bg header
logo_print

Latte e menta, la bevanda che rinfresca e rigenera

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Latte e menta
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Latte e menta, una bevanda semplice dalle tante proprietà

Il latte e menta è una bevanda classica e semplice, che spicca per il sapore e per le proprietà benefiche. E’ una bevanda che rinfresca, rigenera e riequilibra l’organismo, soprattutto dal punto di vista digestivo.

Prepararla è un gioco da ragazzi, basta versare dei cubetti di ghiaccio in un bicchiere, aggiungere lo sciroppo di menta, il latte e mescolare energicamente. In tal modo si formerà uno sottile strato di schiuma molto gradevole al palato.

L’unica difficoltà della preparazione del latte e menta riguarda le dosi. Il rischio di sbagliare e produrre una bevanda poco equilibrata è molto alto. A tal proposito vi consiglio di utilizzare una parte di sciroppo di menta e sette parti di latte. Se si abbonda con la menta la bevanda risulta troppo forte e dolce, quindi stancherebbe già dopo i primi sorsi. Invece, se si abbonda con il latte la menta emergerebbe poco chiaramente, svuotando di senso la bevanda.

Ricetta latte e menta

Preparazione latte e menta

  • Per preparare il latte e menta seguite questi semplici passaggi. In un bicchiere versate i cubetti di ghiaccio.
  • Poi unite lo sciroppo di menta e il latte.
  • Mescolate rapidamente il tutto, in modo da ottenere una leggera spuma.
  • Infine, decorate con qualche ciuffetto di menta prima di servire.

Ingredienti latte e menta

  • 200 ml. di latte intero consentito
  • 30 ml. di sciroppo di menta
  • 6 cubetti di ghiaccio
  • 1 ciuffetto di menta fresca.

Quando bere il latte e menta?

Il latte e menta è una bevanda semplice da realizzare che può essere bevuta in ogni occasione, basta mescolare tra di loro gli ingredienti e il gioco è fatto. Tuttavia, il latte e menta dà il meglio di sé a fine pasto. Il motivo è semplice: la menta garantisce una buona funzione digestiva e allo stesso tempo il latte aumenta il senso di sazietà, segnalando all’organismo che il pasto è terminato.

Tuttavia, in virtù della sua freschezza intrinseca, il latte e menta può essere consumato anche nei pomeriggi estivi, quando si avverte la necessità di una bevanda che contrasti la calura. In questa occasione può essere accompagnata da un dolcetto o, perché no, da un gelato.

Il latte e menta può essere bevuto anche a colazione, d’altronde l’incidenza del latte è notevole e rappresenta l’ingrediente base di questa bevanda dissetante.

Quale latte utilizzare?

Nella bevanda latte e menta quale tipo di latte è opportuno utilizzare? La domanda è giustificata dal fatto che esistono in commercio vari tipi di latte. L’elemento che li differenzia è la scrematura, ovvero il processo che priva il latte della sua parte densa. Il parzialmente scremato è in genere più leggero, ma anche meno saporito. Il latte intero è invece più pesante ma anche più intenso. Non è un caso che venga utilizzato nelle ricette dolciarie, quando deve contrastare il sapore di tanti altri ingredienti.

Nonostante l’apporto calorico più elevato (65 kcal contro 45) vi consiglio di utilizzare il latte intero. E’ l’unico tipo di latte in grado di emergere al cospetto della menta e di interagire al meglio con essa.

Ovviamente se soffrite di intolleranza al lattosio utilizzate il latte delattosato. Questo tipo di latte è presente ormai in tutti i supermercati, inoltre non manifesta importanti differenze sul piano organolettico rispetto al prodotto originale. Nella peggiore delle ipotesi si potrebbe avvertire soltanto un sapore leggermente più dolce.

menta

Le proprietà della menta

La bevanda latte e menta ci da modo di parlare di una pianta aromatica dalle grandi proprietà e dai mille usi. La menta viene utilizzata sia nella cucina salata che in quella dolce. Nel primo caso funge da spezia, utile per arricchire carni bianche e ortaggi. Quest’uso è attestato in particolare nelle culture gastronomiche nel sud Italia (pensiamo alle melanzane con menta e aceto). Nel secondo caso la menta è spesso impiegata per preparare creme, dessert o decorazioni.

La menta è anche protagonista della medicina naturale, infatti vanta molte proprietà benefiche: aiuta a digerire, risolve gli episodi più leggeri di nausea e contribuisce a risolvere le affezioni respiratorie. E’ anche un ottimo antiossidante grazie all’abbondanza di mentolo, che aiuta a prevenire il cancro e rallenta l’invecchiamento.

Come preparare lo sciroppo del latte e menta?

In questa ricetta la menta compare nella sua variante fresca solo nella fase di guarnizione, per il resto si usa lo sciroppo di menta. Stiamo parlando di una preparazione rinfrescante, perfetta per comporre bevande estive e dessert. Lo sciroppo è anche facile da preparare in quanto richiede pochi ingredienti: foglie di menta fresche, zucchero e acqua.

Si inizia lavando e asciugando qualche foglia di menta, poi si porta ad ebollizione una miscela di acqua e zucchero, mescolando fino al completo scioglimento dello zucchero. Una volta ottenuto uno sciroppo denso e appiccicoso si abbassa la fiamma e si aggiungono le foglie di menta, lasciando in infusione per almeno dieci minuti. Badate bene, il tempo di infusione impatta sull’intensità dello sciroppo.

Lo sciroppo viene poi lasciato raffreddare e filtrato per rimuovere le foglie. Infine, viene trasferito in una bottiglia o in un barattolo ermetico. Una volta aperto, lo sciroppo va conservato in frigorifero e consumato entro un anno.

FAQ sul latte e menta

A cosa fa bene il latte e menta?

Il latte e menta fa bene all’organismo su più livelli. Tanto per cominciare aiuta a digerire grazie alle proprietà benefiche della menta, che è un rimedio rapido contro gli episodi più leggeri di nausea. Il latte e menta, inoltre, aumenta la sensazione di sazietà ed è quindi perfetto come fine pasto.

Quante calorie ha un bicchiere di latte e menta?

Un bicchiere di latte e menta ha poco meno di 200 kcal, è quindi più calorico di quanto si possa immaginare. Ma non potrebbe essere altrimenti visto che contiene lo sciroppo (ricco di zuccheri) e il latte intero, che è il più grasso tra i diversi tipi di latte.

Quali sono le controindicazioni della menta?

Le controindicazioni della menta sono legate a condizioni specifiche. Dovrebbe evitare la menta chi soffre di ipotiroidismo, le donne in gravidanza o quelle che stanno allattando. Il mentolo può essere infatti neurotossico per i feti e per i neonati.

Ricette di bevande al latte ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Cocktail leggero con azzeruoli

Cocktail leggero con azzeruoli per un aperitivo rinfrescante

Un focus sugli azzeruoli Gli azzeruoli sono frutti molto particolari e sono ideali per un cocktail leggero come questo. Un tempo erano molto consumati, poi caddero nell’oblio durante l’età...

bevanda al tamarindo

Una bevanda al tamarindo per rinfrescarsi con gusto

Come dolcificare la bevanda al tamarindo La bevanda al tamarindo è buona così com’è, soprattutto per chi ama i sapori intensi, aromatici e vagamente astringenti. Tuttavia, potete anche...

Frappe al gianduia

Frappè al gianduia, una versione che sa di...

Come fare un frappè perfetto? Ecco qualche trucchetto Preparare il frappè al gianduia è semplicissimo, basta versare tutti gli ingredienti nel frullatore e frullare fino a quando non si ottiene...