bg header
logo_print

Risotto alla barbabietola e gorgonzola: una ricetta cremosa

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

risotto al gorgonzola e rape rosse
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 10 min
cottura
Cottura: 11 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
3.4/5 (9 Recensioni)

Risotto alla barbabietola e gorgonzola: un piatto adatto anche agli intolleranti

Il risotto alla barbabietola e gorgonzola è un primo piatto perfetto per chi soffre di intolleranze al lattosio e intolleranza al glutine. E proprio parlando di intolleranze che oggi voglio parlarvi di test per intolleranze, ma soprattutto di quelli fasulli che spacciano come fondati scientificamente.

Che celiachia ed intolleranza al lattosio siano in continuo aumento non è una novità. Si tratta di un dato oggettivo basato sul sempre crescente trattamento subito dai nostri cibi prima della loro messa in vendita. Il fenomeno, però, sembra ricadere negli ultimi anni nell’allarmismo ed allora sono in tanti coloro che, al primo disturbo, ricorrono a svariati test al fine di individuare la sostanza dannosa al proprio organismo.

Sostanza che, puntualmente, viene a prescindere individuata quando gli esami in questione sono condotti con strumenti non attendibili, per non  dire illegali.

E’ proprio così: quello dei falsi test è ormai un fenomeno molto diffuso, deprecabile ed abietto, che non fa che arrecare danni di varia natura a chi se ne vede sottoposto.

Ricetta risotto alla barbabietola e gorgonzola

Preparazione risotto alla barbabietola e gorgonzola

  • Tagliate il gorgonzola a tocchetti e fatelo sciogliere a bagnomaria con poco latte.
  • Tostate il riso in pochissimo burro. Bagnate con vino e lasciate sfumare.
  • Aggiungete il brodo, il sale e cuocete per circa 11 minuti.
  • Togliete dal fuoco e mantecate con burro, grana, poi la purea molto fredda di barbabietole e, se il gusto lo richiede, qualche goccia di limone.
  • Quando ben cremoso, distribuite il risotto nei singoli piatti. Aggiungete la crema al gorgonzola, schizzata con l’aiuto di un cucchiaio. Servite e buon appetito.

Ingredienti risotto alla barbabietola e gorgonzola

  • 320 gr. di riso Carnaroli
  • 160 gr. di purea di barbabietole
  • 100 gr. di burro chiarificato
  • 80 gr. di Parmigiano Reggiano 36 mesi di stagionatura
  • 1.2 litri di brodo vegetale
  • 50 gr. di vino bianco
  • 100 gr. di gorgonzola dolce
  • q. b. di latte consentito
  • un pizzico di sale
  • q. b. di gocce di limone

Test fasulli: ecco i danni che ne derivano

La ricetta del risotto alla barbabietola e gorgonzola ci da modo di approfondire l’argomento legato alle intolleranze alimentari ed alle strade sbagliate che è facile percorrere, ricorrendo ingiustamente a soluzioni errate.

Il monito arriva dalla Società Italiana di Allergologia, Asma e Immunologia Clinica (Siaaic), la quale ha preso coscienza dell’incalzante ed inatteso dilagare di questo infausto fenomeno ed, allo scopo di inibirne la sua maggiore diffusione, ha puntato il dito contro alcuni test fasulli, mettendo a punto una “lista nera” da far circolare tra i cittadini.

In questa preziosa lista compaiono il test sulle cellule del sangue che, dallo studio delle cellule a contatto con varie sostanze, sarebbe in grado di individuare quelle dannose; il test del capello che analizza le sostanze chimiche al fine di stabilire lo stato di salute; il test della forza che deduce intolleranze dalla forza esercitata dalla manipolazione di alimenti ritenuti nocivi; la biorisonanza  che si basa sulla valutazione tramite pc del campo magnetico dell’individuo che vi si sottopone; il Pulse test, che percepisce l’esistenza di un’allergia o di un’intolleranza in base alle variazioni della frequenza del polso ed, infine, il vega test che sarebbe in grado di individuare l’intolleranza all’alimento specifico in base alla variazione del voltaggio.

Il consiglio è quello di essere molto accorti e prudenti, verificando la provenienza degli esami diagnostici ai quali ci si decide di sottoporsi: solo così facendo si potrà evitare di cadere nel giro vizioso delle costose trappole dei test fasulli.

Adesso non pensateci, via i pensieri e preparatevi un ottimo risotto al gorgonzola e barbabietole dello Chef Enrico Bartolini che ha gentilmente condiviso sulla rivista Zero.

Come preparare la purea di barbabietola

Tornando alla ricetta del risotto alla barbabietola e gorgonzola vale la pena parlare della purea di barbabietole, che caratterizza fortemente questo primo piatto. Lo caratterizza sul piano organolettico, con il suo sapore aromatico e delicato, e sul piano estetico, con le sue tonalità di fucsia e viola.

Nondimeno, la barbabietola (o rapa rossa) aumenta lo spessore nutrizionale del piatto visto l’ottimo apporto di vitamina C, potassio e antocianine. Queste sostanze sono responsabili del colore ed esercitano un’utilissima funzione antiossidante (e quindi antitumorale).

Come si prepara la purea di barbabietole? E’ tutto molto semplice. Si selezionano le barbabietole più mature e si lavano, poi si privano delle estremità e si avvolgono nella carta stagnola. Infine, si cuociono nel forno preriscaldato a 200°C per circa un’ora, o fino a quando non risultano morbide.

Una volta cotte si lasciano raffreddare per pulirle con facilità. Le barbabietole vengono poi tagliate a pezzi e trasferite in un frullatore. Infine, si aggiunge un pizzico di sale, pepe e un filo d’olio extravergine d’oliva. Nell’ultimo passaggio si frulla il tutto fino ad ottenere una crema liscia e omogenea.

Il gorgonzola, un formaggio cremoso e ricco di gusto

Le barbabietole sono importanti, ma è evidente che il protagonista di questo risotto sia anche il gorgonzola. Stiamo parlando di un formaggio controverso, che si ama o si odia. Io personalmente apprezzo molto il suo sapore acidulo e le note intense derivate dall’erborinatura, oltre alla sua grande versatilità. Queste caratteristiche permettono al gorgonzola di trasformare la fase di mantecatura in una sorta di condimento, impreziosendo e conferendo personalità al risotto.

Attorno al gorgonzola gravitano alcuni pregiudizi, come quello secondo cui sarebbe troppo grasso e poco salutare. Che sia grasso è vero, ma ciononostante il suo apporto calorico si pone allo stesso livello dei formaggi freschi. Sul piano nutrizionale, invece, non ha nulla da invidiare agli altri prodotti caseari, infatti contiene proteine, calcio e tracce di vitamina D. Dunque, se viene consumato con prudenza merita di essere integrato nella propria dieta alimentare.

Il riso migliore per il risotto alla barbabietola e gorgonzola

Il riso migliore per il risotto alla barbabietola e gorgonzola è il Carnaroli. E’ una varietà particolare, che sembra pensata appositamente per questo genere di preparazioni. Non scuoce, conserva l’integrità dei suoi chicchi ed allo stesso tempo assorbe liquidi e sapori. Insomma, questo tipo di riso dà vita a risotti che deliziano ad ogni assaggio, ben legati e cremosi.

Per quanto il Carnaroli faccia ormai parte dell’immaginario collettivo italiano, è un riso abbastanza recente. E’ stato sintetizzato a cavallo degli anni quaranta e cinquanta dell’agronomo Ettore De Vecchi, a partire dal riso Lavarone e dal Vialone Nano.

In questa preparazione, come per tutte le ricette di risotto, il Carnaroli viene tostato, sfumato con un po’ di vino bianco e cotto in abbondante brodo vegetale. Per quanto concerne il tempi di cottura siamo sui 15-20 minuti, ma vi consiglio di assaggiarlo sempre prima di spegnere il fuoco e procedere con la mantecatura.

FAQ sul risotto alla barbabietola e gorgonzola

Come si preparare un risotto al gorgonzola?

Per preparare il risotto al gorgonzola è necessario cuocere il riso in brodo, magari partendo da un soffritto, e aggiungere il gorgonzola in fase di mantecatura. Le soluzioni però possono essere differenti per la presenza di alimenti aggiuntivi, come la purea di barbabietole.

Quante calorie ha il risotto al gorgonzola?

L’apporto del risotto al gorgonzola dipende dalla presenza degli altri ingredienti. Nella ricetta del risotto alla rapa rossa e gorgonzola troviamo anche il Grana e il burro, oltre che la purea di barbabietole, dunque è ragionevole ipotizzare un apporto calorico di 600 kcal a porzione.

Quanti grammi di riso occorrono per una persona?

I grammi di riso a persona dipendono dalla grandezza delle porzioni e dall’abbondanza del condimento: più condimento si ha e meno riso si aggiunge. Per un risotto mediamente condito, come il risotto alle barbabietole rosse e gorgonzola, dovrebbero bastare 80 grammi di riso a testa.

Quale gorgonzola usare per il risotto?

Per il risotto è bene utilizzare il gorgonzola dolce, che ha un sapore più delicato e una texture più morbida, dunque perfetta per la mantecatura.

Ricette di risotti ne abbiamo? Certo che si!

3.4/5 (9 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gamberoni in guazzetto

Gamberoni in guazzetto, una raffinata ricetta di mare

I gamberoni, dei crostacei davvero speciali Tra gli ingredienti di spicco della ricetta del guazzetto troviamo i gamberoni. Rispetto ai gamberi propriamente detti si caratterizzano per le dimensioni...

Spaghetti con asparagi e totani

Spaghetti con asparagi e totani, un primo tra...

Cosa sapere sugli asparagi viola I protagonisti di questa ricetta, nonché gli ingredienti che la valorizzano maggiormente, sono gli asparagi viola. Rispetto agli asparagi classici non si...

Gazpacho di pesche (

Gazpacho di pesche, una ricetta dolce e aromatica

Quale pesche utilizzare per questo gazpacho? Per questo particolare gazpacho di pesche vi consiglio di utilizzare le pesche gialle. Sono le pesche più dolci, e quindi in grado di spiccare in mezzo...