bg header
logo_print

Ciambellone alle noci e salame al pepe, una ricetta gustosa

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Ciambellone alle noci e salame al pepe
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
preparazione
Preparazione: 15 min
cottura
Cottura: 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (48 Recensioni)

Ciambellone alle noci e salame al pepe, l’evoluzione del concetto di torta salata

Il ciambellone alle noci e salame al pepe è una torta salata molto particolare. In primis, perché presenta una quantità e una varietà di ingredienti davvero elevate, il ché indica anche un certo equilibrio dal punto di vista nutrizionale. Sia chiaro, non siamo di fronte a una ricetta ipocalorica, tutt’altro, ma senz’altro a una delle torte salate più “salutari” in assoluto, o almeno più complete da questo punto di vista. Visto anche l’impatto visivo, che soprattutto grazie alla decorazione di sale al pepe offre una resa niente male, possiamo considerare questo ciambellone una torta salata da provare assolutamente.

Per quanto possa sembrare grassa, essa si pone allo stesso livello delle altre torte salate, se ci si limita ad analizzare questo aspetto. Tuttavia, se si guarda agli ingredienti con occhio clinico, si scopre che la scelta è davvero azzeccata ed efficace dal punto di vista nutrizionale. Il riferimento è in particolare alle noci, la frutta secca più salutare in assoluto in quanto ricchissima di acidi grassi omega tre, ma anche alla farina di mais bianco, che consente il consumo anche ai celiaci e a chi manifesta difficoltà nell’assorbimento del glutine. Di questo specifico alimento parlerò nei prossimi paragrafi.

Ricetta ciambellone alle noci

Preparazione ciambellone alle noci

  • Per la preparazione del ciambellone alle noci e salame al pepe iniziate separando gli albumi dai tuorli.
  • Versate i tuorli nel mixer insieme all’olio e al salame, frullate fino a quando non avrete ottenuto un composto dalla consistenza simile alla maionese. Inserite il formaggio nel mixer e frullate ancora un po’.
  • A parte, unite gli albumi e il maltitolo e montate fino a quando non avrete ottenuto un composto spumoso ma stabile.
  • Unite quest’ultimo composto a quello simil-maionese ed aggiungete la farina, dopo averla setacciata, insieme al lievito. Date una mescolata al composto ma senza troppo energia, altrimenti rischiate di smontarlo.
  • Adesso infornate a 180 gradi per 15-20 minuti. Per finire, applicate una decorazione sulla superficie con delle fette di salame al pepe e con un po’ di noci.

Ingredienti ciambellone alle noci

  • 130 gr. di farina di mais bianco
  • 30 gr. di amido di riso
  • 70 gr. di olio di noci
  • 100 gr. di salame al pepe
  • 200 gr. di uova (circa 4)
  • 120 gr. di formaggio cremoso consentito
  • 40 gr. di maltitolo
  • 4 gr. di lievito
  • 30 gr. di noci per decorazione
  • q. b. di fette di salame al pepe per decorazione.

Come scegliere il formaggio cremoso per il ciambellone alle noci

Il formaggio cremoso gioca un ruolo fondamentale nella ricetta del ciambellone alle noci, infatti partecipa attivamente alla preparazione del composto, benché venga aggiunto quasi per ultimo (poco prima della farina). Lo scopo è di dotare l’impasto di un sapore che ricorda il latte, e quindi tra il dolce e l’acidulo. Cionondimeno, il formaggio cremoso impatta in modo positivo sulla consistenza, stabilizzando d’impasto e rendendo più efficace l’amalgama degli ingredienti.

Ciambellone alle noci e salame al pepe

Ovviamente se soffrite di intolleranza al lattosio fate attenzione al formaggio cremoso. Di base contiene molto lattosio, quindi è off limits. Tuttavia, in commercio si trovano molte varianti delattosate, che hanno un sapore quasi del tutto simile ai prodotti contenenti lattosio. A seconda della qualità del prodotto, però, potreste sperimentare un sentore più dolce e meno acidulo, un effetto collaterale del delattosamento (che scinde il lattosio in due zuccheri semplici).

Perché abbiamo usato la farina di mais bianco?

Un altro ingrediente fondamentale del nostro ciambellone alle noci e salame al pepe è la farina di mais bianco. Ufficialmente sostituisce la farina di grano allo scopo di rendere questa preparazione compatibile con i regimi alimentari di chi soffre di celiachia o di intolleranza al glutine. Il mais, infatti, è del tutto privo di questa sostanza. In realtà, è ben più di un surrogato: anzi, il mais bianco gode di una identità organolettica propria, in grado di apportare molto in termini di gusto. Ad ogni modo, il mais bianco è anche un alimento ricco di caratteristiche benefiche per l’organismo, che ovviamente sono presenti anche nella farina che si ricava da esso.

Dal punto di vista nutrizionale, la farina mais bianco spicca per l’eccezionale quantità di fibre, che supera di tre volte quella della farina di tipo zero, ed è superiore persino a quella della farina integrale. Da segnalare è anche la quantità di ferro, che è abbondante, così come quella di fosforo e calcio. Ottimo è anche l’apporto vitaminico, e in particolare della vitamina B6. Un’altra caratteristica importante della farina di mais è l’indice glicemico molto basso, che la rende adatta anche ai diabetici o comunque a chi sta sostenendo una dieta finalizzata al dimagrimento. Infine, della farina di mais si apprezza l’elevata digeribilità dovuta principalmente alle fibre.

Di cosa sa l’olio di noci?

La lista degli ingredienti del ciambellone alle noci (o ciambella alle noci) comprende anche l’olio, una risorsa fondamentale per qualsiasi impasto che voglia dirsi morbido. Tuttavia, non si tratta di un olio qualsiasi, bensì dell’olio di noci. Il suo utilizzo è giustificato dalla presenza delle noci nella decorazione, ma anche dalle sue potenzialità organolettiche. Rispetto all’olio di oliva, infatti, è più delicato e fruttato, inoltre i sentori delle noci emergono in modo deciso nella fase di retrogusto.

L’olio di noci è un prodotto di nicchia, tuttavia lo si trova anche nei supermercati attrezzati. Nondimeno, può essere acquistato online in qualche e-commerce specializzato. L’olio di noci è un prodotto particolare, che a differenza di altri tipi di olii non può essere preparato in casa. Per la produzione di questo tipo di olio è necessaria una pressa adeguata ad estrapolare i grassi dalle noci. In questo modo si garantisce la conservazione delle vitamine e dei sali minerali della materia prima.

Quante uova utilizzare nel ciambellone alle noci?

Come per qualsiasi ciambellone salato che si rispetti, anche quello alle noci conta sul contributo delle uova. Per questa ricetta si utilizzano quattro uova, una quantità non indifferente e leggermente superiore a quella degli altri ciambelloni. Il motivo è semplice: un impasto così ricco richiede un impiego più intensivo degli addensanti, una categoria in cui partecipano anche le uova (grazie all’albume).

L’utilizzo di così tante uova potrebbe impensierire qualcuno, d’altronde contengono il colesterolo. Tuttavia, i timori sono infondati in quanto le quattro uova fanno riferimento all’intero ciambellone, che è pensato per quattro – sei persone. Per il resto le uova sono alimenti salutari, infatti contengono proteine, sali minerali e vitamine abbastanza rare, come la vitamina K, essenziale per tenere sotto controllo la densità del sangue. Le uova non sono nemmeno così caloriche: un uovo medio apporta circa 60 kcal.

FAQ sul ciambellone alle noci

Come abbellire un ciambellone?

Se il ciambellone è salato, come in questo caso, potreste aggiungere della frutta secca tritata, per esempio delle noci, le nocciole tostate o i pinoli. Se il ciambellone è dolce, può andare bene una bella sventagliata di zucchero a velo.

Perché la ciambella è dura?

I motivi per cui la ciambella può risultare dura sono due: si è utilizzato un forno ventilato, che per questo genere di preparazioni non è il massimo, oppure si è prolungata la cottura oltre il limite consentito, innescando una sorta di biscottatura.

Perché la ciambella non si gonfia?

Se la ciambella non si gonfia la “colpa” è della proporzione tra farina e lievito: se il lievito è presente in una quantità eccessiva la ciambella avrà difficoltà ad “alzarsi”. Il motivo risiede nella tendenza a creare nell’impasto spazi che fanno fuoriuscire l’aria.

Quando si mangia il ciambellone?

In alcune zone d’Italia il ciambellone fa parte della tradizione domenicale, tuttavia può essere consumato quando si vuole, magari come pasto completo.

Ricette di ciambellone ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (48 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Crostini di foie con melone bianco

Crostini di foie con melone bianco, un antipasto...

Quale foie utilizzare per avere dei deliziosi crostini maigre Non vi sarà sfuggito il termine “maigre” al posto del classico crostino di foie gras. Ebbene, non si tratta di un errore, ma del...

Arepas con perico venezuelano

Arepas con perico venezuelano, uno spuntino perfetto

Storia e importanza delle arepas in Venezuela Le arepas vantano una storia molto lunga. L'arepa è originaria del Venezuela, in quanto veniva preparata in epoca pre-colombiana dalle popolazioni...

Bruschette di pane danese con cervo

Bruschette di pane danese con cervo, un piatto...

Cosa sapere sulla carne di cervo Un altro protagonista di queste bruschette di pane danese è il cervo. A tal proposito vi consiglio di utilizzare la carne per arrosto, che è in genere più morbida...