bg header
logo_print

Tagliolini al tartufo, dalla tradizione piemontese

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Tagliolini al tartufo
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
3.2/5 (5 Recensioni)

La pasta fresca, una delle tradizioni italiane che preferiamo

I tagliolini al tartufo sono un primo piatto semplice ma saporito che ci consente di valorizzare un formato di pasta fresca piemontese buono e versatile.

I tajarin, il cui nome dialettale potremmo tradurre con “tagliolini”, hanno uno spessore che potremmo definire una via di mezzo tra i capelli d’angelo e le tagliatelle. Si tratta di una pasta all’uovo porosa ed irregolare, tipica di tutta l’area piemontese ed in particolare delle Langhe e del Monferrato.

Oltre che prodotto tipico del Piemonte, troviamo questo formato di tagliolini anche in Molise. I tajarin sono registrati negli elenchi ufficiali come prodotti agroalimentari di entrambe le regioni.

Si definiscono tagliolini quelle paste all’uovo trafilate con uno spessore compreso tra i due ed i tre millimetri. Come tradizione vuole, questi tagliolini, ancora oggi, vengono lavorati a mano e sono per questo dalla forma irregolare.

Piatti e porosi, questi tagliolini sottili cuociono in pochissimi minuti, in genere circa due minuti o al massimo quattro.

Ricetta tagliolini al tartufo

Preparazione tagliolini al tartufo

Per preparare i tagliolini al tartufo, mettete come prima portate a ebollizzione abbondante acqua salata. Nel frattempo che l’acqua bolle, dedicatevi alla preparazione del condimento.

In una padellina, sciogliete il burro ed unite un pizzico di noce moscata, il sale e il parmigiano reggiano. Unite un mestolo di acqua di cottura della pasta e attendente che evapori, formando una salsina.

Insaporite con l’aggiunta di un po’ di sale e pepe, poi mettete il condimento da parte fino a termine della cottura della pasta.

Scolateli al dente e versateli nella padella con la salsa e lasciate insaporire qualche minuto mescolando. Se avete ospiti celiaci ricordatevi di non utilizzare il cucchiaio di legno.

Dopo aver saltato la pasta in padella, dividetela in porzioni e, versate nel piatto da portata. Sui singoli piatti, tagliate a fresco il tartufo riducendolo a lamelle sottili. Servite il tutto ancora caldo con una spolverata di parmigiano e buon appetito!

Ingredienti tagliolini al tartufo

  • 320 gr. di tagliolini Caponi
  • 80 gr. di parmigiano reggiano 36 mesi
  • 1 tartufo nero
  • 80 gr. di burro chiarificato
  • q. b. di noce moscataun pizzico di sale

Tagliolini con tartufo, un primo delicato ma pregiatissimo

Come ogni primo a base di tartufo, anche i tagliolini al tartufo sono un piatto elegante, semplice e pregiato. Con un ingrediente di così alto valore e proprietà nutrizionali, non potrebbe essere diversamente. D’altronde i tagliolini sono sempre abbinati a sughi leggeri, delicati, freschi, magari serviti con burro o brodo.

Come condire tagliolini al tartufo? La salsina per il condimento non è altro che un ristretto di parmigiano reggiano e burro, aromatizzato alla noce moscata e lavorato con l’acqua calda.

Tagliolini al tartufo

Il tartufo primeggia su questo piatto come una corona, un meraviglioso accessorio capace di sprigionare profumi e sapori intensissimi, derivanti dal bosco e propri  della stagione autunnale. Una pietanza che, servita a tavola, regala golosità e piaceri intensi.

Tagliolini e tradizioni: meraviglie da preservare

Preparare i tagliolini al tartufo con una pasta qualsiasi, industriale o d’altro formato, leverebbe davvero metà del gusto a questa pietanza. La lavorazione della pasta fatta in casa resta una delle tradizioni che dovremmo conservare in maniera indelebile, affinché si preservino i sapori genuini, intensi e buoni che queste pietanze sanno sprigionare.

La vita quotidiana, la fretta e la routine non devono farci dimenticare che “sporcarci” le mani con la farina può essere una delle soddisfazioni più belle che possiamo avere.

Peraltro, la lavorazione della pasta all’uovo può essere un ottimo anti-stress, non trovate? Anche se non siete troppo pratici, pasticciare un po’ in cucina è un buon modo per riflettere, rilassarci e produrre qualcosa di buono.

Questa pasta si lavora a mano tirandola col mattarello, arrotolandola su sé stessa e tagliandola a striscioline sottili con un coltello.

La pasta è uno dei tesori della cucina italiana, uno dei prodotti che ci distinguono nel mondo ed uno di quelli che vengono copiati o imitati. Per questi tagliolini con il tartufo dunque non acquistate delle imitazioni e scegliete tagliolini artigianali o fatti in casa.

Il fascino del tartufo: un viaggio nella gastronomia

Quando si parla di alta cucina e di sapori prelibati, non si può evitare di menzionare il tartufo. Questo straordinario fungo sotterraneo è una vera delizia per i palati raffinati e ha una lunga storia di apprezzamento nella gastronomia.

Tra le varietà di tartufo, il tartufo bianco d’Alba spicca come una delle gemme più pregiate. Conosciuto come il “re dei tartufi”, il tartufo bianco d’Alba è rinomato per il suo aroma irresistibile, il suo sapore unico e la sua rarità. La sua raccolta avviene da settembre a dicembre e culmina con la Fiera Internazionale dedicata a questo straordinario ingrediente.

I tagliolini al tartufo sono uno dei modi più raffinati per gustare questa prelibatezza. La preparazione di questo piatto è semplice ma richiede ingredienti di alta qualità. Una selezione accurata del tartufo è fondamentale, indipendentemente che si scelga il tartufo bianco o nero.

Il tartufo nero, anch’esso molto apprezzato, ha un sapore leggermente diverso ma altrettanto irresistibile. La sua raccolta avviene in diverse stagioni a seconda della varietà, rendendolo disponibile in diverse epoche dell’anno.

La preparazione dei tagliolini al tartufo richiede pochi passi, ma il risultato è un piatto straordinario che incanterà i vostri ospiti. Un’abbondante dose di burro, il tartufo affettato sottilmente e una spolverata di Parmigiano Reggiano grattugiato, se lo desiderate, sono gli ingredienti chiave per creare questa delizia culinaria.

Il tartufo, sia bianco che nero, aggiunge un tocco di lusso e sofisticazione a qualsiasi piatto. La sua fragranza avvolgente e il suo sapore unico sono un’esperienza sensoriale straordinaria.

Quindi, se siete amanti della buona cucina e volete deliziare il vostro palato, non esitate a provare i tagliolini al tartufo, una prelibatezza che vi farà innamorare del fascino misterioso di questo straordinario fungo sotterraneo.

Ricette con tartufi ne abbiamo? Certo che si!

3.2/5 (5 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Ravioli con sugo di pesce

Ravioli con sugo di pesce, un primo piatto...

Come preparare il sugo di pesce Il pezzo forte di questo primo piatto di pasta a base di ravioli è il sugo di pesce. Potremmo considerarlo come una sorta di ragù “ittico”, specie se si guarda...

Riso Jasmine con tofu

Riso Jasmine con tofu, un bel primo orientale...

Cosa sapere sui germogli di fagioli mungo Prima di parlare della ricetta del riso Jasmine facciamo un bella panoramica degli ingredienti in gioco, o almeno di quelli che meritano una menzione...

muas

Il muas, l’ottimo budino salato della tradizione altoatesina

Quale farina utilizzare? Si fa presto a dire farina di mais, in realtà le varianti sono davvero numerose e adeguate a una specifica classe di ricette. Per il muas, ossia questo delizioso budino...