Crocchette di melanzane alla curcuma e salvia

crocchette di melanzane
Commenti: 0 - Stampa

Un contorno sfizioso e gluten-free con le crocchette di melanzane

Le crocchette di melanzane alla curcuma e salvia presentate come un contorno o come un delizioso antipasto  hanno davvero tante peculiarità, sia da un punto di vista culinario che nutrizionale. Le melanzane hanno un sapore unico, sono ricche di nutrienti e si sposano perfettamente con la curcuma e la salvia, ovvero un incredibile antibiotico naturale dal gusto inconfondibile e un potente antiossidante, rinfrescante e delicato.

Ovviamente, questa è solamente una breve descrizione di questa pietanza che unisce la bontà alla creatività e al nutrimento per l’organismo. Volete saperne di più? Prima di preparare queste crocchette, è un bene conoscere qualche altro dettaglio che vi aiuterà a prepararle e ad assaporarle con molta più soddisfazione!

Un mix perfetto sotto ogni punto di vista

Questa ricetta gluten-free propone notevoli livelli di vitamine, minerali e antiossidanti, e la melanzana si rivela un ortaggio ricco da non sottovalutare. Originario dell’India, si tratta di un ortaggio tipico dell’estate, che cresceva spontaneamente oltre 4mila anni fa, iniziando però a diffondersi nella nostra penisola solamente intorno al 400 d.C., grazie agli arabi. Attualmente, l’Italia è uno dei paesi europei che esporta più melanzane nel mondo.

crocchette di melanzane alla curcuma e salvia

Questo alimento va mangiato solamente da cotto, in quanto a crudo contiene una sostanza nociva per il nostro organismo. Con il suo interessante valore nutrizionale, questo ortaggio rende le nostre crocchette di melanzane alla curcuma e salvia un piatto digeribile, ricostituente, depurativo, rimineralizzante e in grado di rafforzare il sistema immunitario, di aiutare a mantenere sotto controllo la linea, di alleviare e prevenire l’anemia, e di promuovere la salute delle ossa, del cervello e delle donne in gravidanza.

Secondo alcune ricerche, la melanzana contiene buone quantità di acido clorogenico, dal forte potere antiossidante. Dal Department of Agricultural Research Service, gli studiosi ci fanno sapere che questa sostanza è ottima per ridurre i livelli di colesterolo e contrastare i danni dei radicali liberi.

Il tocco finale per le crocchette di melanzane alla curcuma e salvia

Ipocalorica, ma dal gusto sostanzioso e intenso, la melanzana si abbina alla perfezione con curcuma e salvia, creando un mix vincente da qualunque fronte! La prima è una spezia nota per il suo potere antibatterico e viene spesso definita “antibiotico naturale”. La seconda è un antiossidante incredibile ed è stato riscontrato che aiuta ad alleviare lo stress.

Perciò, a questo punto non ci resta che gioire di tutte queste proprietà e benefici… Andiamo a preparare le crocchette di melanzane alla curcuma e salvia… Non sarà difficile portarle in tavola e, una volta assaggiate, sicuramente non ve ne pentirete e non vedrete l’ora di assaggiarle di nuovo!

Ecco la ricetta delle crocchette di melanzane alla curcuma e salvia!

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 g di melanzane
  • 70 g di pane raffermo consentito
  • 20 g di amido di riso
  • 1 rametto di salvia
  • 120 g di farina di riso
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere
  • 100 g di grissini consentito
  • 2 cucchiai di olio di riso
  • q.b. sale

Preparazione

Lavate le melanzane e privatele del picciolo verde; sistematele su una placca rivestita con carta oleata e cuocetele in forno preriscaldato (meglio se ventilato) a 220° per circa 1 ora. Nel frattempo, mettete il pane in ammollo in acqua fredda per qualche minuto. Quando sarà morbido, strizzatelo per bene e sbriciolatelo in una terrina, mescolandolo con l’amido di riso. Togliete le melanzane dal forno, spellatele e lasciatele raffreddare; sminuzzate la polpa e unitela al pane strizzato. Insaporite il composto con la salvia tritata, la curcuma in polvere e mescolate; salate. Lavorate poi con 100 g di farina e aggiungete un cucchiaio di olio di riso.

Se la consistenza del composto dovesse essere troppo morbida, aggiungete un po’ di farina di riso.

Coprite e lasciate riposare in frigorifero per circa un’ora (per lavorarlo deve essere freddo).

Frantumate grossolanamente i grissini e sistemate le briciole in un piatto fondo.

Riprendete il composto e, con le mani inumidite, formate delle polpettine, passatele poi nella farina rimasta e successivamente nei grissini tritati, pressandole leggermente.

Sistemate le crocchette di melanzane alla curcuma e salvia su una placca rivestita con carta da forno, irrorate con un filo di olio e cuocete in forno già caldo a 180° per circa 15-20 minuti. Potete servirle fredde come antipasto oppure calde come secondo su un letto di insalata.

Idea in  più

Le bucce delle melanzane non gettatele! Provate a passarle in una pastella leggera preparata con farina di riso, acqua frizzante fredda ed un pizzico di sale…. una strategia Intoll-Friendly! :-)

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Camembert con aglio e rosmarino

Camembert al forno con aglio e rosmarino, una...

Camembert al forno con aglio e rosmarino, un antipasto suggestivo Il Camembert al forno con aglio e rosmarino può essere definito un antipasto fuori dall’ordinario. A suo modo, il metodo di...

Falafel con lupini

Falafel con lupini, un delizioso spuntino vegetariano

Falafel con lupini, a metà strada tra la cucina araba e mediterranea I falafel con lupini sono uno spuntino vegetariano, molto leggero e nutrienti. Si tratta, di base, di polpettine realizzate con...

Focaccia con filetto di maiale tonnato

Focaccia con filetto di maiale tonnato per intenditori

Focaccia con filetto di maiale tonnato, una sofisticata combinazione di sapori La focaccia con filetto di maiale tonnato, pomodorini gialli e puntarelle può essere considerata, a secondo degli usi,...

Tramezzino con barbabietola

Sandwich con barbabietola, un pasto veloce e squisito

Sandwich con barbabietola, un meraviglioso incontro tra sapori Il sandwich con barbabietola può essere considerato uno spuntino delizioso, facile da preparare, nutriente e sano. E’ perfetto per i...

Sandwich di anguria

Sandwich di anguria, uno snack tra il dolce...

Sandwich di anguria, una singolare commistione di sapori Il sandwich di anguria è uno stuzzichino davvero peculiare, che reinterpreta il concetto stesso di sandwich e propone un modo diverso di...

Carpaccio di eglefino e anguria

Carpaccio di eglefino, un piatto elegante

Carpaccio di eglefino, un secondo speciale Il carpaccio di eglefino è un secondo molto particolare. Presenta ovviamente alcune caratteristiche dei carpacci classici, ma allo stesso tempo porta...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


26-07-2014
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti