bg header
logo_print

Crema di zucca e cipollotto, un primo gustoso e nutriente

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Crema di zucca e cipollotto con salsiccia
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 2 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Crema di zucca e cipollotto, un primo ricco di sostanza

Crema di zucca e cipollotto con salsiccia per pranzo.  Io da sempre adoro la zucca e credo che sia un ingrediente spesso sottovalutato o messo in secondo piano.

Purtroppo in famiglia sono l’unica a cui piace e le volte che la faccio cerco di coccolarmi alla grande combinando ingredienti della mia zona per creare piatti semplici ma gustosi!

Ricetta crema di zucca e cipollotto

Preparazione crema di zucca e cipollotto

Tagliare la zucca a metà e poi a spicchi, pulirla dai semi e togliere la scorza tagliando la polpa a pezzetti.Pulire e tagliare i cipollotti a fettine sottili. In un tegame mettere l’olio evo e lasciar rosolare un po’ i cipollotti ed aggiungere la zucca.

Lasciar insaporire per qualche minuto mescolando tutti i pezzi di zucca e poi aggiungere 200 ml di acqua. Coprire con il coperchio e far cuocere a fiamma media per 20/25 minuti circa

Prendere un pentolino dove versare 400 ml di acqua, versare la farina di polenta mescolando con cura affinchè non si formino grumi ed aggiungere un cucchiaino raso di sale. Lasciar cuocere a fiamma dolce per circa 40 minuti mescolando spesso.

Quando la zucca risulterà essere bella tenera frullarla con il minipimer per amalgamare bene gli ingredienti ed aggiustare eventualmente di sale e aggiungere il pepe. La polenta sarà circa a metà cottura, quindi accendere il forno ventilato a 190°.

Preparare un foglio di carta forno o se l’avete a disposizione un foglio di silicone. Quando la polenta avrà una consistenza soda ma non troppo dura versarla sulla carta forno e con una spatola stenderla bene in uno strato sottile.

Segnarla con la spatola formando tanti quadrati ed infornare per 20 minuti nel forno sino a quando risulterà croccante ed asciutta. Pulite la salsiccia togliendo la pelle, tagliarla a rondelle e farla rosolare bene in un tegame.

Togliere la polenta dal forno. Lasciarla raffreddare per qualche minuto e romperla a pezzi ( i segno precedentemente fatti agevoleranno non poco l’operazione). Versare la crema di zucca in una scodella, guarnire con la salsiccia e gustarla con i crostini di polenta.

Ingredienti crema di zucca e cipollotto

  • 500 gr. di zucca pulita e tagliata a pezzi
  • 3 cipollotti tagliati sottili
  • 1 salsiccia affumicata
  • 100 gr. di farina di polenta gialla
  • 600 ml. di acqua fredda
  • 2 cucchiaini di sale
  • 1 pizzico di pepe bianco
  • 4 cucchiai di olio d’oliva extra vergine.

Crema di zucca e cipollotto con salsiccia, un primo vellutato

La crema di zucca e cipollotto con salsiccia è un primo di carattere popolare, gustoso e nutriente. E’ frutto della creatività, in quanto rielabora e reinterpreta alcuni alimenti classici. La ricetta non è mia, bensì di Eva Sprocatti, che partecipa al contest “Le intolleranze? Le cuciniamo”.

Ho indetto questa competizione per dimostrare il ruolo che la buona cucina può giocare nella gestione delle intolleranze. Un ruolo decisivo, che trasforma un disturbo in un’occasione per scoprire nuove preparazioni e nuovi alimenti.

Tornando alla ricetta, essa si compone di una vellutata di zucca e cipollotto, guarnita con della salsiccia fatta a rondelle e rosolata; infine viene valorizzato il tutto con dei crostini di polenta. Si tratta di un primo semplice e facile da preparare, completo sul piano nutrizionale e perfetto per le fredde giornate invernali. Il piatto si inserisce sul solco delle classiche vellutate all’italiana ma non manca di innovare, soprattutto se si considera l’abbinamento zucca, cipollotto e salsiccia.

Un focus sulla zucca

La protagonista di questa crema di zucca e cipollotto è ovviamente la zucca. La zucca è un ortaggio popolare, che ricorre in molte ricette italiane ed estere. Come potrebbe essere altrimenti? La zucca non è solo buona e leggera, ma anche molto versatile. Si presta a qualsiasi trattamento e a tantissimi metodi di cottura.

Per questa ricetta, la zucca viene fatta a cubetti piccoli, poi viene rosolata e cotta con i cipollotti. Infine viene frullata con il minipimer, fino a trasformarsi in una vellutata morbida e dal sapore aromatico.

La zucca è preziosa anche dal punto di vista nutrizionale. A fronte di un apporto calorico minimo, pari a 26 kcal per 100 grammi, apporta molte sostanze nutritive. Inoltre, troviamo una certa abbondanza di vitamina A, che fa bene alla vista e alla pelle, nonché di betacarotene in grado di esercitare una funzione antiossidante. Infine, non mancano potassio, magnesio e persino calcio.

Il ruolo della farina di mais nella crema di zucca e cipollotto

La lista degli ingredienti della crema di zucca e cipollotto contiene anche la farina di mais. Il suo ruolo è decisivo per la buona riuscita della ricetta. Nello specifico, la farina di mais viene utilizzata per creare una classica polenta. Questa viene poi fatta raffreddare e distesa in una teglia foderata di carta forno.

Infine, viene ritagliata in quadrati e viene sottoposta a una cottura, o per meglio dire a una tostatura. In questo modo otterrete dei deliziosi crostini di polenta, da inserire nella crema di zucca come se fossero pezzi di pane tostato. Un’aggiunta gradevole, che esalta il carattere popolare della ricetta.

La farina di mais, soprattutto quando viene trasformata in polenta, esprime un potere nutrizionale importante. E’ infatti ricca di carboidrati e vitamine. L’apporto calorico è simile a tutti i preparati “energetici”. Potete utilizzare la farina che più vi aggrada, ma per un miglior risultato organolettico ed estetico consiglio di usare quella di mais giallo.

L’elemento di carne in questa crema di zucca e cipollotto

La crema di zucca e cipollotto è tecnicamente un primo, ma potrebbe essere definito anche un piatto completo. Del resto fornisce non solo carboidrati, ma anche proteine.

Il merito va all’aggiunta della salsiccia affumicata, che rispetto a quella fresca spicca per un sapore più intenso e pungente, nonché per una consistenza più coriacea. Ovviamente, la salsiccia va cotta per un breve periodo, poi va tagliata a rondelle e passata in padella con una quantità minima di olio.

Alcuni potrebbero storcere il naso per la presenza della salsiccia. Ma è davvero un alimento grasso che fa male alla salute? Che sia grasso nessuno lo può mettere in dubbio, d’altronde supera quasi sempre le 300 kcal per 100 grammi.

Invece, sul fatto che faccia male si può discutere. Certo, contiene un po’ di nitriti e parecchi lipidi, ma basta consumarla con moderazione per trarne solo il meglio. La salsiccia, infatti, è ricca di proteine e sali minerali.

Come aromatizzare la crema di zucca?

Eva non parla in modo esplicito di aromi e spezie, ma reputo che anche la crema di zucca e cipollotto con salsiccia possa essere aromatizzata. Ovviamente, occorre scegliere con cura gli ingredienti da riservare alla guarnizione.

Di base, la zucca richiama erbe aromatiche dal sapore pungente e delicato allo stesso tempo. A tal proposito, potrebbe andare bene un po’ di origano, o magari un po’ di maggiorana, che ha un sapore più accennato.

Alcuni potrebbero reputare idoneo anche il prezzemolo, ma fate attenzione in quanto ha un sapore decisamente più coprente. Durante il soffritto, ovvero all’inizio del procedimento, è possibile inserire insieme al cipollotto anche un po’ di sedano bianco, che spicca per la potenza aromatica e per la sua delicatezza. In ogni caso potete spaziate, se ragionate in anticipo sugli abbinamenti.

Contest – Le intolleranze? Le cuciniamo

Ricetta di Eva Sprocatti

Crema di zucca e cipollotto

Ricette con zucca ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

carbonara vegana

Carbonara vegana, un piatto audace ma squisito

Come sostituire la salsa di uova Quando si prepara una carbonara vegana la prima sfida è la sostituzione delle uova, d’altronde sono proprio queste a rappresentare l’ingrediente principale...

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...

Caserecce con pesto di kale

Caserecce con pesto di kale, un primo rustico...

Cosa sapere sul cavolo riccio Il protagonista di queste caserecce è il pesto di kale, o di cavolo riccio. E’ un pesto particolare e un po’ meno aromatico rispetto al pesto con foglie di...