bg header
logo_print

Liquore alle rose, un alcolico insolito e dal gusto delicato

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Liquore alle rose
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: P30DT10 min
cottura
Cottura: 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (3 Recensioni)

Lo speciale liquore di rose o rosolio di rose

Il liquore alle rose è molto particolare. Vi è mai capitato di assaggiarlo? Fin dal primissimo sorso, l’ho ampiamente adorato e quindi vi consiglio di provarlo al più presto. Se non lo avete ancora fatto, è decisamente arrivato al momento di farlo. E vi dirò di più: ho intenzione di condividere con voi la ricetta di questa bevanda diversa dal solito!

Prepararlo non sarà difficile, avrete solo bisogno di pazienza e, naturalmente, degli ingredienti giusti! Infatti, si tratta di un liquore insolito dal gusto delicato e leggero, caratterizzato dalla fragranza delle rose, che si può fare in casa: sarà un vero elisir, da preparare per occasioni speciali come può essere la Festa della Mamma. Ha origini molto antiche nato nei conventi di suore e si tramanda di generazione in generazione grazie alle nostre nonne.

Ricetta liquore alle rose

Preparazione liquore alle rose

Come fare il liquore di rosa?

  • Pulite i petali di rosa e pestateli un poco in un mortaio. Versateli in un vaso di vetro a chiusura ermetica, infine unite i fiori di gelsomino, l’uva passita, la melissa e la scorza di limone.
  • Coprite con l’alcol e tappate.
  • Conservate al buio in un luogo fresco e scuotete il vaso ogni tre giorni per 1 mese.
  • Preparate uno sciroppo con l’acqua e lo zucchero.
  • Poi fate sobbollire per 20 minuti. Spegnete e aspettate che raffreddi.
  • Filtrate attraverso un panno leggero l’alcol aromatizzato (fate questa operazione velocemente perché l’alcol evapora) e unitelo allo sciroppo.
  • Trasferite subito il liquore alle rose in bottiglie da mezzo litro e tappate.
  • Conservate al buio per 2 mesi e poi non perdete tempo: regalatelo a chi amate e/o assaporatelo al più presto!

Ingredienti liquore alle rose

  • per 2 bottiglie
  • 100 gr. di petali di rose fresche
  • 20 foglie di melissa
  • 10 gr. di fiori di gelsomino
  • 50 gr. di uva passita
  • 10 gr. di scorza di limone
  • 1 litro di alcool alimentare a 90°
  • 500 gr. di zucchero
  • 500 gr. di acqua. 

Liquore alle rose, una bevanda elegante

Il liquore alle rose è un’alternativa ai classici superalcolici a base di agrumi e frutta. Esprime una marcata eleganza, che si declina in un colorito tra il rosso il fucsia, nonché in un sapore delicato. E’ perfetto come aperitivo alcolico, ma anche come digestivo. Il suo grado alcolico non è molto elevato, sicché risulta parecchio versatile.

Il liquore alle rose è comunque facile da preparare. Il procedimento non si differenzia molto da quello del limoncello, giusto per intenderci. Si tratta di creare una soluzione di petali di rose fresche, aromi e alcol. Tale soluzione viene fatta riposare al chiuso, all’interno di un contenitore ermetico.

Dopo un mese viene filtrata, lasciata raffreddare e mescolata con uno classico sciroppo di zucchero. Poi si imbottiglia e si attende ancora per un po’ di tempo prima di poterla assaggiare.

Per inciso, la soluzione alcolica va impreziosita non solo con i petali di rosa, ma anche con la melissa, con i fiori di gelsomino, con la scorza di limone e con l’uva passita. Le operazioni di filtraggio vanno eseguite con un panno a maglie strette, in modo da ottenere una bevanda priva di residui. A questo scopo, il semplice colino potrebbe non bastare.

Di cosa sanno i petali di rosa?

Come suggerisce il nome, i protagonisti di questo liquore sono le rose. Ovviamente vanno utilizzati solo i petali, che regalano molte soddisfazioni sia in termini visivi che organolettici. Proprio grazie ai petali di rosa il liquore assume una tonalità rossastra e tendente al viola-fucsia. Il sapore dei petali è a malapena accennato e valorizzato da sentori aciduli.

Ma i petali di rosa hanno anche interessanti proprietà nutrizionali. Sono poveri di vitamine e sali minerali, ma contengono molti antiossidanti, sostanze che aiutano a prevenire il cancro e rallentano l’invecchiamento. Secondo la medicina naturale, la rosa interviene anche contro le infiammazioni, inoltre idrata e rende la pelle più lucente.

Prima di essere immersi nella soluzione alcolica, i petali di rosa vanno pestati leggermente in un mortaio. Solo così potranno trasmettere i propri sentori e i principi nutrizionali.

Le proprietà della melissa

Tra i punti di forza del liquore alle rose spicca la varietà organolettica. Il merito va alla fase di macerazione dei petali, che viene effettuata con l’alcol, ma anche ad alcuni ingredienti molto aromatici. Troviamo per esempio la melissa, che ricorda un po’ il limone. La melissa viene eliminata durante le operazioni di filtraggio, ma riesce a trasmettere parte dei suoi principi nutritivi, incidendo in modo positivo sugli stati di ansia, insonnia e nervosismo.

Anche i fiori di gelsomino concorrono ad impreziosire il liquore. Nello specifico apportano un sapore dolciastro ma gradevole, che ricorda la frutta zuccherina. Stesso discorso per l’uva passita, che associa alla soluzione alcolica una coloritura più corposa.

Il contributo della scorza di limone nel liquore alle rose

Tra le “spezie” del liquore alle rose troviamo anche la scorza di limone. Le virgolette sono d’obbligo se si considera che il limone non è una spezia vera e propria, sebbene si comporta come tale. Nello specifico la scorza di limone apporta un sentore amarognolo, esaltato dai sentori acri della polpa del frutto. In linea di massima e un’aggiunta gradevole, che imprime un certo equilibrio al liquore.

Ma la scorza di limone è preziosa anche sul piano nutrizionale, infatti contiene la vitamina C (che giova al sistema immunitario) e sali minerali, come il potassio, il calcio, il ferro e il fosforo. Inoltre, contiene anche l’acido citrico che agevola l’assorbimento del ferro e funge da battericida.

La scorza di limone è utile per le difese immunitarie e contribuisce alla digestione. Tuttavia, in virtù di un innegabile carattere astringente, può causare qualche problema in chi soffre di colon irritabile o gastrite. Mi raccomando, bastano solo 5 grammi di scorza di limone a bottiglia. Se esagerate, avrete un liquore troppo acre che sa poco di rosa.

Qualche piccolo consiglio da non sottovalutare

Come avrete capito, il liquore alle rose è un ottimo regalo, non solo per la Festa della Mamma. Può essere donato per qualunque occasione e festività ma, per poter fare questo prezioso dono alla vostra mamma o a qualunque persona importante per voi, dovrete mettervi in moto con un po’ di anticipo: almeno tre mesi… ma il successo è garantito!

Per il liquore alla rosa, cercate di trovare una bottiglia un po retrò, preferibilmente dalla forma particolare. Così, l’effetto sarà ancora migliore… Tuttavia, sappiate inoltre che questo fiore vanta proprietà molto interessanti. Secondo le ricerche è un ottimo riequilibrante, rinforza il sistema nervoso, è un valido digestivo e può contribuire alla riduzione dello stress. Per questo motivo, la rosa viene utilizzata persino per la preparazione di tisane, oli essenziali, cosmetici e rimedi naturali validi per le più svariate esigenze.

In pratica, state preparando un dono a dir poco fantastico! E se vorrete farvi un regalo per voi stessi… certamente non avete tutti i torti! A questo punto, non vi resta che reperire tutti gli ingredienti e passare all’azione! Devo provare a fare anche la grappa di rose o il rosolio alle rose. Che ne dite? Mi date una ricetta provata e garantita?

Ricette liquori fatti in casa ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (3 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Pollo alla birra

Pollo alla birra, un secondo piatto semplice e...

La carne di pollo, un’autentica alleata in cucina Il protagonista della ricetta del pollo alla birra è ovviamente la carne bianca. Il pollo è una delle carni più consumate in assoluto, se non...

Pere caramellate allo zafferano

Pere caramellate allo zafferano, un aromatico dessert

Pere caramellato allo zafferano, un dolce diverso dal solito Oggi vi presento un dessert fuori dal comune, ovvero le pere caramellate allo zafferano. Si inseriscono nel solco delle “pere cotte”...

pollo Yassa

Il pollo Yassa, un piatto senelagese speziato e...

Alla scoperta del pollo Yassa Lo Yassa è un piatto senegalese a base di pollo e di riso. Un piatto completo, che si fa apprezzare per la varietà dei sapori e per un utilizzo massiccio delle...