bg header
logo_print

Moon Milk, la classica bevanda della buona notte

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Moon Milk
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4/5 (3 Recensioni)

Moon Milk, una bevanda gustosa che riconcilia il sonno

Il moon milk è la bevanda perfetta per il relax serale. Andrebbe bevuta prima di andare a dormire per conciliare il sonno e svegliarsi più riposati. Non è solo “utile”, ma anche buona. D’altronde è ricca di spezie come la cannella, la noce moscata e il ginseng. Prepararla è semplice, come tutte le bevande rilassanti del resto. Basta riscaldare il latte insieme alle spezie, in modo da favorire un’amalgama completa, e dolcificare con abbondante miele.

La ricetta che vi presento suggerisce quale latte e quali spezie utilizzare, ma a partire da questa base potete apportare tutte le modifiche che vi aggradano o reputate necessarie. L’importante è scegliere gli ingredienti con raziocinio, prestando la massima attenzione alle interazioni tra i vari sapori. Infatti alcune spezie sono particolari e potrebbero non abbinarsi con il latte. Per esempio, io di tanto in tanto aggiungo la vaniglia, che agisce anche come blando dolcificante.

Ricetta moon milk

Preparazione moon milk

Per preparare il moon milk riscaldate il latte fino al bollore, tenendo la fiamma bassa. Poi aggiungete gradualmente le spezie e l’olio di cocco (o il burro chiarificato).

Fate sobbollire a fiamma ancora più bassa per 5-8 minuti. Infine lasciate intiepidire e aggiungendolo il miele, facendolo sciogliere gradualmente. Ora non vi resta che gustare il vostro moon milk!

Ingredienti moon milk

  • 1 tazza di latte di mandorla
  • mezzo cucchiaino di ginseng in polvere
  • mezzo cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 pizzico di cardamomo macinato
  • mezzo cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1 pizzico di pepe nero e 1 pizzico di noce moscata
  • un cucchiaio di miele
  • 1 cucchiaio di olio di cocco o burro chiarificato.

Quale latte utilizzare nel moon milk?

La ricetta del moon milk che vi presento oggi suggerisce l’impiego del latte di mandorla. E’ probabilmente il latte vegetale più famoso e consumato, oltre ad essere anche il più buono. La sua presenza è giustificata dalla capacità di interagire con gli altri ingredienti ma anche dall’assenza di lattosio. In tal modo la bevanda può essere consumata dagli intolleranti al lattosio senza dover ricorrere al latte delattosato. Ovviamente potete utilizzare il latte classico se non avete problemi di intolleranze, oppure altri tipi di latte vegetale, come quello di nocciola e di cocco.

Il latte di mandorla spicca anche dal punto di vista nutrizionale. E’ abbastanza grasso, è vero, ma i suoi grassi sono benefici in quanto appartengono alla categoria omega 3, quindi giovano alla circolazione e al cuore. Il latte di mandorla è anche ricco di vitamine, come la vitamina E, che funge da antiossidante e aiuta a prevenire il tumore. Non mancano poi i sali minerali, tra cui spicca il magnesio, che sostiene i livelli energetici dell’organismo.

Le mille proprietà del ginseng

Tra  gli ingredienti più peculiari del moon milk, o almeno nella versione che vi presento oggi, spicca il ginseng. La presenza della famosa radice di origine asiatica potrebbe far storcere il naso agli amanti delle bevande rilassanti. In effetti genera un effetto “risveglio”, ma in questo caso è davvero indicata. Il ginseng, infatti, impiega molto a sortire questo effetto, quindi chi lo consuma e si mette subito a dormire non solo si garantisce un sonno tranquillo, ma si risveglia all’indomani molto più riposato.

Al di là di ciò, il ginseng vanta tante altre proprietà. E’ ricco di sostanze che rafforzano il sistema immunitario (vitamina C), inoltre stimola il sistema nervoso, impatta positivamente sull’apparato muscolare e sostiene le facoltà mentali. Il ginseng, poi, agisce sui livelli di cortisolo, rivelandosi un vero e proprio toccasana contro stress e insonnia. Infine tiene a bada la glicemia e agisce in funzione preventiva rispetto al diabete di tipo due.

Moon Milk

Il ruolo della cannella

Tra i punti di forza di questo moon milk spicca l’abbondanza di spezie. Su tutte spicca la cannella, che esercita due funzioni. Da un lato aromatizza e dall’altro dolcifica. Non stupisce dunque che rappresenti un punto fisso di molte ricette dolciarie. La cannella, come tutte le altre spezie, è anche un toccasana per l’organismo. Oltre al consueto bagaglio di vitamine e sali minerali, porta con sé molti antiossidanti, sostanze che rallentano l’invecchiamento, inibiscono i radicali liberi e rendono meno probabilmente l’insorgenza dei tumori.

Tra le altre spezie che possono arricchire il moon milk spicca la noce moscata, che dona un tocco pungente ma gradevole. Fate però attenzioni alle dosi. In primis perché rischiate di coprire gli altri sapori, in secondo luogo perché la noce moscata a dosaggi elevati genera un blando effetto allucinogeno.

Come dolcificare il moon milk?

Preparare il moon milk è un gioco da ragazzi. Basta riscaldare il latte con le spezie e dolcificare. Per quest’ultima fase potreste utilizzare il classico zucchero, ma vi consiglio di compiere una scelta più “naturale” e salutista optando per il miele. Quale miele utilizzare? Avete a disposizione molte soluzioni. Se desiderate che il sapore del miele si avverta chiaramente, optate per una variante intensa come il classico millefiori.

In alternativa, se desiderate che il miele ceda il passo rispetto agli altri ingredienti, e funga solo da dolcificante, optate per un più delicato miele di acacia. Se infine volete conferire al latte un sapore particolare e decisamente aromatico, che compete con quello delle spezie, optate per il miele di Ulmo o per il miele di Manuka, che conferisce alla preparazione un delicato e gradevole retrogusto amarognolo.

Ricette di bevande ne abbiamo? Certo che si!

4/5 (3 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Ranch Water

Ranch Water, ecco come si fa il famoso...

Uno sguardo sulla tequila Vale la pena parlare della tequila, che è la vera protagonista del Ranch Water. Nello specifico parliamo della tequila bianca. Rispetto agli altri tipi di tequila non è...

Cocktail leggero con azzeruoli

Cocktail leggero con azzeruoli per un aperitivo rinfrescante

Un focus sugli azzeruoli Gli azzeruoli sono frutti molto particolari e sono ideali per un cocktail leggero come questo. Un tempo erano molto consumati, poi caddero nell’oblio durante l’età...

bevanda al tamarindo

Una bevanda al tamarindo per rinfrescarsi con gusto

Come dolcificare la bevanda al tamarindo La bevanda al tamarindo è buona così com’è, soprattutto per chi ama i sapori intensi, aromatici e vagamente astringenti. Tuttavia, potete anche...