A questo punto non vi resta che provare a prepararla! Ci vuole pochissimo e il successo con gli ospiti è garantito. Provare per credere!

Ed ecco la ricetta della Dip barbabietole, zucca e panna

Ingredienti per 4 persone:

  • 5 barbabietole
  • 100 gr. di zucca
  • 1 cucchiaio cumino
  • ½ cucchiaio curcuma
  • 80 gr. di  panna Granarolo Accadi
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 50 gr. di  noci pecan
  • 2 gr. di pepe nero
  • 4 gr.di  sale

Preparazione

Lavate ed asciugate le barbabietole. Avvolgetele una ad una nella carta stagnola e fatele cuocere nel forno già caldo a 190°C per circa 50/60 minuti. o fino a farle diventare tenere. Estraete dal forno e fatele raffreddare.

Eliminate la buccia della zucca e tagliatela a tocchetti. Distribuite i tocchetti su una teglia ricoperta di carta forno. Fate cuocere la zucca per circa 30/40 minuti nel forno già caldo a 190°C. Estraete dal forno e fate raffreddare.

Mettete nella bacinella del mixer la zucca, la barbabietola sbucciata e tagliata a pezzetti. Aggiungete la panna Granarolo Accadi, il cumino, la curcuma, il sale ed il pepe, l’olio  e le noci pecan,  tenendole da parte 2/3 che dovete utilizzare per la decorazione del piatto.

Azionate il mixer fino ad ottenere una crema densa.Servite il dip in una bacinella decorandolo con le noci pecans sbriciolate.

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 60 minuti

5/5 (403 Recensioni)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Chutney al tamarindo

Chutney al tamarindo, la salsa agrodolce per carne...

Scopriamo insieme le proprietà del tamarindo Vale la pena approfondire il tamarindo, protagonista indiscusso di questo chutney. E’ un frutto diverso dagli altri, sia per l’aspetto che per il...

salsa al rafano

Salsa al rafano, l’intingolo scandinavo per le carni...

Le proprietà del rafano Vale la pena parlare del rafano, che è il vero protagonista di questa salsa. E’ una radice molto versatile che, se opportunamente grattugiata, può fungere da spezia o da...

Aceto al corbezzolo

Aceto al corbezzolo, ottimo per verdure e contorni

Come scegliere il corbezzolo Al fine di preparare un buon aceto al corbezzolo è opportuno scegliere con cura il frutto. Per questo tipo di aceto andrebbero impiegati i corbezzoli poco maturi,...

logo_print