Vellutata di ceci e castagne, un primo sano e gustoso

Tempo di preparazione:

Oggi vi parlo di un primo piatto sano e gustoso, perfetto per gli intolleranti al lattosio e al glutine. Di cosa si tratta? Della vellutata di ceci e castagne. Versione creativa di una ricetta molto semplice da preparare, vi assicuro che lascerà i vostri ospiti davvero soddisfatti.

Quando si ha poco tempo per cucinare la vellutata può davvero salvare la situazione! In questo caso siamo pure davanti a una ricetta caratterizzata dalla presenza d’ingredienti a dir poco nutrienti e sani. Iniziamo ad approfondirne le caratteristiche partendo dai ceci.

Alla scoperta delle proprietà benefiche dei ceci

I ceci sono legumi caratterizzati dalla presenza di proprietà nutritive molto importanti. La prima da ricordare riguarda l’apporto proteico. Questi principi nutritivi sono così presenti da aver fatto guadagnare ai ceci la denominazione di carne dei poveri.

Una discreta presenza di grassi (5%) rende questi legumi più “morbidi” all’assaggio. Nella maggior parte dei casi si tratta di acidi grassi omega 3, che favoriscono l’abbattimento dei livelli di colesterolo cattivo nel sangue. Come già detto, contengono proteine in quantità paragonabile a quelle dei fagioli, ma la loro qualità biologica è superiore.

I ceci sono venduti secchi o sterilizzati in scatola. I ceci macinati danno una farina giallognola ingrediente base di molti piatti della tradizione ligure, toscana e umbra. Il tempo di ammollo dei ceci secchi è di 10-12 ore, in acqua fredda, con 1 o 2 cambi di acqua, che va eliminata. Per la cottura ci vogliono almeno 3 ore.

Tutti i benefici delle castagne

Anche la castagne si contraddistinguono per benefici davvero importanti, che vale la pena di approfondire. Quando si cerca di sapere qualcosa di più in merito è bene soffermarsi sull’apporto vitaminico. In particolare le castagne contengono vitamina B2 e vitamina PP, due sostanze che ricoprono un ruolo essenziale per la salute dei tessuti.

Quando si parla delle proprietà del secondo ingrediente principale di questa vellutata di ceci e castagne bisogna ricordare anche la presenza di minerali importanti come fosforo e potassio. Utili per tenere sotto controllo lo stress e valido rimedio naturale contro l’inappetenza, le castagne fanno la differenza soprattutto per chi pratica sport, e può solo trarre giovamento dal loro alto valore biologico.

Il loro utilizzo in cucina è molto ampio. Si possono infatti trovare in ricette come questa, ma anche come ingredienti principali d’infusi. La polpa, in alcuni casi, viene utilizzata in ambito cosmetico come emolliente naturale per la pelle del viso. Ci sarebbe da scrivere tantissimo sulle proprietà delle castagne! A questo punto la soluzione migliore è gustarle come ing

Ingredienti per 4 persone

  • 300 gr. di ceci
  • 100 gr. di castagne
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • sale

Preparazione

Sciacquate velocemente i ceci e lasciateli in ammollo in acqua fredda per 12 o più ore. Cambiate l’acqua un paio di volte.

Fate soffriggere in una casseruola con 2 cucchiai di olio. lo spicchio d’aglio sbucciato e il rametto di rosmarino per 5 minuti. Eliminate l’aglio e versate nella casseruola i ceci ben scolati, lasciandoli insaporire per circa qualche minuto.

Coprite i legumi con abbondante acqua, portate a ebollizione e lessateli per circa 2 ore e mezzo o fino a quando saranno teneri. Nel frattempo, prendete le castagne e fatevi un’incisione con un coltellino affilato lungo il dorso, quindi mettetele ad abbrustolire nel forno. Quando saranno ben cotte, sbucciatele per bene e togliete loro la pellicina esterna.

Verso la fine della cottura salate. Frullate i ceci e le castagne dentro il brodo di cottura con un frullatore a immersione. Distribuite nei singoli piatti la crema ottenuta, conditela con l’olio extravergine di oliva.

Si può anche accompagnare con verdura (scarola o bietola) lessate, tritate grossolanamente e insaporite nell’olio prima di unirle alla vellutata.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *