Zuppa di crescione alla paesana, un comfort food

Tempo di preparazione:

Pronti per assaporare una gustosa zuppa di crescione alla paesana?

Per chi ama i pasti caldi e genuini, la zuppa di crescione alla paesana si rivela proprio la soluzione ideale. È ricca di vitamine, minerali e antiossidanti, ma anche di gusto e di un mix di sapori semplici e in grado di soddisfare ogni palato.

Prepararla non sarà difficile e, oltre al crescione, ci regala tutta la bontà del topinambur… Se non conoscete le qualità di questi alimenti, non vi preoccupate: prima di preparare questa zuppa faremo un piccolo viaggio alla scoperta di questi due ingredienti!

Crescione e topinambur: peculiarità e benefici

Il crescione, Nasturtium officinale, è una pianta perenne che fa parte della famiglia delle Crocifere e che cresce vicino ai corsi d’acqua e alle zone particolarmente paludose. È un alimento molto aromatico, un po’ acidulo e con qualche nota piccante, che viene usato molto in cucina e che, ai tempi dei romani, veniva usato per le sue proprietà afrodisiache e terapeutiche. Carico di minerali e vitamina A, B1, B2, B3, B5, B6, C, E, e K, si rivela un’ottima fonte di folati e beta-carotene.

Secondo gli studi, questa pianta protagonista della zuppa di crescione alla paesana vanta di proprietà antitumorali, antiossidanti e antisettiche; favorisce la salute della tiroide, delle ossa, dell’apparato respiratorio e della pelle; e si rivela ottima in caso di depressione e per le donne in gravidanza. È estremamente ipocalorica e non può essere consumata da persone con problemi di gastrite o ulcera.

In questa ricetta, proprio come vi ho già accennato, troviamo anche il topinambur, Helianthus tuberosus (chiamato anche “tartufo di canna”, “patata americana” e “carciofo di Gerusalemme”), che appartiene alla famiglia delle Compositae e presenta numerose proprietà benefiche per l’organismo salute. Offre buone quantità di proteine e fibre, di minerali e vitamine. I ricercatori e i nutrizionisti affermano che propone validi effetti depurativi, digestivi ed energizzanti, e che si rivela un valido alleato contro colesterolo e diabete. Promuove in particolare la salute del sistema cardiocircolatorio, dell’intestino e dei capelli.

Prepariamo la zuppa di crescione alla paesana?

Sicuramente, con tutti questi benefici, non si può far altro che apprezzare ancor più questa preparazione che, oltre al crescione e al topinambur, gode della presenza di altri preziosi e deliziosi ingredienti, quali il brodo, gli scalogni, la panna senza lattosio, il Parmigiano Reggiano, l’olio extravergine d’oliva e un tuorlo d’uovo.

Insomma, con questi buoni presupposti, personalmente non vedo l’ora di preparare di nuovo la zuppa di crescione alla paesana. Voi che ne pensate? Provatela e fatemi sapere!

Il mio prof. per la mia intolleranza al nichel mi limita molto la patata ma il topinambur me lo concede e il crescione è inserito nella dieta una volta a settimana

Ingredienti per 6 persone:

  • 3 mazzi di crescione;
  • 600 gr. di topinambur;
  • 1,5 lt. di brodo vegetale;
  • 2 scalogni;
  • 1/2 bicchiere di panna Accadi;
  • 50 gr. di parmigiano reggiano 36 mesi grattugiato;
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 tuorlo d’uovo;
  • q.b. sale.

Preparazione

Mondate le bietole, lavatele in acqua fredda, sgocciolatele e sminuzzatele. Tritate finemente gli scalogni, ponete il trito in una casseruola, aggiungete l’olio, quindi lasciatelo dolcemente imbiondire. Unite allora i topinambur (in precedenza pelati e lavati) tagliate a tocchetti, rimescolate e, dopo 10 minuti, aggiungete le bietole. Rimescolate, poi aggiungete il brodo.

Incoperchiate il recipiente e lasciate cuocere per 40 minuti. Trascorso tale tempo, passate nel vaso del frullatore elettrico la preparazione fino ad ottenere una crema liscia. Controllate la sapidità e, se fosse necessario, aggiungete ancora una presa di sale.

Servite immediatamente con dei crostini di pane tostato e una spolverata di parmigiano.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Nota per l’intolleranza al nichel

Nota per l’intolleranza al nichel

Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione a basso contenuto di Nichel e osservare tutte le regole relative a cosmetici, detersivi, pentole e stoviglie, abbigliamento idoneo etc.

printfriendly pdf button nobg md Zuppa di crescione alla paesana, un comfort food

4 commenti a “Zuppa di crescione alla paesana, un comfort food

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *