Carote glassate in salsa verde, un ottimo contorno

Carote glassate in salsa verde
Commenti: 0 - Stampa

Carote glassate in salsa verde, un ottimo contorno. A volte basta davvero poco per fare qualcosa di buono da portare in tavola. Basta ricordarsi di quei doni che la natura ci fa ogni giorno, come per esempio le carote. Perfette da proporre a chi soffre d’intolleranza al lattosio o a chi ha intrapreso da poco tempo una dieta vegana o vegetariana, le carote fanno sempre la loro ottima figura. Oggi vi propongo una variante davvero gustosa, ossia le carote glassate in salsa verde.

Mangiar carote con il sorriso

Le carote glassate in salsa verde non sono ottime solo per chi soffre d’intolleranza al lattosio, ma rappresentano anche un’ottima alternativa per far mangiare ai bambini questa verdura importantissima.

No, non è facile educare dal punto di vista alimentare i più piccoli e ci sono molti genitori che si perdono d’animo! Mai disperare, perché esistono alternative come quella che vi propongo oggi, che vi permetteranno di fare in modo che i vostri figli – ma anche i nipoti – mangino le carote con il sorriso sulle labbra, grazie a qualche tocco di dolcezza in più! Posso dirvi per esperienza personale che funziona davvero e che questa ricetta vi faciliterà non poco la vita!

I principali benefici delle carote

Vogliamo ripassare assieme i principali benefici delle carote? Cominciamo con il ricordare la presenza di beta-carotene, che viene trasformato in vitamina A e, successivamente nella retina, in rodopsina, un pigmento che migliora notevolmente la visione durante le ore notturne.

Le carote sono tra gli ortaggi più consumati in assoluto, alimenti spesso presenti nelle dispense degli italiani. Sono conosciute fin dall’antichità, e in Italia da almeno un paio di millenni. Va detto che la carota tipica, ovvero quella arancione, è una “invenzione” più o meno recente. E’ frutto infatti di un processo di selezione indotto, iniziato nei Paesi Bassi intorno al XVI secolo, che l’ha portata non solo ad acquisire il caratteristico colore arancione, ma anche a maturare alcune caratteristiche nutrizionali importanti. In questo paragrafo parlerò delle carote considerate “normali”, ovvero quelle arancioni, mentre nel prossimo tratterò le altre varianti, che sono meno diffuse ma comunque degne di menzione.

Le carote arancioni sono ortaggi preziosi. A prescindere dal gusto, che può piacere o non piacere (ma in genere piace) presentano caratteristiche nutrizionali notevoli. Il riferimento è in particolare all’apporto di vitamine, che è straordinario. Le carote contengono grandi quantità di vitamina C (che rafforza il sistema immunitario), B, E e soprattutto vitamina A. Proprio la presenza abbondantissima della vitamina A ha alimentato la diceria, vera in parte, secondo cui le carote fanno bene alla vista. Questo ortaggio è anche ricchissimo di sali minerali, e in particolare di potassio, fosforo, calcio, magnesio, selenio, ferro, zinco e rame.

Carote glassate in salsa verde

Sapevate che le carote possono aiutare ad allungare la vita? Diversi studi statunitensi hanno portato in evidenza come alti livelli di alfa carotene nel sangue siano inversamente proporzionali al rischio di morte.

Sono numerose anche le ricerche che mostrano come gli ortaggi a foglia verde e di colore arancione costituiscano una valida alternativa per combattere l’obesità infantile (un motivo in più per proporre la ricetta delle carote glassate con salsa verde ai più piccoli).

Perfette sia crude sia cotte, le carote sono un vero regalo per il nostro organismo. Personalmente non mi stanco mai di inserirle come ingrediente nei piatti che propongo ai miei ospiti. Quale verdura è caratterizzata da così tante proprietà benefiche? Poi bastano pochi minuti per reinventarle e, come ho già specificato, renderle perfette anche per i palati più esigenti.

Adesso che abbiamo rivisto assieme i principali motivi per cui è utile mangiare carote non rimane che cimentarsi con la ricetta! Vi assicuro che è semplicissima e che il risultato finale – reso ancora più speciale dalla senape – stupirà anche voi!

Ed ecco la ricetta delle Carote glassate in salsa verde

Ingredienti per 4 persone

  • 500 gr. carote viola e arancioni
  • 30 gr. burro chiarificato
  • q.b. olio extravergine di oliva
  • 25 gr. prezzemolo
  • 1 cucchiaio senape
  • 3 filetti acciughe del Cantabrico
  • q.b. sale
  • q.b. limone

Preparazione

Sciacquate, asciugate, spuntate e pelate le carote. Tagliarle in listini in modo da dargli una grandezza uniforme. In una padella antiaderente fate sciogliere due noci di burro, buttarvi le carote tagliate e unirvi 2/3 mestoli di acqua.

Coprite con un coperchio e lasciate evaporare. Una volta evaporata l’acqua controllate la cottura delle carote. In caso siano ancora un po’ crude, aggiungete altra acqua. Al termine lasciare che il burro il fondo “glassi” le carote dandogli un aspetto lucido.

Nel frattempo che l’acqua evapora, preparate la salsa. In un frullatore unite 3 filetti di acciughe, 10 gr di senape, 100 gr di olio, un cucchiaio di succo di limone, 25 gr di prezzemolo e 50 gr di carote. Frullate e servite insieme alle carote.

5/5 (356 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Patate rosse con pancetta

Patate rosse con pancetta, un piatto equilibrato

Patate rosse con pancetta, uno splendido abbinamento Le patate rosse con pancetta sono il classico contorno ricco di sapore e nutrimento. Ovviamente, non stiamo parlando di un piatto dietetico,...

Melanzane a funghetto

Melanzane a funghetto, un contorno anti intolleranze

Melanzane a funghetto, semplicità e versatilità per un contorno speciale Oggi vi presento le melanzane a funghetto, un delizioso contorno tipico campano facile da preparare e salutare, realizzato...

Scalogno sotto olio

Scalogno sotto olio, uno splendido contorno

Scalogno sotto olio, una preparazione versatile Lo scalogno sotto olio è un’ottima idea per un contorno sfizioso, leggero e aromatico. Può essere impiegato come ingrediente da antipasto e si...

Verdure miste arrostite

Verdure miste agli agrumi, un pieno di oligoelementi

Verdure miste agli agrumi, un’idea semplice, gustosa e salutare Le verdure miste agli agrumi con aceto di mele e agrumi sono un piatto molto colorato, gustoso e facile da preparare. E’ concepito...

Insalata di zucchine crude

Insalata di zucchine crude, un’idea singolare e squisita

Insalata di zucchine crude, un contorno sfizioso La ricetta dell’insalata di zucchine crude è una ricetta sui generis, anche perché è realizzata con le zucchine “al naturale”, non...

Caprese con melanzane e zucchine

Caprese con melanzane e zucchine, un contorno gourmet

Caprese con melanzane e zucchine, una variante gustosa La caprese con melanzane e zucchine è una variante sfiziosa della classica caprese, che è un piatto tra i più conosciuti ed apprezzati. E’...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


21-02-2016
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti