bg header
logo_print

Torta di grano saraceno con mele, un dolce esotico e rustico

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Torta di grano saraceno con mele, cocco e kefir
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Torta di grano saraceno con mele e cocco, un dolce originale e adatto a tutti

Oggi presentiamo la torta di grano saraceno con mele, cocco e kefir. In realtà questa torta non si fregia di chissà quale storia da tramandare.. semplicemente mi piace, di tanto in tanto, sperimentare ingredienti che uso poco, che non si sono usati nella mia famiglia di origine, che non siano di “moda” perché non amo il fashion in generale, quindi figuriamoci in cucina.

Premesso ciò, volevo usare sia la farina di grano saraceno che il kefir (di cui ho scoperto le proprietà grazie, purtroppo, in seguito ad un evento doloroso), inoltre ho la frutta del mio frutteto completamente priva di pesticidi, uova delle galline della mia vicina e.. la torta è nata praticamente da sola.

Ricetta torta di grano saraceno con mele

Preparazione torta di grano saraceno con mele

  • Imburrate ed infarinate uno stampo a cerniera da 24 cm di diametro. Intanto preriscaldate il forno a 180° se statico (o 170° se ventilato).
  • In una ciotola mescolate le farine, il cremor tartaro con il bicarbonato, lo zucchero. Mescolate bene e mettere da parte.
  • In un’altra ciotola mescolate le uova con la buccia del limone, il latte vaccino e di kefir, l’olio ed il burro fuso, lo yogurt. Mescolate tutto insieme e amalgamate al meglio.
  • Versate la parte secca (le farine) a cucchiaiate nel composto liquido delle uova. Non occorre mescolare a lungo, bisogna solo amalgamare gli ingredienti.
  • Lavate e sbucciate le mele, unite al composto una mela tagliata a tocchettini piccoli.
  • Versate il composto nella tortiera, tagliate le altre due mele a fettine e disponetele a raggiera o come piace, sull’impasto. Spolverizzate con zucchero di canna ed infornare.
  • Fate cuocere un’oretta buona o fino a quando infilando nel centro della torta, uno stecchino, risulterà asciutto. Dipende, come sempre, dal forno (al forno statico l’ho cotta in un’ora e dieci minuti).
  • Togliete la torta dal forno, passate il coltello attorno ai bordi che saranno leggermente caramellati.
  • Poi lasciatela raffreddare nella tortiera, sformatela e servitela.

Ingredienti torta di grano saraceno con mele

  • 90 gr. di cocco rapè grattugiato
  • 110 gr. di farina di grano saraceno bio
  • 60 gr. di fecola di patate
  • 2 uova medie
  • 1 bustina di cremor tartaro gluten free
  • 2 cucchiaini rasi di bicarbonato
  • 1 buccia di limone grattugiata
  • 100 gr. di zucchero di canna chiaro
  • 50 gr. di burro fuso ma non caldo
  • 50 gr. di latte intero
  • 30 gr. di olio di mais
  • 125 gr. di yogurt bio alla vaniglia
  • q. b. di burro per ungere la tortiera
  • 3 mele renette
  • q. b. di farina per spolverizzare la tortiera
  • q. b. di zucchero di canna chiaro per spolverizzare la superficie della torta.

Torta di grano saraceno con mele, degli abbinamenti coraggiosi per un dolce delizioso

La torta di grano saraceno con mele, cocco e kefir è la soluzione perfetta per un dolce semplice dal sapore diverso dal solito, che valorizza il momento della colazione e della merenda. Può essere considerata una variante della torta di mele, ma rispetto a quest’ultima propone un sentore più rustico e una morbidezza più accentuata. Il merito va alle farine che compongono l’impasto e all’abbondante utilizzo delle uova. E’ valorizzata anche dal kefir, una bevanda dal carattere fortemente esotico che si integra al meglio nella pasticceria mediterranea.

Preciso che la ricetta non è mia, ma reca la firma di Simona Nania Vigna. L’ha pensata per il contest “Le intolleranze? Le cuciniamo” che ho indetto per dimostrare il ruolo della buona cucina nella lotta alle intolleranze alimentari. E’ una gara con vincitori e premi, quindi auguro a Simona e agli altri concorrenti di fare del proprio meglio e di divertirsi.

Un dolce per celiaci e non

La torta di grano saraceno con mele, cocco e kefir è pensata per chi soffre di intolleranze alimentari e disturbi simili. In particolare, è pensata per i celiaci. Lo si evince dalla lista degli ingredienti, che comprende la farina di grano saraceno e il cocco rapè. La farina di grano saraceno spicca per il suo sapore rustico, dovuto a una quantità di fibre superiore alla media. È anche abbastanza aromatica, almeno rispetto alla classica farina 00. Infine, è valida dal punto di vista nutrizionale, specie se si considera l’apporto straordinario di sali minerali.

La lista degli ingredienti comprende anche il cocco rapè, che può essere considerato una farina di cocco, benché abbia una grana un po’ più grossolana. Il sapore è dolce e ricorda da vicino quello del frutto.

Il cocco rapè viene realizzato mediante la disidratazione e la macinatura della polpa di cocco. Esprime un apporto calorico elevato, ma merita di essere integrato nelle ricette visto il ruolo che può giocare per addolcire e insaporire gli impasti. In un certo senso è un ingrediente che rompe la monotonia, pur senza interferire troppo con gli altri ingredienti.

In occasione di questa ricetta, le due farine vengono mescolate con bicarbonato, cremor tartaro e zucchero. Poi vengono incorporate in una soluzione di uova, latte, kefir, olio, burro liquido e buccia di limone grattugiata.

Cos’è il kefir?

La lista degli ingredienti della torta di grano saraceno con mele comprende anche il kefir, una bevanda particolare che proviene dal Caucaso ed è molto consumata in Turchia. Può essere considerato come un latte fermentato, dunque ha molto in comune con lo yogurt. Rispetto a quest’ultimo, però, propone sentori che richiamano al formaggio ed è abbastanza acido. Inoltre, la fermentazione è innescata da una miscela di lieviti e non solo dai batteri, come accade per lo yogurt.

Nonostante il suo sapore forte, può essere integrato nelle ricette di pasticceria per smorzare la dolcezza di alcuni ingredienti, apportando equilibrio e garantendo alcuni sentori di carattere caseario.

Il kefir si fa apprezzare anche per le proprietà nutrizionali. In maniera simile allo yogurt, apporta una discreta quantità di proteine, vitamina D e calcio. La vitamina D giova al sistema immunitario come poche altre sostanze, mentre il calcio fa bene alle ossa e aiuta a prevenire alcune patologie dell’apparato scheletrico (ad esempio l’osteoporosi).

In occasione di questa ricetta, il kefir concorre alla parte liquida dell’impasto, infatti viene mescolato al latte, all’olio e alle uova per poi essere unito alla parte secca (farine, zucchero, etc.).

Come aromatizzare la torta di grano saraceno con mele

La torta di grano saraceno con mele, cocco e kefir, nonostante gli abbinamenti coraggiosi e una lista di ingredienti suggestiva, spicca per l’equilibrio. Lo si evince anche dall’approccio che Sonia ha adottato in materia di spezie e aromi. Di base si utilizza solo la scorza di limone, che viene integrata nella parte liquida dell’impasto.

La scorza di limone grattugiata apporta un sentore amarognolo ma molto aromatico, che ricorda il sapore del frutto. Inoltre, fa anche bene alla salute. Troviamo la vitamina C e il potassio, presenti in quantità inferiori nella polpa, ma anche antiossidanti e acido citrico, che fa bene alla digestione e regolarizza alcune funzioni dell’organismo.

La lista degli ingredienti comprende anche il cremor tartaro. Alcuni potrebbero considerarlo come una spezia, ma in realtà è inodore e insapore.

Contest – Le intolleranze? Le cuciniamo

Ricetta di Simona Nania Vigna

torta grano saraceno

Ricette torte ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

2 commenti su “Torta di grano saraceno con mele, un dolce esotico e rustico

  • Mar 13 Giu 2023 | Carmela Trupia ha detto:

    Essendo mio figlio intollerante anche al tuorlo come posso sostituire le uova? Grazie

    • Mar 13 Giu 2023 | Tiziana Colombo ha detto:

      Le uova sono importanti nella realizzazione dei dolciumi per vari motivi. Anzitutto perché rivestono un effetto legante, ovvero aiutano a compattare l’impasto.

      A seconda della ricetta che vogliamo preparare, possiamo scegliere tra 5 cibi che combinati tra loro in vario modo possono supplire all’assenza delle uova.

      Per esempio lo yogurt, i semi di chia o di lino, olio e il lievito per dolci, oltre a frutti come banana e avocado. L’abbinamento tra avocado, banana e yogurt è l’ideale per conferire sofficità al dolce. È sufficiente amalgamare la polpa frullata o schiacciata dei frutti in questione insieme a mezzo vasetto di uno yogurt a vostra scelta.

      Mentre se desideriamo riprodurre l’effetto legante si può procedere facendo riposare un cucchiaio di semi di chia o di semi di lino in tre cucchiai di acqua per una notte. Al termine della quale otterrete un composto gelatinoso capace di assumere le funzioni delle uova.

      Per ottenere l’azione lievitante occorre invece mescolare due cucchiai di acqua, un cucchiaio di olio di buona qualità e due cucchiai di lievito per dolci. Questo va aggiunto all’impasto come ingrediente finale. Dopodichè bisogna mescolare bene il tutto. E vedrete che il risultato sarà ugualmente degno di nota!

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Chebakia

Chebakia, dal Marocco un delizioso dolce alle mandorle

Quale miele utilizzare? Una volta modellati, i chebakia vanno fritti in olio di semi, ma la ricetta non si conclude con la cottura. Arrivati a questo punto, infatti, si prepara un composto di miele...