Il branzino: proprietà, valori nutrizionali e controindicazioni

Tempo di preparazione:

Il branzino è un alimento insostituibile!

Quando si parla di proprietà, valori nutrizionali e controindicazioni del branzino è utile innanzitutto considerare che si tratta di un pesce marino o d’acqua salmastra molto diffuso nei nostri mari. Pertanto, è molto semplice trovarlo fresco e le sue carni sono davvero molto gustose.  È un prodotto ittico ricco di proprietà e benefici e tutti lo conosciamo anche con il nome “spigola”.

Il branzino è un alimento immancabile nella dieta mediterranea: oltre a essere un alimento prelibato, è povero di grassi e carico di proteine e si presta bene a più tipi di cottura, che ne mantengono intatte le proprietà organolettiche. Potrete cucinarlo alla griglia, al sale o al cartoccio e arricchirlo con succo di limone o salse a scelta…

Valori nutrizionali e proprietà da considerare

Le qualità principali di questo pesce sono sicuramente la leggerezza e la digeribilità: un filetto di spigola da 100 grammi propone infatti un apporto calorico di sole 97 kCal, 18 grammi di proteine e 1,7 grammi di grassi. Non contiene carboidrati e lascia spazio a minerali e vitamine, in particolare: fosforo (198 mg), potassio (256 mg), magnesio (40 mg), sodio (69 mg) e calcio (15 mg). Quando si tratta di proprietà, valori nutrizionali e controindicazioni del branzino è opportuno considerare anche l’apporto di vitamine.

Questo alimento è un’ottima fonte di vitamina A (retinolo), vitamina B1 (tiamina) e vitamina B2 (riboflavina). Con i suoi nutrienti, il consumo di branzino contribuisce alla reidratazione dell’organismo e al recupero dei minerali necessari in particolare alle ossa e al sistema nervoso. Inoltre, la presenza di acidi grassi come l’omega 3 è essenziale per la prevenzione di malattie cardiovascolari e infiammatorie ed è altamente consigliata per ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel sangue.

Accorgimenti e controindicazioni: la scelta del branzino… perfetto!

Fortunatamente, questo pesce ha tante buone proprietà di cui possiamo gioire senza preoccupazioni. Infatti, non sono note particolari controindicazioni nell’assunzione di questo alimento. Tuttavia, vorrei comunque darvi un consiglio: al momento dell’acquisto, fate attenzione alla sua provenienza. C’è una notevole differenza tra il branzino da allevamento e quello pescato in mare aperto: come capita spesso, i pesci oggetto di acquacoltura possono essere sottoposti a trattamenti antibiotici e trattati con ammoniaca per garantirne una più lunga conservazione.

Perciò, verificarne la provenienza è molto importante. Inoltre, è necessario fare attenzione alla freschezza del pesce, che non deve presentare rigonfiamenti, ma avere il tipico “occhio vivo”, la carne rosa sotto le branchie e una pelle brillante. Detto questo, adesso che sapete quali sono le principali proprietà, i valori nutrizionali e le controindicazioni del branzino, è il momento di introdurre questo alimento nei vostri menu un po’ più regolarmente: vi aiuterà ad avere una sana e corretta alimentazione, senza rinunciare al prelibato sapore di un buon piatto!

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *