bg header
logo_print

Gnocchi con broccoli e acciughe, un primo leggero e colorato

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Gnocchi con broccoli e acciughe
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Gnocchi con broccoli e acciughe, un primo gustoso e cromatico

Oggi prepariamo gli gnocchi con broccoli e acciughe, un primo piatto molto semplice da realizzare che regala molte soddisfazioni. E’ buono, completo e bello da vedere. Esprime una splendida varietà cromatica: troviamo il verde dei broccoli, le tonalità scure delle acciughe e il viola degli gnocchi.

Gli gnocchi sono realizzati proprio con le patate viola, una varietà che spicca per l’apporto di antocianine, degli antiossidanti presenti in quasi tutti gli elementi con tonalità simili (melanzane, radicchio etc.). Le patate viola si fanno apprezzare anche per il sapore delicato, che ricorda la nocciola, e per un buon profilo nutrizionale, del tutto paragonabile alle più consumate patate a pasta gialla.

La ricetta è molto semplice ed alla portata di tutti. Si tratta di preparare un delizioso condimento a base di aglio leggermente soffritto, acciughe e broccoli, che vengono prima lessati e poi passati in padella. Gli gnocchi vengono prima cotti in acqua bollente, come da tradizione, e poi saltati insieme agli altri ingredienti.

Ricetta gnocchi con broccoli

Preparazione gnocchi con broccoli

Per preparare gli gnocchi con broccoli e acciughe procedete in questo modo.

  • Pulite con cura i broccoli e rimuovendo le parti più dure, poi tagliateli in cimette.
  • Cuocete i broccoli in acqua bollente con poco sale per 5-7 minuti. I broccoli devono risultare morbidi e cedevoli.
  • Poi pelate l’aglio, rimuovete l’anima e riducetelo a trito. Ora soffriggetelo in una padella con tanto olio extravergine di oliva e con le acciughe. Infine, unite le cimette dei broccoli e mescolate con cura.
  • Terminata la cottura, prelevate i broccoli con il mestolo forato.
  • Nell’acqua dove avete cotto i broccoli cuocete gli gnocchi per pochi minuti, il tempo necessario affinché salgano a galla (seguite comunque le indicazioni sulla confezione).
  • Quando gli gnocchi sono pronti, scolateli e versateli nella padella. Aggiungete i broccoli, condite con sale, pepe e mescolate con cura.
  • Servite e buon appetito.

Ingredienti gnocchi con broccoli

  • 500 gr. di gnocchi di patate viola
  • 300 gr. di broccoli
  • 30 gr. di acciughe sott’olio
  • 1 spicchio d’aglio
  • 5 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale e di pepe nero macinato al momento.

Un focus sui broccoli

Gli gnocchi con broccoli e acciughe fanno ampio uso degli ortaggi, infatti ai broccoli è affidata buona parte della resa organolettica del piatto, d’altronde si utilizzano ben tre etti. Tanto di guadagnato visto il loro sapore corposo, la loro versatilità e le loro proprietà nutrizionali. Inoltre, a fronte di un apporto calorico inferiore a 30 kcal per 100 grammi, i broccoli si rivelano una vera e propria miniera di vitamine e sali minerali. Per esempio contengono lo zinco e il selenio, che giovano al sistema immunitario e mantengono elevati i livelli di energia.

I broccoli sono anche ricchi di antiossidanti, sostanze che rendono meno probabile la comparsa del cancro e rallentano l’invecchiamento. Tra questi figura il betacarotene, che agevola anche l’assorbimento della vitamina A, essenziale per la salute degli occhi e della pelle.

Ai broccoli sono attribuite anche funzioni depurative e digestive, dovute all’abbondanza di acqua e di fibre. Inoltre, aiutano a tenere sotto controllo la glicemia e il colesterolo. I broccoli, in occasione di questa ricetta, vengono dapprima lessati e poi passati in padella con l’aglio e con le acciughe. La loro acqua di cottura servirà per cuocere gli gnocchi, e quindi per trasmettere ulteriore sapore.

Tutta la bontà delle acciughe

La ricetta degli gnocchi con broccoli si avvale anche della presenza delle acciughe. Le acciughe contribuiscono a rendere il piatto veramente completo, in quanto apportano grassi e proteine in buona quantità. I grassi, per inciso, fanno parte della categoria omega tre, che incide in modo positivo sulla salute del cuore e agisce in funzione antinfiammatoria. Le acciughe si fanno apprezzare anche per il contenuto di vitamina D, una sostanza che supporta il sistema immunitario.

Tra i sali minerali troviamo soprattutto il fosforo, che sostiene le attività cognitive e in particolare la memoria. A differenza di quanto si crede, le acciughe non sono molto caloriche. Quelle fresche viaggiano sulle 130 kcal, mentre quelle sott’olio (se sgocciolate) superano di poco le 200 kcal. L’unico vero difetto delle acciughe risiede nell’abbondanza di sodio, che dona un sapore sapido e aumenta il rischio cardiovascolare. Dunque, è bene non esagerare con il consumo.

Gnocchi con broccoli e acciughe

L’aglio, un ingrediente essenziale negli gnocchi con broccoli e acciughe

La presenza dell’aglio nella ricetta degli gnocchi con broccoli e acciughe potrebbe creare qualche perplessità, d’altronde non gode di grande fama in quanto viene considerato pesante e fastidioso per l’alito. In realtà, se ben trattato, è un alleato in cucina e persino per la salute. L’aglio insaporisce gli alimenti e li rende più vivaci. Inoltre, se soffritto a dovere, non incide più di tanto sulla “qualità” dell’alito. Questo prezioso bulbo contiene anche alcuni elementi in grado di giovare all’organismo. Il riferimento è ad alcuni sali minerali poco diffusi, come zinco e il selenio.

Il vero punto di forza dell’aglio, tuttavia, è l’abbondanza di allicina. Si tratta di un antiossidante che esercita una funzione protettiva nei confronti del sistema cardiovascolare. Inoltre, riduce il rischio di aterosclerosi e abbassa il colesterolo cattivo, quindi abbatte il rischio di infarti e ictus.

Come scegliere l’olio?

Anche l’olio gioca un ruolo fondamentale negli gnocchi con broccoli e acciughe. Non è un mero elemento di supporto, bensì un vero e proprio ingrediente. L’olio contribuisce ad amalgamare il sapore, inoltre valorizza i broccoli e le acciughe. Proprio per questo occorre fare attenzione a quale olio utilizzare. Ovviamente optate solo per l’olio extravergine di oliva. A tal proposito, come riconoscere un olio di qualità? Per scegliere al meglio dovrete guardare all’aspetto, al sapore e all’odore.

L’aspetto dovrebbe essere brillante, per quanto variabile in base al tipo di olio. Il sapore e l’odore, invece, dovrebbero ricordare le olive fresche. Oltre ad assaggiare l’olio, dovete anche saperlo annusare. Di certo non basta avvicinare il naso alla bottiglia, ma occorre strofinare alcune gocce sul palmo delle mani e odorare in modo intenso, la fragranza che si avvertirà sarà un buon indicatore della qualità dell’olio.

Ricette di gnocchi ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...

Caserecce con pesto di kale

Caserecce con pesto di kale, un primo rustico...

Cosa sapere sul cavolo riccio Il protagonista di queste caserecce è il pesto di kale, o di cavolo riccio. E’ un pesto particolare e un po’ meno aromatico rispetto al pesto con foglie di...

Zuppa di asparagi

Zuppa di asparagi, un primo colorato e gustoso

Un focus sugli asparagi I protagonisti di questa zuppa sono ovviamente gli asparagi. Gli asparagi esprimono una bella tonalità di verde, d’altronde si utilizza un mazzo intero, che equivale a...