bg header
logo_print

Crema di broccoli light: una vellutata facile e cremosa

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Crema di broccoli e caciocavallo
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 30 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (398 Recensioni)

Crema di broccoli light e caciocavallo: un primo piatto sano

Oltre che sana, viste le eccellenti proprietà benefiche per la nostra salute, la crema di broccoli light risulta ideale anche per gli intolleranti al glutine e al lattosio.

La tecnologia oggigiorno adottata per la produzione dei formaggi non contempla l’uso di ingredienti con glutine né eventuali successive aggiunte, dunque via libera ai formaggi e in particolare al caciocavallo stagionato per adattare la ricetta anche a chi ha problemi di intolleranza al lattosio.

Ad ogni buon fine ed, a scanso di equivoci, abbiamo pensato a questa ricetta che è idonea a far parte della dieta dei soggetti intolleranti al glutine e al lattosio. Si tratta di due ingredienti che sono alla base di una straordinaria e semplicissima ricetta, la crema di broccoli e caciocavallo, che riporteremo in calce.

Ricetta crema di broccoli light

Preparazione crema di broccoli light

  • Pelate il taro e riducetelo a dadini. Lavate i broccoletti e divideteli a cimette.
  • Tritate lo scalogno e fatelo appassire con un filo d’olio.
  • Aggiungete la tapioca e il brodo, salate e pepate.
  • A questo punto aggiungete i broccoletti e il taro. Alzate la fiamma fino a quando bolle, poi abbassatela e proseguite la cottura per circa 30 minuti.
  • Passate il tutto con un frullatore a immersione, poi aggiungete la panna ed il caciocavallo grattugiato grossolanamente.
  • Mescolate ancora qualche istante e spegnete la fiamma. Prima di servire date una spolverata di caciocavallo grattugiato finemente.

Ingredienti crema di broccoli light

  • mezzo kg. di broccoli
  • 100 gr. di caciocavallo stagionato
  • 1
  • 5 litri di brodo vegetale
  • 1 confezione di panna consentita
  • uno scalogno
  • 2 radici di taro
  • 2 cucchiai farina di tapioca
  • 3 cucchiai di  olio extravergine d’oliva
  • q. b. di sale e di pepe

I broccoli: un ortaggio salutare e buonissimo

La nostra crema light ci da modo di parlare dei broccoli, una varietà italica appartenente alla famiglia delle Crucifere. I broccoli sono anche conosciuti col nome di cavolo-broccoli, poiché appartengono all’omonima categoria, benché si differenzino notevolmente dalla maggior parte degli altri fiori pur appartenenti alla stessa famiglia quali: crescione, ravanello, cavolo e cavolini di Bruxelles. Il termine “broccolo” deriva da brocco (dal basso latino broccu-m che originariamente significava germoglio”), con il tempo il termine iniziò a fare riferimento ad alcune qualità di cavoli all’inizio della loro prima fioritura.

Vero è che alcune componenti dei broccoli, come il betacarotene, resistono al calore, ma molti altri, come l’I3C (molecola antitumorale) sono sensibilmente termolabili. Come in tutte le cose meglio scegliere un compromesso, optando dunque per una leggera cottura al vapore.

E’ stato infatti dimostrato che, se frullati o cotti a vapore, i broccoli sono in grado di preservare e valorizzare in maniera eccelsa tutte le loro fantastiche proprietà benefiche.

Cosa sapere sul caciocavallo

Tra i protagonisti di questa crema di broccoli light c’è il caciocavallo, che viene aggiunto a fine preparazione ben grattugiato, conferendo così sapore e una maggiore cremosità. Il caciocavallo è un formaggio mediamente stagionato, ma se viene sottoposto a calore diventa molto scioglievole. Per quanto concerne il sapore si pone a metà strada tra la provola, il pecorino e il Parmigiano, caratterizzandosi per l’equilibrio tra sapidità e note di latte.

Sul piano nutrizionale si pone al livello dei formaggi della medesima categoria. Apporta 330 kcal e 25 grammi di grassi per etto, inoltre è abbastanza proteico e contiene una dose non indifferente di calcio (che fa bene alle ossa) e di fosforo (che sostiene le attività cognitive). Infine apporta anche tracce di vitamina D, molto utile per il sistema immunitario.

Il taro, un ingrediente insolito della crema di broccoli light

La lista degli ingredienti della crema di broccoli light comprende anche il taro. E’ un ingrediente quasi sconosciuto in Europa, ma è molto consumato in Asia. Si tratta di una radice dalla consistenza simile a quella del topinambur, che va cotta. In questo caso specifico va passata in padella insieme al soffritto di cipolla. Il taro si fa apprezzare per il sapore dolce e terroso, che assomiglia alla patata dolce con note aromatiche fuori dal comune.

Il taro non lascia a desiderare nemmeno dal punto di vista nutrizionale. A fronte di un apporto calorico pari a 110 kcal per 100 grammi, offre una certa quantità di vitamina C, E e vitamina B6. Apporta inoltre calcio, magnesio, potassio e ferro, infine è ricco di antiossidanti, sostanze che riducono la probabilità di sviluppare il cancro, rallentano l’invecchiamento e neutralizzano i radicali liberi.

La crema di broccoli light è adatta a chi soffre di intolleranze alimentari?

La crema di broccoli light può essere consumata da chi soffre di intolleranze alimentari e disturbi simili? Per rispondere è necessario distinguere tra le varie patologie. Per i celiaci non vi è alcun problema in quanto si utilizza la farina di tapioca come addensante, un tipo di farina senza glutine.

Discorso diverso per gli intolleranti al lattosio, che devono avere a che fare con due derivati del latte: il caciocavallo e la panna. In realtà, se il caciocavallo è sufficiente stagionato è abbastanza sicuro in quanto contiene pochissimo lattosio. La panna, invece, va sostituita con una variante delattosata che potete trovare con facilità al supermercato. Mi raccomando, scegliete solo prodotti di qualità in quanto sono capaci di replicare al meglio il sapore del prodotto originale.

FAQ sulla crema di broccoli light

A cosa fanno bene i broccoli?

I broccoli fanno bene all’organismo a trecentosessanta gradi. Contengono tanta vitamina C, che giova al sistema immunitario. Inoltre, sono ricchi di potassio e ferro, quindi giovano alla pressione e favoriscono un giusto livello di ossigenazione del sangue. Infine, contengono tante fibre che aiutano a digerire.

A cosa abbinare i broccoli?

I broccoli si abbinano alle patate, che rafforzano la corposità dell’ortaggio. Si abbinano anche all’aglio e alla cipolla, che conferiscono loro un’ottima profondità organolettica. Stesso discorso per i formaggi, e in particolare i formaggi più sapidi come il caciocavallo. Si possono abbinare anche alle carni bianche e ad una vasta gamma di spezie ed erbe aromatiche come peperoncino, timo, rosmarino etc.

Chi non può mangiare i broccoli?

I broccoli sono problematici per chi soffre di tiroide, in quanto sono ricchi di goitrogeni, sostanze che interferiscono con la produzione ormonale. Stesso discorso per chi soffre di meteorismo e di sindrome del colon irritabile, in quanto sono molto ricchi di fibre.

Che differenza c’è tra broccoli e cime di rapa?

I broccoli hanno infiorescenze verdi e un sapore delicatamente amaro e terroso, mentre le cime di rapa presentano foglie più scure e piccoli fiori con un sapore più amaro e pungente. Dal punto di vista nutrizionale sono simili, sebbene le cime di rapa sono meno dense e leggermente più piccanti, un elemento che le distingue rispetto ai broccoli.

Ricette con i broccoli ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (398 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

carbonara vegana

Carbonara vegana, un piatto audace ma squisito

Come sostituire la salsa di uova Quando si prepara una carbonara vegana la prima sfida è la sostituzione delle uova, d’altronde sono proprio queste a rappresentare l’ingrediente principale...

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...

Caserecce con pesto di kale

Caserecce con pesto di kale, un primo rustico...

Cosa sapere sul cavolo riccio Il protagonista di queste caserecce è il pesto di kale, o di cavolo riccio. E’ un pesto particolare e un po’ meno aromatico rispetto al pesto con foglie di...