Sciroppo di Yacon , dolcificante per i diabetici

sciroppo di yacon
Commenti: 0 - Stampa

Un valido rimedio naturale: ecco la radice di Yacon

In natura ci sono molte radici dalle fantastiche proprietà curative e quella di Yacon è sicuramente una di quelle. Proviene dall’omonima pianta originaria del Sud America, il cui nome scientifico è Smallanthus Sonchifolius, e viene utilizzata sia come rimedio naturale, che portata in cucina come un dolcificante e/o un alimento. In ognuno dei casi, questo vegetale può comportare dei potenziali e numerosi benefici per la salute.

Proprio per questo motivo, esistono anche validi integratori alimentari preparati con questa radice. In particolare, è molto utile per le persone in sovrappeso, per coloro che hanno problemi di colesterolo alto o che lottano costantemente con irregolarità digestive. Tuttavia, questo non è tutto: si tratta di un rimedio che può comportare molti altri effetti positivi per il benessere dell’organismo. A questo proposito, andiamo a vedere cosa può fare per la nostra salute.

Può davvero fare la differenza questa radice

Come abbiamo detto, questo rimedio naturale è noto soprattutto per la sua capacità di favorire la perdita di peso e questo è stato riscontrato più volte e in numerose ricerche. In uno studio, in particolare, è stato somministrato uno sciroppo a base di questa radice ad un gruppo di persone con la necessità di dimagrire. Dopo 4 mesi, ìl risultato è stato: una notevole riduzione del peso, ma anche dell’indice di massa corporea.

Secondo i ricercatori, questo è in parte dovuto alle proprietà lassative di cui è dotata la radice di Yacon. In poche parole, quest’ultima ha la capacità di stimolare i transiti intestinali. Oltre a questo, è utile sapere che questo rimedio naturale può aumentare notevolmente il senso di sazietà dopo ogni pasto.

Tra le altre potenzialità di questo vegetale, troviamo anche quella di ridurre i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue, proteggendo così il sistema cardiovascolare dal rischio di malattie cardiache e disturbi correlati. In generale, questo rimedio naturale è capace di migliorare la salute dell’apparato digerente e trattare persino alcuni tipi di colite.

Questo effetto è dovuto alle proprietà prebiotiche di questa radice, che influenzano lo sviluppo della microflora presente nel sistema digestivo, comportando così un corretto funzionamento di tutti gli organi e una notevole regolarità intestinale.

radice di yacon

Consigli relativi all’integrazione alimentare a base di radice di Yacon

Come abbiamo detto, esistono diversi integratori e prodotti naturali a base di questo vegetale. Pertanto, ognuno di noi ha la possibilità di scegliere la forma che più preferisce, per poi usufruire di tutte le potenzialità di questo rimedio erboristico. Tuttavia, è opportuno seguire attentamente le indicazioni riportate sull’etichetta di ogni prodotto e non superare le dosi consigliate.

Infatti, pur trattandosi di un rimedio naturale, anche il consumo di radice di Yacon potrebbe comportare alcuni effetti collaterali. Questo è molto raro, ma è utile considerare che qualche ricerca ha comunque constatato che alcune persone possono soffrire di un’allergia nei confronti di questo vegetale e quindi possono anche manifestare delle gravi reazioni. Anche qui si tratta di rare eventualità, ma prestare attenzione e usare il buon senso è sempre la scelta più giusta.

Oggi vi parlo di un’altra golosità che viene dal Sudamerica che non influenzerà minimamente il vostro peso, anzi: si tratta dello sciroppo di Yacon, un dolcificante naturale ottenuto dall’evaporazione del succo di Yacon.

Lo Yacon è una pianta simile a quella della patata dolce, che cresce rigogliosa sulle Ande ed è stata mangiata e usata per scopi medicinali per centinaia di anni.

È considerata la fonte naturale più ricca al mondo di frutto – oligosaccaridi: questo tipo di zuccheri è molto dolce, ma non è assorbito dal corpo umano.

Perciò non alza i livelli di glucosio nel sangue ed è quindi indicato per i diabetici.

Le molte proprietà di questo sciroppo di Yacon

È l’ideale anche per chi vuole perdere peso, in quanto ha un basso valore calorico. I frutto – oligosaccaridi non digeriti diventano cibo per i batteri “amici” presenti nel nostro intestino grasso: questi ultimi producono acidi grassi a catena corta, che hanno potenti effetti anti – obesità.

Se assunto quotidianamente, lo sciroppo di Yacon crea anche una sensazione di pienezza, in quanto può abbassare i livelli dell’ormone grelina, riducendo così il senso di fame.

Ha un alto contenuto di flavonoidi, antiossidanti e polifenoli, che si sono dimostrati utili nella prevenzione del cancro e delle malattie cardiache.

Può abbassare anche il livello di colesterolo “cattivo”, LDL, e, secondo studi preliminari, potrebbe agire come anticoagulante, diminuendo la possibilità di formazione di coaguli e riducendo la pressione sanguigna.

È ricco anche di fibre alimentari, per cui favorisce la digestione e può aiutare a ridurre la costipazione.

Lo Sciroppo di Yacon in cucina

Si presenta come una sostanza simile alla melassa e si usa come qualsiasi altro sciroppo per addolcire prodotti da forno, frullati, dolci, salse e condimenti di ogni tipo.

Potete anche adoperarlo per creare un sostituto dello zucchero di canna: vi basta mescolare una tazza di xilitolo (un sostituto dello zucchero derivato da alberi di betulla) con due cucchiai di sciroppo Yacon e agitare fino a ottenere un composto uniforme marrone.

Attenzione, però, a non assumerne troppo tutto in una volta: potrebbe avere effetti simili a quelli che si manifestano se si mangiano più fibre solubili di quante se ne consumano.

Quando troppe di queste raggiungono l’intestino, infatti, si ha un’eccessiva produzione di gas e questo porta a flatulenza, diarrea, nausea e problemi digestivi.

Per ottenere i massimi benefici, inoltre, si consiglia di riscaldarlo a temperature non troppe elevate, dato che alcuni dei nutrienti potrebbero essere distrutti.

Vi consiglio dunque di scaldarlo a temperature moderate o di versarlo semplicemente nel te caldo o nel caffè come alternativa allo zucchero normale: gioverà alla vostra linea e soprattutto al vostro organismo!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Miele di ulmo

Miele di ulmo, il dolce nettare del Cile

Un focus su un miele davvero particolare Il miele di ulmo non è un miele come tutti gli altri. In primis perché è legato strettamente a una specifica cultura agroalimentare, ossia quella cilena....

zucchero di dattero

Lo zucchero di dattero è il dolcificante più...

La storia dello zucchero di dattero Lo zucchero di dattero è un alimento decisamente esotico, almeno per gli standard europei. Eppure si sta lentamente diffondendo anche in questa parte del mondo,...

zucchero di sciroppo di acero

Alla scoperta dello zucchero di sciroppo di acero!

State cercando un ottimo dolcificante?. Alla scoperta dello zucchero di sciroppo di acero!. Al giorno d’oggi, grazie a una maggiore consapevolezza, sono moltissime le persone che decidono di...

Miele di timo

Miele di timo : proprietà e benefici e...

Si fa presto a dire timo: questo piccolo, resistente arbusto conta numerose specie, non solo aromatiche e virtuose in erboristeria, ma anche ornamentali in orti, terrazze e giardini. Ricordiamo il...

Miele di avocado

Miele di avocado dalle notevoli proprietà

Incredibilmente, esiste anche il miele di avocado - un frutto di cui non ci sarebbe mai venuto in mente il fiore! Invece, si chiama così il miele ottenuto proprio dal nettare dei fiori di avocado...

Miele di coriandolo

Raro e insolito: Miele di coriandolo

Eccome un altro dei rari e insoliti: il miele di coriandolo è tra questi perché il polline da cui proviene è quello di una pianta annuale di popolarità recente e di disponibilità tuttora non...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


02-06-2015
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti