Deliziosi gnocchetti al pesto rosso con carote ed olive

gnocchetti al pesto rosso con carote ed olive
Commenti: 0 - Stampa

Un gustosissimo pesto di pomodori rossi

Uno dei punti forti della ricetta dei gnocchetti con carote al pesto che vi presentiamo oggi è sicuramente questo saporitissimo sugo fatto di pomodori rossi secchi. Le cose semplici sono le migliori e ve ne renderete presto conto assaggiando questo pesto. Mandorle e pomodori secchi sprigionano tutto il loro sapore, ricco e peculiare, con questi gnocchetti con carote al pesto rosso ed olive nere.

Il dolce gusto delle carote e la sapidità delle olive nere donano equilibrio al piatto assaggio, dopo assaggio. In più, come sempre, scegliamo degli ingredienti che facciano bene alla salute. Le carote, per esempio, con il ricco apporto di beta-carotene, hanno un potere anti-ossidante ed anti-tumorale, sono inoltre essenziali per la salute di pelle, occhi e cuore.

Le carote sono tra gli ortaggi più consumati in assoluto, alimenti spesso presenti nelle dispense degli italiani. Sono conosciute fin dall’antichità, e in Italia da almeno un paio di millenni. Va detto che la carota tipica, ovvero quella arancione, è una “invenzione” più o meno recente. E’ frutto infatti di un processo di selezione indotto, iniziato nei Paesi Bassi intorno al XVI secolo, che l’ha portata non solo ad acquisire il caratteristico colore arancione, ma anche a maturare alcune caratteristiche nutrizionali importanti. In questo paragrafo parlerò delle carote considerate “normali”, ovvero quelle arancioni, mentre nel prossimo tratterò le altre varianti, che sono meno diffuse ma comunque degne di menzione.

Le carote arancioni sono ortaggi preziosi. A prescindere dal gusto, che può piacere o non piacere (ma in genere piace) presentano caratteristiche nutrizionali notevoli. Il riferimento è in particolare all’apporto di vitamine, che è straordinario. Le carote contengono grandi quantità di vitamina C (che rafforza il sistema immunitario), B, E e soprattutto vitamina A. Proprio la presenza abbondantissima della vitamina A ha alimentato la diceria, vera in parte, secondo cui le carote fanno bene alla vista. Questo ortaggio è anche ricchissimo di sali minerali, e in particolare di potassio, fosforo, calcio, magnesio, selenio, ferro, zinco e rame.

Un’altra caratteristica fondamentale delle carote è la presenza del beta-carotene, una sostanza davvero interessante. Il beta-carotene è un precursore della vitamina A a carattere antiossidante, capace di stimolare la crescita cellulare. Insieme alla luteina e alla zeaxantina esercita una funzione di equilibrio dei meccanismi intestinali, produce un’azione depurativa, contribuisce ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo, protegge la vista e si rivela utile per prevenire le malattie acute dell’apparato digerente (ad esempio le coliti).

Pronti per pranzo con gli gnocchetti integrali

Scegliere una pasta integrale vuol dire fare una scelta per la propria salute e, perché no, anche per il peso forma ideale. Con la pasta integrale, l’assorbimento dei carboidrati da parte del nostro organismo è più lento, fatto che riduce l’assorbimento dei grassi. La pasta integrale, inoltre, non subisce i laboriosi processi di raffinazione tipici della pasta fatta con farina bianca e dunque risulta più “pura” e libera da elementi chimici. Crusca, endosperma e germe del grano vengono conservati nella pasta integrale, a tutto vantaggio della salubrità del prodotto.

La pasta integrale, infatti, è più ricca di fibre, vitamine e sali minerali. Questo tipo di pasta è inoltre essenziale in caso di diabete in quanto il lento assorbimento evita i picchi glicemici. In particolare per le donne, evitare picchi d’insulina può voler dire evitare l’accumulo di grassi che sono il preludio di malattie cardiovascolari e patologie ai danni delle mammelle. Infine, il consumo regolare di pasta integrale può favorire la regolarità intestinale e l’eliminazione delle scorie.

gnocchetti al pesto rosso con carote ed olive

Gnocchetti con carote da schiscetta

Gli gnocchetti con carote, al pesto rosso ed olive nere sono un gustosissimo primo, comodo e saporito anche da mangiare on the road. Se avete necessità di consumare un pasto in ufficio, questa ricetta può essere una buona opzione da schiscetta. Come primo, infatti, questi gnocchetti potranno essere apprezzati sia caldi, appena spadellati, che freddi, dopo qualche ora dalla preparazione.

Potrete preparare questa pasta la sera prima ed il giorno dopo i sapori, assorbiti dalla pasta, renderanno il piatto ancor più gustoso. Con una pietanza così semplice e gustosa, risolverete agevolmente il problema del pranzo ed avrete la certezza di servire qualcosa di sano e nutriente, come la migliore tradizione mediterranea.

Ed ecco la ricetta degli gnocchetti con carote, al pesto rosso ed olive nere:

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 gr. di gnocchetti Gerardo Di Nola
  • 3 carote
  • 5 pomodori secchi sott’olio
  • 1 cipollotto
  • 20 gr. di mandorle sgusciate
  • qualche foglia di basilico
  • 4 cucchiai di olive nere al peperoncino (o naturali)
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q. b. di origano fresco
  • q. b. di sale e pepe

Preparazione:

In una pentola con acqua bollente lievemente salata, cuocete la pasta. Lavate le carote, grattatele e tagliatele a rondelline. Poi pulite ed affettate finemente il cipollotto. Nel frattempo, in una padella con un giro d’olio caldo, mettete a cuocere il cipollotto e le carote. Aggiungete, se occorre, un po’ di acqua di cottura della pasta.

Nel bicchiere di un frullatore, ponete i pomodori secchi ben scolati e le mandorle, riducendo il tutto ad un pesto piuttosto morbido. Appena la pasta sarà cotta, scolatela e saltatela nella padella con cipollotto e carote. Unite al resto, il pesto ed 1 piccolo mestolo di acqua di cottura della pasta. Saltate il tutto per 1 minuto, poi aggiungete le olive (tagliate a rondelle se lo preferite) e servite a tavola, spolverizzando sul piatto origano e pepe nero. Buon appetito a voi!

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

cock a leekie

Cock a leekie, la zuppa di pollo della...

Cock a leekie, un pasto completo e squisito Il cock a leekie è un piatto tipico della cucina scozzese. Si tratta di una cucina che è capace di regalare degli spunti interessanti, diversi da quelli...

Vellutata di finocchi e gamberi

Vellutata di finocchi e gamberi, una crema insolita

Vellutata di finocchi e gamberi, un abbinamento davvero unico La vellutata di finocchi e gamberi è un primo piatto tra il raffinato e il rustico. Si caratterizza non solo per una texture...

fagottini ripieni con carne di gallina

Insoliti fagottini ripieni con carne di gallina e...

Fagottini ripieni, un primo antispreco. I fagottini ripieni con carne di gallina e Grana Padano sono un primo piatto molto particolare. A prima vista, e anche al primo assaggio, appaiono come una...

Zuppa messicana con tortillas

Zuppa messicana con tortillas, una meraviglia piccante

Zuppa messicana con tortillas, un piatto Tex-Mex La zuppa messicana con tortillas è una zuppa molto diversa da quelle della tradizione mediterranea. In primis sono diversi gli ingredienti, infatti...

Gnocchetti tricolore con stracchino

Sfiziosi Gnocchetti con stracchino e prosciutto croccante

Gnocchetti con stracchino e prosciutto croccante, una meravigliosa sinfonia di sapori Gli gnocchetti con stracchino e prosciutto croccante sono un primo piatto molto particolare. In primis perché...

Maccheroncini di Campofilone al ragu

Maccheroncini di Campofilone al ragù, un primo gustoso

Maccheroncini di Campofilone al ragù, quando la semplicità incontra il gusto I maccheroncini di Campofilone al ragù sono un classico della cucina marchigiana e, per la precisione, del comune di...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


28-09-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti