Branzino con percebes e crema di piselli

branzino con percebes
Commenti: 0 - Stampa

Un secondo veloce, leggero e gustoso

Il branzino con percebes su crema di piselli e riduzione di aceto balsamico è un secondo molto facile da preparare e in grado di dare parecchie soddisfazioni, sia in termini di gusto che dal punto di vista tradizionale. Il merito va allo speciale equilibrio che questa semplice ricetta raggiunge, determinata a sua volta dalla felice combinazione degli ingredienti.

La delicatezza del branzino si sposa alla perfezione con il gusto deciso dei percebes, mentre la leggera acidità dell’aceto balsamico smorza quanto basta la corposità della crema di piselli.  Il branzino con percebes su crema di piselli e riduzione di aceto balsamico è anche un piatto dalle proprietà eccellenti. Assenza di grassi, ricchezza di proteine e discreta quantità di fibre gli conferiscono un valore nutrizionale elevatissimo. Ovviamente, è anche una ricetta ipocalorica.

Branzino e percebes: accoppiata vincente

Il branzino è una vecchia conoscenza della cucina italiana. Simile all’orata, ma decisamente più saporito e pregiato, spicca per un sapore delicato che valorizza le proprietà del classico pesce da fiume. Il branzino contiene pochissime calorie, appena 154 calorie per 100 grammi.

Discorso diverso per i percebes, ingrediente che certo non appartiene alla cucina italiana. E’ un mollusco dalla forma strana, che ricorda vagamente un artiglio. Il suo sapore rievoca le asperità dell’oceano: è infatti deciso, corposo, a tratti pungente e leggermente iodato. Come buona parte dei frutti mare dà il meglio di sé quando cotto in acqua bollente.

branzino con percebes

Piselli e aceto: il contrasto dolce-acre

A valorizzare questo secondo piatto è l’accoppiata “a distanza” tra aceto balsamico e crema di piselli. I due ingredienti, infatti, si valorizzano a vicenda, smorzando ciascuno gli eccessi dell’altro. La corposità e la dolcezza della crema di piselli si sposa ottimamente con la punta di acidità dell’aceto balsamico.

Insieme, piselli e aceto garantiscono ai due ingredienti principali (branzino e percebes) note più ampie e una ricchezza di sapori che pochi secondi piatti di questo tipo sono capaci di offrire.  In generale, quindi, il branzino con percebes su crema di piselli e riduzione di aceto balsamico è un secondo certamente da provare, anche in virtù della facile reperibilità degli ingredienti.

Ecco la ricetta del branzino con percebes su crema di piselli e riduzione di aceto balsamico

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 filetti di branzino
  • 200 gr. di percebes
  • 600 gr. di piselli freschi
  • 2 cucchiai di aceto balsamico
  • 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • 1 pizzico di amido di mais
  • qualche filo di erba cipollina
  • q. b. di sale

Preparazione

Iniziate con la crema. Cuocete a vapore i piselli già sgranati, dopodiché passateli nel mixer insieme a due cucchiai di acqua e un pizzico di sale. Una volta che il mixer avrà formato la crema, estraetela e fatela riposare al caldo.

Procedete poi con i percebes. Cuoceteli in abbondante acqua salata per 5-7 minuti. Una volta cotti, scolateli e tagliateli alla base con una forbice. Dopodiché, estraete la parte carnosa e fatela riposare al caldo.

Adesso è il turno dell’aceto balsamico. Riscaldatelo con un po’ di farina d’amido e aspettate che si addensi. Continuate con il branzino: fatelo rosolare in padella a fiamma media, rigirandolo di tanto intanto. Infine impiattate: adagiate la crema di piselli su un piatto, mettete sopra il branzino e posizionate sopra quest’ultimo i percebes, aggiungete infine l’erba cipollina e qualche goccia di aceto balsamico ridotto.

5/5 (48 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Hawaiian Guava Cake

Hawaiian Guava Cake, un dolce dal sapore esotico

Hawaiian Guava Cake, un dolce tra sperimentazione e tradizione L’Hawaiian Guava Cake è l'ideale per stupire i propri invitati con una torta che, pur conservando caratteristiche della pasticceria...

Dalgona Coffee

Dalgona Coffee, un dessert fuori dall’ordinario

Dalgona Coffe, una variante ai ceci Il Dalgona Coffee è una ricetta americana, ma non esattamente legata a particolari tradizioni in quanto diffusa solo di recente. Si tratta di un dessert molto...

Pancho cake

Pancho cake, delizioso dolce dalla Russia gluten free

Il pancho cake, un delizioso dolce della tradizione russa La pancho cake è una ricetta della tradizione russa, in realtà frutto della commistione con la cucina francese. Ciò non deve stupire in...

Breakfast burrito

Breakfast burrito per una colazione all’americana

Il breakfast burrito, un break tra colazione e pranzo completo Il breakfast burrito, proprio come suggerisce il nome, è la variante della celebre pietanza “tex-mex” pensata per la colazione....

Idli

Idli, dall’India un pane diverso dal solito

Le particolarità del pane indiano idli Gli idli sono una specie di tortini di pane originari dell’India. Sono realizzati con il riso e una particolare varietà di lenticchie. L’impasto è molto...

Tacos con arista

Tacos con arista, un secondo messicano-europeo

Tacos con arista, un fast food versione fusion I tacos con arista sono un esempio di preparazione fusion, in quanto mixano elementi della tradizione messicana con elementi della cucina europea. A...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


11-07-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti