bg header
logo_print

Filetto di branzino al forno in crosta di melanzane

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Filetto di branzino al forno
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 30 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Filetto di branzino al forno in crosta di melanzane, un piatto davvero eccezionale

Oggi ho fatto la spesa per preparare questo meraviglioso piatto che mi potro’ gustare in totale serenità: il branzino al forno in crosta di melanzane e salsa di peperoni dolci.

Vivendo in una cittadina del nord, ho a disposizione diversi negozi di ogni genere, per la ricerca e composizione dei miei piatti preferiti, e cucinare le specialità di qualsiasi paese: mi piace mangiare bene e uscire a cena ogni volta che posso. Se non fosse che per un particolare: sono allergica e intollerante a diversi alimenti che contengono nichel e lattosio.

Sto facendo degli sforzi incredibili per mantenere una vita sociale decente, convincendo i ristoratori a comprendere le esigenze di un soggetto con questo problema.

Ricetta filetto di branzino al forno

Preparazione filetto di branzino al forno

  • Spinate e spellare il filetto di branzino, poi lavatelo con acqua gasata fredda, asciugatelo e conservatelo a 4°C avvolto da un canovaccio asciutto.
  • Arrostite i peperoni sulla fiamma viva fino a far bruciare la pelle, poi metteteli in un sacchetto morbido chiuso e fateli “sudare” (faciliterà la fase di spellatura e darà un leggero gusto di affumicato).
  • Una volta sbucciati e privati dei semi frullate la polpa al Bimby fino ad ottenere tre creme dense ben ferme e dai colori brillanti.
  • Lavate le melanzane e togliete la parte del gambo, infine spuntate il fondo.
  • Con l’aiuto di una mandolina affettate delle fette sottili di melanzana e sistematele su una teglia con carta da forno, poi salate leggermente e spennellate con del succo di limone.
  • Infine, coprite con carta forno e mettete una teglia a fare peso.
  • Poi passate in forno a 150°C per circa 12 min: dovranno risultare cotte, morbide e soprattutto leggermente rosate.
  • Tamponate l’acqua di cottura in eccesso e fate raffreddare.
  • Ora tagliate delle strisce di melanzane larghe quanto il filetto di pesce e avvolgerlo con queste ultime.
  • Su una padella antiaderente calda con pochissimo olio rosolate i filetti di branzino, facendo arrostire il guscio di melanzana.
  • Completate la cottura in forno caldo a 200°C per altri 8min.
  • Sistemate le salse di peperoni distribuendole con gocce irregolari attorno al filetto di branzino in crosta di melanzane.

Ingredienti filetto di branzino al forno

  • 4 filetti di branzino da circa 200 grammi dalla polpa ben soda
  • mezzo kg. di melanzane tonde
  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone giallo
  • 1 peperone verde
  • 1 limone
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q. b. di sale.

Filetto di branzino al forno in crosta di melanzane, un mix perfetto tra pesce e verdure

Oggi cuciniamo il filetto di branzino al forno in crosta di melanzane, un secondo di pesce semplice ma allo stesso tempo gourmet, che viene valorizzato da alcune soluzioni di carattere gastronomico ed estetico. Lo si nota dall’impiattamento, che gioca con i colori e con le consistenze.

Dal punto di vista culinario la ricetta non è altro che filetto di branzino avvolto in fette di melanzane arrostite al forno, impreziosito da tre salse: una di peperoni gialli, una di peperoni verdi e una di peperoni rossi.

Vi consiglio di preparare questo filetto di branzino al forno per le occasioni speciali, quando intendete deliziare i commensali con un secondo di pesce buono e leggero, regalando loro un’esperienza gastronomica di valore.

Ci tengo a precisare che la ricetta del filetto di branzino al forno in crosta di melanzane è anche sana e genuina, in quanto la cottura non prevede l’utilizzo di olio e di altri grassi, siano essi vegetali o animali.

Filetto di branzino al forno

Cosa sapere sul branzino

Approfondiamo ora il discorso sul branzino, che è il vero protagonista di questa ricetta. E’ un pesce azzurro pregiato che non ha nulla da invidiare al merluzzo. Propone un sapore delicato e una carne tenera e asciutta, perfetta per la cottura in forno e in padella (un po’ meno per la griglia). In genere, proprio in virtù del suo potere organolettico, non necessita condimenti complessi o l’impiego di grassi, spezie ed erbe aromatiche.

Il branzino è anche un pesce genuino, infatti contiene molti acidi grassi omega tre, che fanno bene al cuore e alla circolazione. Ciononostante, non è molto calorico, infatti supera di poco le 80 kcal per 100 grammi.

Il branzino è anche ricco di vitamine del gruppo B e di vitamina D, che giova al sistema immunitario come poche altre sostanze in natura. Infine eccelle in fosforo, una sostanza utile al cervello e capace di sostenere la memoria. In occasione di questa ricetta il branzino va pulito, sfilettato, avvolto nelle fette di melanzana, rosolato leggermente e infine cotto al forno per 8 minuti a 200 gradi.

Come preparare la crosta di melanzane per il filetto di branzino al forno

Nel filetto di branzino al forno giocano un ruolo fondamentale le melanzane, che vengono ridotte a fette e cotte al forno, dando vita a una specie di crosta che avvolge il pesce e conferisce al piatto una certa complessità organolettica.

La cottura al forno va gestita in modo peculiare al fine di rendere le melanzane più croccanti possibili. Nello specifico vanno salate, irrorate con abbondante succo di limone e coperte con carta da forno.

Nonostante questo trattamento le melanzane conservano intatte le loro proprietà nutrizionali. Il riferimento è all’abbondanza di vitamine e sali minerali, ma anche alla presenza di antocianine. Queste sostanze, oltre a conferire all’ortaggio il colore viola, si caratterizzano per la funzione antiossidante. In virtù di ciò diminuiscono la probabilità di contrarre il cancro, limitano gli effetti dei radicali liberi e rallentano l’invecchiamento cellulare.

Un bel tris di salse per il filetto di branzino al forno

Tra i punti di forza del filetto di branzino al forno spicca il tris di salse. Queste vengono realizzate con il peperone rosso, il peperone verde e il peperone giallo. Una volta pronte vengono utilizzate per decorare il piatto, quindi disposte goccia a goccia attorno al filetto di branzino cotto al forno. In questo modo concorrono a creare un secondo gourmet bello da vedere.

Preparare le salse è molto semplice, basta passare in padella i peperoni così come si trovano, senza l’aggiunta di grassi. Il calore, unito ad una fase di riposo, diminuirà l’aderenza della buccia, che risulterà molto facile da rimuovere. L’ultimo passaggio prevede la frullatura nel bimby fino a ottenere tre salse di uguale densità.

Le salse non si differenziano solo per il colore, ma anche per il sapore. Il peperone rosso, infatti, è tendenzialmente molto dolce, mentre il peperone verde è più aspro e pungente. Il peperone giallo, infine, è una via di mezzo.

Dal punto di vista nutrizionale, invece, le differenze sono minori. Tutti e tre abbondano per potassio, vitamina C e antiossidanti. Solo il peperone rosso abbonda di luteina e licopene, mentre il peperone verde e il peperone giallo abbondano di betacarotene. Il betacarotene è essenziale in quanto supporta l’assorbimento della vitamina A, utile per la salute della pelle e della vista.

Inoltre, i peperoni – a prescindere dal loro colore – sono poco calorici e digeribili. L’importante è spellarli per bene, a tal proposito potete seguire questa utile guida su come spellare i peperoni, che ho preparato per voi qualche tempo fa.

Quali aromi usare per questo filetto di branzino?

Nonostante l’impiattamento scenografico e le soluzioni suggestive questo filetto di branzino al forno può essere considerato come una preparazione semplice, che si regge su pochi ingredienti. Lo si nota dall’assenza di aromi, spezie ed erbe aromatiche. Si può comunque intervenire in questo senso, aumentando ulteriormente la resa organolettica.

In particolare vi propongo di usare la menta. Raramente questa pianta aromatica viene associata al pesce, tuttavia si abbina molto bene alle melanzane in molte ricette tradizionali, soprattutto siciliane e calabresi. Proprio per questo è una buona idea decorare la crosta di melanzane proprio con la menta.

Al limite potete utilizzare anche un po’ di origano o di prezzemolo, delle erbe aromatiche che ricorrono nei piatti di pesce al forno, alla griglia o ai ferri.

Le alternative al branzino

Il branzino è un pesce pregiato e di norma abbastanza costoso, dunque potreste avvertire la necessità di sostituirlo con un pesce più economico. Ebbene, per fortuna le soluzioni non mancano. Il candidato ideale in questo senso è l’orata, che assomiglia al branzino come consistenza e sapore, ma costa qualche euro in meno al chilo. Ancora più economico è il merluzzo, che si sfalda però molto facilmente se viene passato in padella.

Nessuna di queste alternative lascia a desiderare dal punto di vista nutrizionale. Tutte garantiscono un buon apporto di proteine, fosforo e vitamine del gruppo B. Contengono anche tanti acidi grassi omega tre e una quantità non trascurabile di vitamina D. Per quanto concerne l’apporto calorico non raggiunge mai le 100 kcal per 100 grammi, dunque possono essere considerati dietetici, o per lo meno degni di essere integrati nelle diete dimagranti.

FAQ sul filetto di branzino al forno

Che differenza c’è tra l’orata e il branzino?

Il sapore dei due pesci è simile, a cambiare sono solo le proprietà nutrizionali. Il branzino è infatti più pregiato, anche perché è più ricco di proteine e di acidi grassi omega tre.

Quanto costa il filetto di branzino?

Il branzino è un pesce mediamente costoso, infatti può superare i 30 euro al chilo. E’ possibile però trovare del buon branzino anche a 20 euro al chilo.

A cosa fa bene il branzino?

Il branzino fa bene alla salute in quanto è proteico, ricco di grassi benefici per il cuore e per la circolazione, inoltre apporta anche fosforo (essenziale per le facoltà cognitive).

Come abbinare il branzino?

Il branzino può essere accompagnato da una vasta gamma di vini bianchi, anche se eccelle in particolare con quelli fruttati, che ne esaltano il sapore delicato. Al limite può andare bene anche un vino rosato, purché poco acidulo.

Ricette con branzino ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata con arrosto di alce

Insalata con arrosto di alce, un secondo intenso...

Cosa sapere sulla carne di alce La ricetta dell'insalata con arrosto di alce ci permette di spendere qualche parola sulla carne di alce, così poco diffusa dalle nostre parti eppure così buona. Il...

Hamburger di verdure grigliate

Hamburger di verdure grigliate, un’alternativa vegetariana

Quali verdure usare per questo tipo di hamburger? L’hamburger di verdure grigliate si basa proprio su questi ultimi ingredienti per dare vita ad un secondo piatto davvero gustoso. Quali verdure è...

Lumache fritte

Lumache fritte, un finger food per stupire

Una panatura semplice ma efficace E’ proprio la panatura a qualificare come facile questa ricetta con lumache fritte. La impanatura è formata da farina, uova sbattute con sale e pepe,...