Cestini di parmigiano con uovo in camicia

  • Porzioni per
    4 persone
  • Tempo Totale
    5 Ore
Cestini di parmigiano con uovo in camicia su crema di asparagi

I cestini di parmigiano con uovo in camicia su crema di asparagi: un piatto di classe capace di regalare una serie di benefici al nostro organismo

Volete stupire gli ospiti? Scegliete i cestini di parmigiano con uovo in camicia su crema di asparagi!

I cestini di parmigiano con uovo in camicia su crema di asparagi si rivelano un piatto di classe che, allo stesso tempo, è nutriente e capace di regalare una serie di benefici al nostro organismo. Dall’aspetto alla consistenza, dal profumo alla squisitezza. Questa pietanza ha tutte le carte in regola per conquistare sia gli adulti che i bambini.

Infatti il parmigiano, l’uovo e la crema di asparagi si uniscono perfettamente. Proponendo un mix di sapori unico e ineguagliabile. Detto questo, andiamo a scoprire tutte le altre buone ragioni per portare in tavola questo piatto davvero gustoso.

Cestini di parmigiano con uovo in camicia: energia e forza a volontà

In questa ricetta, gli ingredienti che principali sono molto nutrienti e particolarmente sazianti (soprattutto grazie all’apporto proteico). L’uovo è uno degli alimenti più completi che esistono. Anche se purtroppo offre un cospicuo apporto di colesterolo, è capace di regalarci sostanze nutritive molto importanti per il nostro organismo come ad esempio: il ferro, il calcio, il fosforo, il potassio e il magnesio, e anche la vitamina B1, B2, B12, D e PP. Principalmente nell’albume, troviamo una grande quantità di proteine.

Pertanto, i cestini di parmigiano con uovo in camicia su crema di asparagi possono darci una buona quantità di nutrienti, aiutandoci così ad evitare carenze e a rafforzare in particolare le ossa, i denti e i muscoli, donandoci anche molta energia. Tutto questo viene amplificato dal parmigiano reggiano che, anche se viene trasformato in un cestino, può offrirci lo stesso ottime quantità di proteine del latte, minerali e vitamine, promuovendo ulteriormente la salute di ossa e denti e dandoci una dose di energia in più.

Il parmigiano contiene anche delle sostanze capaci di stimolare la crescita di alcuni batteri della flora intestinale, finendo per ottimizzare persino tutte le funzioni dell’intestino. Questo formaggio stagionato è particolarmente ricco di calcio, fosforo, vitamina A, vitamine del gruppo B e vitamina D. In pratica, l’uovo e il parmigiano formano una coppia fantastica, sia per il gusto che per il valore nutrizionale!

Il contorno perfetto per i cestini di parmigiano con uovo in camicia…

Ovviamente, stiamo parlando della crema di asparagi che, oltre ad essere deliziosa, dona a questo piatto un’ulteriore dose di minerali e vitamine, senza contare che aggiungerà alla pietanza un grande potere antiossidante. Infatti, all’interno degli asparagi ci sono molte sostanze che hanno questo effetto sull’organismo, riuscendo così a proteggerlo dai danni dei radicali liberi e da alcune malattie, e a rallentare il naturale processo di invecchiamento delle cellule.

In poche parole, i cestini di parmigiano con uovo in camicia su crema di asparagi sono speciali sotto ogni punto di vista e potranno anche essere assaporati da coloro che soffrono di intolleranza al lattosio. Cosa aspettate a provarli? Dopo avere portato in tavola questa pietanza, vi sentirete soddisfatti, sazi, energici ed estremamente vitali!

Ingredienti per 4 persone

  • 4 uova Bio Granarolo
  • 1 cucchiaio aceto riso
  • 150 gr parmigiano reggiano stagionato 36 mesi
  • 300 gr asparagi
  • 2 cucchiai panna Accadì
  • 200 ml brodo vegetale
  • 1 cucchiaio olio extra vergine oliva
  • 1 spicchio aglio
  • q.b. sale
  • q.b. pepe

Procedimento

    per le uova

    1. In una pentola mettete a scaldare dell’acqua alla quale avrete aggiunto un goccio di aceto. Appena l’acqua raggiunge il bollore, iniziate con un mestolo a creare un vortice al centro della pentola. Spaccate un uovo alla volta al centro di questo vortice e, sempre girando, aspettate che l’albume si solidifichi.
    2. A parte avrete preparato una bacinella con acqua e ghiaccio e, appena il chiaro si è rappreso, scolate l’uovo con una schiumaiola e raffreddatelo per fermare la cottura. Continuate così, un uovo alla volta, finché non le avrete terminate.
    3. Oppure cuocete le uova a 62°C per 3h e 30’. Se non le utilizzate subito lasciate raffreddare e al momento dell'utilizzo rigenerate a 53°C.

    per la crema di asparagi

    1. Lavate accuratamente gli asparagi sotto acqua corrente, rimuovete la parte bianca del gambo e raschiateli con un coltello non troppo affilato facendo molta attenzione a non toccare le punte, fragili e delicate. Tagliate i primi 2-3 cm di punta ed affettate il gambo a tondini di mezzo centimetro di spessore. Scaldate il brodo.
    2. Mettete in una padella l'olio e l'aglio e fate dorare quest’ultimo su fiamma vivace. Poi, togliete l'aglio, unite gli asparagi, un pizzico di sale e una macinata di pepe, e fate cuocere per qualche minuto a fiamma vivace. Unite un mestolo di brodo vegetale, coprite e cuocete a fiamma media per 10 minuti circa. Se il fondo di cottura dovesse asciugarsi troppo, aggiungete altro brodo vegetale.
    3. Trascorso il tempo di cottura, selezionate le punte e tenetele da parte. Mettete i restanti asparagi nel frullatore e tritateli finemente fino ad ottenere una crema.

    per i cestini di parmigiano

    1. Spargete un paio di cucchiai di parmigiano sul fondo di una padellina antiaderente e andate a formare un cerchio. Cuocete a fiamma bassa e, quando il formaggio inizierà a fondersi, spargetevi un po' di parmigiano nei punti in cui si formano dei buchetti. Con una palettina staccate il foglio di parmigiano delicatamente e stenderlo subito sul fondo di un bicchiere per dare la forma del cestino.
    2. Appena inizia a solidificarsi capovolgere il cestino di parmigiano. Una volta freddo riempitelo con l’uovo in camicia. Impiattate mettendo in una fondina un cucchiaio di crema di asparagi e appoggiando sopra l’uovo. Terminate il piatto con una grattata abbondante di tartufo, la cialdina di parmigiano e qualche goccia di olio.

    Condividi!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *