bg header
logo_print

Strudel con patate e spinaci, una versione rustica

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Strudel con patate e spinaci
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Strudel con patate e spinaci, degli ingredienti semplici per un ottimo snack salato

Lo strudel con patate e spinaci è una rivisitazione in chiave salata della celebre pietanza austriaca. L’aspetto è quello di sempre, in quanto appare come una treccia allungata dalla tonalità dorata. Il ripieno, però, è molto diverso. Al posto della confettura e della frutta troviamo un composto di patate, spinaci e formaggi assortiti. Al palato questo strudel rivela tutto il suo carattere rustico, addolcito da una spiccata morbidezza.

Il sapore che emerge più chiaramente è quello amarognolo ma gradevole degli spinaci. La loro presenza è giustificata anche da uno spessore nutrizionale superiore a tante altre verdure. Oltre alla vitamina C e al potassio, che sono piuttosto ricorrenti, troviamo antiossidanti abbastanza rari come la luteina. A completare il tutto vi è un apporto ingente di fibre, che bilanciano la flora intestinale e aiutano a digerire. L’apporto calorico degli spinaci, infine, è molto basso: siamo sulle 30 kcal per 100 grammi.

Ricetta strudel con patate e spinaci

Preparazione strudel con patate e spinaci

Per preparare lo strudel con patate e spinaci iniziate proprio da questi ultimi. Pulite gli spinaci e passateli in padella con un po’ di olio, condendo con sale e pepe. Dovrebbero bastare 5 minuti, poi fate raffreddare gli spinaci e ricavatene un trito grossolano.

Ora fate la scamorza a cubetti piccoli e grattugiate il formaggio. Infine cuocete le patate al forno per 60 minuti, fatele raffreddare, pelatele e schiacciatele per bene.

Incorporate la purea di patate così ottenuta negli spinaci e aggiungete la maggiorana tritata, il pecorino grattugiato e la scamorza. Poi condite ancora con sale e pepe. Stendete il rotolo di pasta sfoglia conservando la carta forno, distribuite il ripieno sulla sua superficie in corrispondenza della parte centrale.

Applicate dei tagli obliqui e ripiegateli i lembi per coprire il ripieno e formare una specie di treccia. Date una spennellata con uovo sbattuto e cuocete a 180 gradi per 20 minuti circa. Infine fate raffreddare e servite.

Ingredienti strudel con patate e spinaci

  • 1 rotolo pasta sfoglia consentita
  • 500 gr. di spinaci o erbette
  • 600 gr. di patate
  • 1 mazzetto di maggiorana
  • 50 gr. di pecorino stagionato
  • 100 gr. di scamorza stagionata
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale e di pepe.

La giusta varietà di patate per questo strudel

Un altro ingrediente importante del ripieno di questo strudel con spinaci è la patata. Le patate vengono cotte al forno, schiacciate e unite agli spinaci. A questo punto il dubbio è legittimo: sono più adatte le patate a pasta gialla o quelle bianche? In genere la scelta è tra queste due varietà. Le patate devono comunque finire in poltiglia, quindi in termini di consistenza sono simili. La scelta sta dunque a voi e al vostro gusto personale. Se desiderate sentori più decisi, optate per le patate a pasta gialla. Se invece desiderate sentori più delicati è opportuno scegliere le patate bianche.

A prescindere dalla varietà, le patate aggiungono corpo e sapore al ripieno. Aggiungono anche molti nutrienti, tra cui soprattutto i carboidrati. Non mancano però le vitamine e i sali minerali. Idem per l’amido, una presenza sempre gradita quando si deve preparare un composto morbido. Per quanto concerne l’apporto calorico è bene sfatare un mito, infatti le patate non sono un pericolo per la linea: un etto non va oltre le 80-90 kcal.

Le proprietà della scamorza

Il ripieno dello strudel con patate e spinaci conta anche su alcuni formaggi, in particolare sulla scamorza e sul pecorino. La scamorza è uno dei formaggi più apprezzati, in quanto coniuga la sapidità tipica dei formaggi mediamente stagionati con dei sentori delicati e a tratti dolci. Il ripieno è anche nutriente, anzi ha poco da invidiare ai più accreditati Grana e Parmigiano Reggiano. Troviamo una cospicua dose di proteine, una quantità non trascurabile di vitamina D (che fa bene al sistema immunitario) e di calcio, una sostanza fondamentale per la salute delle ossa e dei denti. La scamorza non è nemmeno troppo grassa, anzi non va oltre le 350 kcal per 100 grammi.

Per quanto concerne il Pecorino, si apprezza una spiccata sapidità, che funge da boost per questo interessante ripieno. Il profilo nutrizionale del pecorino è simile alla scamorza, ma i nutrienti sono più concentrati. Si tratta di un effetto “fisiologico” del pecorino, dettato dalla stagionatura più lunga e dalla conseguente riduzione di acqua.

Strudel con patate e spinaci

Il tocco della maggiorana nello strudel con patate e spinaci

Lo strudel con patate e spinaci è una pietanza equilibrata, che offre sentori molto rustici ma comunque delicati. Il merito va anche a un impiego moderato delle spezie. Se si escludono sale e pepe, infatti, si utilizza la sola maggiorana, una pianta aromatica di uso comune che lascia sempre il segno. Dal punto di vista del sapore la maggiorana può essere associata all’origano, rispetto al quale però propone note un po’ più amarognole e molto più delicate. Come tutte le erbe con funzione di spezia, la maggiorana fa bene alla salute, infatti ricopre un ruolo non solo in gastronomia ma anche nella medicina naturale.

In particolare, la maggiorana è un rimedio formidabile contro i disturbi digestivi legati alla stitichezza, alla diarrea e al meteorismo. Inoltre stimola l’equilibrio ormonale e torna molto utile in caso di disordini del ciclo mestruale. Infine contribuisce a risolvere le infiammazioni e ad attenuare i dolori cronici.

Come preparare il ripieno?

La ricetta dello strudel con patate e spinaci è molto semplice da realizzare. L’unico elemento di difficoltà, se così si può chiamare, riguarda il ripieno. Niente di così gravoso, infatti basta trattare gli ingredienti in modo separato e poi unirli al momento giusto. In particolare gli spinaci vanno passati in padella con un po’ di olio per non più di 5 minuti, mentre le patate vanno cotte al forno per un’ora, poi vengono pelate e infine schiacciate.

Gli spinaci e le patate vanno poi uniti, ben mescolati e arricchiti con i formaggi (scamorza a dadini e pecorino grattugiato). In questa fase vanno aggiunti anche sale, pepe e maggiorana. La ricetta si conclude con la composizione dello strudel e con la sua particolare forma a treccia. Infine si procede con la classica cottura in forno a 180 gradi per 20 minuti.

Ricette di strudel ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Torta di borragine e yogurt

Torta di borragine e yogurt, una quiche rustica...

Un focus sulla borragine Vale la pena entrare nel dettaglio di quello che è l’ingrediente principale di questa torta, ovvero la borragine. Si tratta di una pianta aromatica dal forte connotato...

Pizza in padella senza lievito

Pizza in padella senza lievito, una ricetta facile...

Pizza cotta in padella? Sì può fare Il metodo principale per la cottura della pizza è ovviamente nel forno a legna. E’ proprio in questo modo che si garantisce la proverbiale morbidezza,...

Torta salata con fagiolini

Torta salata con fagiolini, una quiche rustica e...

Un focus sui fagiolini Vale la pena parlare dei fagiolini, che rappresentano il tratto distintivo di questa torta salata rispetto alle ricette della medesima categoria. I fagiolini sono teneri (se...