Strudel con gorgonzola, insuperabile!

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Tempo di Cottura
    30 Minuti
  • Porzioni per
    6 persone
Strudel con gorgonzola

Provare per credere!

Lo strudel con il gorgonzola dolce dop è una straordinaria ricetta in grado di esaltare due eccellenze: da una parte lo strudel, dall’altra il gorgonzola dolce dop. Che come sapete è un gustosissimo formaggio cremoso e morbido con sapore dolce e aromatico, leggermente piccante, dalla pasta vellutata e bianca, cosparsa dalle tipiche venature verdi che lo rendono così apprezzato da milioni di buongustai.

Il gorgonzola è insuperabile spalmato su crostini di pane caldo meglio con un pò di miele di acacia oppure su fette di polenta abbrustolita. In ogni cucina è spesso presente per veloci spuntini, per preparare stuzzicanti antipasti, e come ingrediente di innumerevoli primi e secondi piatti o di salse e creme: è speciale fuso sulla pizza  o su una fumante polenta.

Il gorgonzola, così dolce e burroso, predilige vini, siano essi rossi o bianchi, caratterizzati da una certa morbidezza e sapidità. Ottimi i Riesling, il Pinot Bianco, il Merlot, il Langrein Kretzer, l’Orvieto Classico, il Frascati Sup., la Malvasia secca.

Il gorgonzola dolce dop è un gustosissimo formaggio cremoso e morbido con sapore dolce e aromatico, leggermente piccante, dalla pasta vellutata e bianca, cosparsa dalle tipiche venature verdi che lo rendono così apprezzato da milioni di buongustai. Il gorgonzola è insuperabile spalmato su crostini di pane caldo meglio con un pò di miele di acacia oppure su fette di polenta abbrustolita. Unito allo strudel, il gorgonzola esalta sapori e piaceri

Strudel con gorgonzola: un’idea da provare!

Unire i gusti di questi due campioni della cucina, lo strudel e il gorgonzola dolce dop, è un po’ come fare un salto nella storia provando a incrociare gusti e sapori che derivano da culture diverse.

Il gorgonzola per esempio è un tipico formaggio che si produce tra Lombardia e Piemonte, in una terra di confine tra le due regioni che viene chiamata Insubria. Più che un semplice formaggio, il gorgonzola, detto anche familiarmente zola, è una sorta di manifesto culturale e identitario, il simbolo delle meraviglie casearie di questa parte di Nord Italia che ha saputo promuovere nel mondo un’eccellenza apprezzata universalmente.

Non meno prestigiosa è la storia dello strudel, un dolce a pasta arrotolata il cui nome in tedesco significa vortice. Nato come dessert nei territori germanici e ungheresi, anche se le sue origini possono spingersi geograficamente ancora più in là, verso l’antica Grecia, è stato introdotto in Italia nel territorio del Triveneto, quando Sud Tirolo, Trentino, Veneto e Friuli Venezia Giulia facevano parte dell’impero Austro-Ungarico. Ancora oggi, nonostante una diffusione sostanzialmente nazionale, lo strudel viene preparato principalmente nelle regioni del Nord Est.

Ingredienti per 6 persone

  • 1 panetto pasta briseè
  • 400 gr ricotta delattosata
  • 150 gr gorgonzola dolce DOP
  • 2 albumi uova
  • 1 tuorlo uova
  • 50 gr mandorle tritate
  • 3 gocce limone
  • q.b. sale

Procedimento

  1. Preriscaldate il forno a 220°. Nel frattempo, in una ciotola lavorate la ricotta con due albumi, il gorgonzola e il sale, amalgamatevi metà mandorle tritate e gli albumi delle due uova montati a neve con le gocce di limone.
  2. Stendete la pasta sfoglia allo spessore di alcuni millimetri, mettete il composto su 1/3 del lato lungo, cospargete la pasta con le restanti mandorle, arrotolatela su se stessa sigillando bene le estremità. Spennellate la superficie con il tuorlo diluito con un po' d'acqua e cospargetela di sale. Cuocete in forno per circa 30 minuti. Ritirate, disponete lo strudel sul piatto da portata e servitelo a tavola.

Condividi!

Un commento a “Strudel con gorgonzola, insuperabile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *