Crema di pastinaca al dragoncello e pepe rosa

Crema di pastinaca al dragoncello
Stampa

Crema di pastinaca al dragoncello e pepe rosa: Una specialità da scoprire

Sono venuti a mangiare una coppia di amici e lui è stata diagnostica la celiachia da pochissimi giorni ed era già intollerante al lattosio. Erano in panico e disperati.  Sono venuti proprio perchè gli potessi dare dai consigli su cosa mangiare, cosa comperare, come comportarsi e il  dubbio se guarirà mai lo tormenta. Gli ho preparato come primo piatto una Crema di pastinaca aromatizzata al dragoncello e pepe rosa

Gli sembra incredibile di essere arrivato a 40 anni e scoprire solo ora di essere celiaco. Poi facendolo parlare e raccontare si è reso conto da solo che è che soffriva già di alcuni disturbi ai quali nessuno gli dava una risposta certa ma che sicuramente potevano essere un campanello d’allarme.

Essere in grado di riconoscere i sintomi della celiachia è fondamentale se si ha intenzione di trattare in maniera consapevole questa condizione, una malattia autoimmune che determina un scarsa capacità di assorbire il glutine a livello intestinale.

Riconoscere tempestivamente i sintomi della celiachia è importante, soprattutto per quanto riguarda la messa a punto di un piano alimentare (tale complesso proteico non si trova infatti solo in pane, pasta o fette biscottate, ma anche in prodotti non direttamente associati con il grano, come per esempio la birra e gli affettati).

Sintomi della celiachia: quali sono i più importanti

Il primo segnale di una probabile condizione di celiachia è la malnutrizione. Il soggetto che soffre di cattivo assorbimento di glutine, nonostante mangi in maniera normale, non acquisisce peso, ma anzi, come già ricordato, tende ad apparire malnutrito e troppo magro.

Crema di pastinaca al dragoncello

Congiuntamente a questo segnale è bene non sottovalutare manifestazioni prolungate di stanchezza, di difficoltà di concentrazione e letargia. Nei soggetti in età infantile la celiachia tende a manifestarsi inizialmente con deficit relativi alla crescita.

Celiachia: i principali sintomi a carico dell’apparato digerente

La celiachia coinvolge prima di tutto l’apparato digerente e vi sono dei sintomi specifici che è bene tenere sotto controllo. Ecco quali sono:

  • Gonfiore addominale (principale conseguenza dell’accumulo di gas a livello intestinale)
  • Crampi addominali
  • Meteorismo
  • Flatulenza
  • Episodi di dissenteria e di vomito prolungato (queste manifestazioni sono il preludio di condizioni di disidratazione che aggravano ulteriormente la situazione clinica del celiaco)
  • Fenomeni di costipazione che possono evolversi in veri e propri blocchi intestinali

Nei casi più gravi si può parlare addirittura di amenorrea (blocco del ciclo mestruale), di difficoltà a raggiungere la gravidanza e di crisi epilettiche ed eruzioni cutanee localizzate soprattutto su gomiti e natiche.

Quello appena presentato è solo un quadro generale dei sintomi della celiachia, la cui entità varia a seconda della situazione clinica del singolo.

In alcune circostanze i sintomi della celiachia possono essere addirittura silenti, soprattutto nelle prime fasi della malattia.

Non appena le manifestazioni di celiachia cominciano a palesarsi è consigliabile eliminare gradualmente tutti gli alimenti che contengono glutine, proseguendo per 1/2 settimane con questa dieta di privazione.

In caso di miglioramenti palesi è molto probabile che vi sia una condizione di celiachia, la cui diagnosi necessita di una visita medica preliminare e dell’esecuzione di esami come la biopsia intestinale.

Ho preparato loro questa Crema di pastinaca al dragoncello e bacche di pepe rosa come primo piatto e sono rimasti soddisfatti. L’unica cosa che mi sono sentita di dirgli è stata “Questa nuova condizione di vita sarà una spinta per un nuovo stile di vita!!”

Ingredienti per 4/6 persone

  • 800 gr pastinaca,
  • 300 gr. pisellini novelli,
  • 1 carota,
  • 1 gambo sedano,
  • 1 cipolla,
  • 1 spicchio aglio,
  • 2 cucchiai di  olio extravergine d’oliva,
  • q.b. sale,
  • q.b. dragoncello fresco e bacche di pepe rosa

Preparazione

Raschiate e lavate la carota e tagliate a rondelle. Lavate e tagliate il sedano a dadini. Sbucciate la cipolla e tagliatela a fette sottili. Sbucciate lo spicchio d’aglio. Lavate la pastinaca, raschiate e tagliate a tocchetti. Pulite il dragoncello fresco e tritatelo.

Sgranate i pisellini. Mettete tutte le verdure in una pentola, aggiungete l’acqua a coprire le verdure, due cucchiai di olio e il sale.  Mescolate e portate a ebollizione. Lasciate cuocere per circa 30 minuti.

Con un frullatore a immersione, passate la zuppa che deve rimanere molto cremosa  e spessa

Versatela nelle fondine e cospargete di dragoncello e qualche bacca di pepe rosa.

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


12-01-2016
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti