bg header
logo_print

Crocchette di patate con funghi porcini, un ottimo antipasto

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Crocchette di patate con funghi porcini
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 6 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Crocchette di patate con funghi porcini, un perfetto fast food

Le crocchette di patate con funghi porcini sono una ricetta di rosticceria tradizionale, in un certo senso popolare, che promuove non solo il gusto ma anche la genuinità. Sono semplici da realizzare e richiedono pochi ingredienti e facilmente reperibili. Certo sono fritte, ma c’è frittura e frittura. Il segreto per un fritto leggero risiede nell’abbondanza dell’olio, necessaria a realizzare una vera cottura ad immersione; inoltre occorre portare l’olio alla temperatura adeguata (in genere 180 gradi) e far asciugare il fritto su carta assorbente da cucina. Le protagoniste della ricetta sono le patate, gli ortaggi i più consumati in cucina, ma oggetto di alcuni pregiudizi negativi. Per esempio, molti associano le patate ad un cibo grasso e calorico, in realtà contengono solo 80 kcal per 100 grammi. Piuttosto, diventano grasse in virtù di alcuni metodi di cottura non proprio salutari.

Per il resto, eccellono dal punto di vista nutrizionale. Contengono molti carboidrati, dunque forniscono la necessaria energia, ma anche vitamine e sali minerali. In occasione di questa ricetta vanno bollite con tutta la boccia. Una volta pronte, occorre farle raffreddare per poi procedere con la pelatura, che potrà essere fatta a mano. La fase successiva prevede un passaggio nello schiacciapatate e la riduzione in purea. Sotto questa forma, le patate partecipano poi all’impasto, che coinvolge anche altri ingredienti.

Ricetta crocchette di patate con funghi porcini

Preparazione crocchette di patate con funghi porcini

Per le crocchette di patate con funghi porcini iniziate preparando la maionese. In una ciotola versate i tuorli, la senape, il trito di shiso, l’olio di semi di girasole e un po’ di sale. Mescolate e sbattete con una forchetta fino ad ottenere una maionese abbastanza uniforme. Ora pulite i funghi, rimuovendo i residui di terra, poi riduceteli a dadini e cuoceteli in una padella antiaderente con un po’ di olio d’oliva, la nepitella tritata e l’aglio. Intanto lavate le patate e, senza sbucciarle, immergetele in una pentola ricolma di acqua un po’ salata. Accendete il fuoco e lessate le patate, controllando lo stato di cottura con uno stecchino: se riuscite a bucare la polpa dell’ortaggio senza difficoltà, allora sono pronte.

Quando le patate si sono cotte, scolatele e fatele raffreddare. Solo a questo punto sbucciatele e riducetele in purea con lo schiacciapatate. Poi integrate i funghi, il Parmigiano grattugiato, sale e pepe. Mescolate con cura il tutto fino ad ottenere un impasto uniforme. In un piattino aprite un nuovo e sbattetelo, mentre in un altro piattino versate il pangrattato. Con l’impasto create delle polpette di patate e passatele prima nell’uovo e poi nel pangrattato. Infine, friggete in abbondante olio di semi e, non appena sono ben dorate, fate asciugare sulla carta da cucina. Le crocchette di patate con funghi porcini sono pronte per essere gustate.  Servite ancora calde e accompagnate il tutto con la maionese di senape.

Per le crocchette:

  • 500 gr. di patate,
  • 300 gr. di funghi porcini,
  • 1 spicchio di aglio,
  • 8 foglie di nepitella,
  • 100 gr. di pane grattugiato consentito,
  • 1 uovo,
  • 30 gr. di Parmigiano Reggiano,
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva,
  • q. b. di sale allo shiso,
  • q. b. di olio per friggere.

Per la maionese alla senape:

  • 2 tuorli d’uovo,
  • 100 ml. di olio di semi di girasole,
  • 10 gr. di senape consentita,
  • 5 foglie di shiso.
  • q.b. pepe

Le proprietà dei funghi porcini

A formare l’impasto delle crocchette di patate ci sono anche i funghi porcini. Si tratta di funghi molto apprezzati per il loro sapore e per la loro facile reperibilità, proprio per questo sono protagonisti di molte ricette. Possono essere chiamati in causa per i contorni, per i primi (sia di riso che di pasta) e per accompagnare vari tipi di carne. Il loro sapore è deciso, corposo e spiccatamente aromatico. Fate molta attenzione alla fase di pulitura, benché diano l’idea di avere una texture liscia, presentano in realtà delle pieghe e delle asperità in cui si annida il terriccio. Dunque, dateci dentro con gli spazzolini da cucina.

Crocchette di patate con funghi porcini

Una volta che i funghi sono ben puliti, vanno tagliati e cotti in padella con la nepitella, l’aglio e l’olio. A questo punto, sono pronti per essere mescolati alla purea di patate e per formare l’impasto. I porcini eccellono anche sul piano nutrizionale. Sono tra i pochi funghi a contenere sia proteine che carboidrati, che si attestano intorno al 10%. Abbondano anche di vitamine e sali minerali. Il riferimento è soprattutto alla vitamina D, una sostanza piuttosto rara in natura, ma fondamentale per la salute del sistema immunitario. Stesso discorso per il selenio, il potassio, il fosforo e lo zinco. Queste sostanze fanno bene alla circolazione, alle facoltà intellettive e sono degli ottimi antiossidanti.

Potete utilizzare anche i funghi porcini essiccati. Basterà metterli in ammollo per reidratarli prima del loro utilizzo.

Come preparare la maionese alla senape?

Uno dei punti di forza delle crocchette di patate con funghi porcini risiede nell’accompagnamento. Di norma i pezzi di rosticceria vengono accompagnati dalle salse, dunque tanto vale imprimere un tocco di artigianalità anche a queste ultime. In particolare, la ricetta propone un’interessante maionese alla senape, ossia una maionese che integra anche la senape. Il sapore è molto più composito, un po’ meno acidulo e più aromatico rispetto alla maionese tradizionale. Tra l’altro, la ricetta suggerisce anche l’integrazione dello shiso, una sorta di basilico giapponese (anche il sapore è simile).

La senape è associata ai fast food americani, ma in realtà è una salsa di tutto rispetto. Anche perché è la senape in sé a risultare benefica entro certi limiti. Certo, contiene un bel po’ di grassi, ma sono dei grassi “buoni” che giovano al cuore e alla circolazione. La senape, anche sotto forma di salsa, contiene molte sostanze in grado di rallentare l’ossidazione e prevenire il cancro. L’apporto calorico, infine, non è eccessivo: un etto di salsa alla senape non va oltre le 70 kcal.

Ricette di crocchette ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Hamburger di quinoa e melanzane

Hamburger di quinoa e melanzane, una delizia 100%...

Uno sguardo alla quinoa La quinoa è la vera protagonista di questa sfiziosa ricetta. Occupa un posto d’onore negli hamburger di melanzane, adatti anche ai celiaci o a chi manifesta una marcata...

Hamburger di manzo con friggitelli

Hamburger di manzo con friggitelli, un secondo delizioso

Cosa sono i friggitelli? Gli hamburger di manzo e friggitelli sono di norma una ricetta semplice, in quanto a variare non è il procedimento bensì gli ingredienti. Per l’occasione ho deciso di...

Hamburger di patate con porri e zucchine

Hamburger di patate con porri e zucchine, un...

Il porro come ingrediente cardine per la rubrica Erbe e Fiori Preciso che questa deliziosa ricetta è frutto della collaborazione con le mie amiche Miria Onesta di Due Amiche in Cucina, Daniela...