bg header
logo_print

Suovas di renna, la carne essiccata della cucina scandinava

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Suovas di renna
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana, Cucina nordica
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Il suovas di renna, la carne essiccata come non l’avete mai mangiata

Oggi cuciniamo un magnifico piatto a base di carne essiccata di renna! Sto parlando del suovas, una delle ricette più caratteristiche del popolo sami, stanziato attualmente in Finlandia ma che ha esteso – almeno dal punto di vista culinario – la sua influenza anche in altre zone della Scandinavia, fino a lambire la Russia settentrionale.

Il suovas testimonia la centralità che la carne di renna ricopre nella cucina sami. Si tratta di una carne molto intensa che si rivela molto versatile, infatti può essere preparata in molti modi e persino essiccata. E’ proprio in questa forma che compare nel suovas, in cui viene arricchita da verdure, frutti rossi, panna acida e altri ingredienti.

Vi consiglio di preparare il suovas di renna quando volete deliziare i vostri ospiti con un piatto particolare e dalla grande valenza culturale. La ricetta, infatti, può essere considerata un viaggio gastronomico alla scoperta di una cucina molto diversa dalla nostra.

Ricetta suovas di renna

Preparazione suovas di renna

  • Per preparare la suovas iniziate tagliando la carne di renna essiccata a fettine sottili, un po’ come fareste con il prosciutto.
  • Poi trasferite le fette di carne sul piatto di portata e condite con abbondante pepe nero macinato al momento.
  • Intanto lavate le foglie di cavolo e asciugatele per bene, poi adagiatele sulla carne.
  • Ora affettate i cetrioli e aggiungeteli al cavolo, infine distribuite anche i mirtilli.
  • Poi mettete tutto in una ciotola ed aggiungete la carne di renna.
  • Infine, guarnite con la panna acida e accompagnate il piatto con una ciotolina di sale all’aglio.

Per il souvas:

  • 300-400 gr. di carne di renna essiccata,
  • q. b. di pepe nero macinato fresco

Per il contorno:

  • q. b. di foglie di cavolo cappuccio,
  • 2-3 cetrioli,
  • q. b. di panna acida,
  • q. b. di mirtilli rossi disidratati,
  • un pizzico di sale all’aglio

Di cosa sa la carne essiccata di renna

Rispondo a una domanda che vi sarà di sicuro venuta in mente, ossia di cosa sa la carne di renna essiccata (o suovas di renna)? Ebbene il sapore è difficile da descrivere in quanto è molto diverso dalle altre preparazioni a base di carne. Tuttavia, ad emergere sono soprattutto i sentori intensi della selvaggina e le note sapide derivate dall’essiccatura.

La carne di renna, soprattutto quando essiccata, si fa apprezzare anche per le sue proprietà nutrizionali, infatti apporta oltre 30 grammi di proteine per etto e una dose generosa di ferro, vitamine del gruppo B e sali minerali. L’apporto calorico è molto alto, pari a 300 kcal per 100 grammi, ma è giustificato dalla quasi totale assenza di acqua.

La carne essiccata di renna, proprio come le altre carni essiccate, può durare anche un anno, o un anno e mezzo, se è ben sigillata. Una volta aperta la confezione, però, va consumata entro un paio di giorni.

Come condire il suovas di renna?

Di base il suovas di renna può essere arricchito con qualche ingrediente aggiuntivo. Il pensiero va al pepe che, con le sue note pungenti adatte alla carne di selvaggina, offre un supporto valido per intensificate il gusto della carne secca. Vi consiglio di non lesinare sulla quantità di pepe, in quanto è difficile che copra il sapore della carne.

Potete pensare anche a qualche altra spezia. Ad esempio, se volete conferire alla carne un sapore più esotico, potete utilizzare lo zenzero. Invece, se volete ammorbidire il sapore, potete utilizzare il curry. Sono soluzioni particolari che in qualche modo compromettono la ricetta originale di questo piatto sami, ma che possono tornare utili.

Suovas di renna

Un contorno tra dolce, acido e salato

Il suovas di renna merita di essere accompagnato da un contorno genuino, che ne esalti il sapore e l’autenticità. La ricetta suggerisce il cavolo cappuccio, i cetrioli e i mirtilli rossi. Il cavolo cappuccio propone note dolci e corpose, oltre ad una texture importante e a tratti coriacea. Il miglior modo per mangiare la carne essiccata di renna è di avvolgerla nelle foglie di cavolo cappuccio, che può fungere da “posata”.

I cetrioli, invece, aggiungono un tocco acidulo e leggermente acre, che interagisce al meglio con l’intensità e con la sapidità della carne. Stesso discorso per i mirtilli rossi, che sono anche dolci. In questo modo si crea una commistione di sapori davvero interessante, che aumenta la profondità organolettica di questo suovas.

Quale salsa di accompagnamento scegliere per il suovas di renna?

La ricetta del suovas di renna merita anche una salsa di accompagnamento che sia all’altezza. La soluzione migliore è secondo me la panna acida, detta anche creme fraiche. In questo modo si valorizza l’intensità della carne di renna con un tocco acidulo e marcatamente di latte. E’ davvero semplice preparare la panna acida, come si evince dalla ricetta che ho pubblicato sul sito qualche tempo fa.

Ad ogni modo basta unire la panna allo yogurt, mescolare e far riposare per un giorno intero in modo da innescare il processo di fermentazione. Poi si unisce il succo di limone ben filtrato, si mescola ancora e si fa riposare in frigo per qualche ora. In questo modo otterrete una salsa ben amalgamata, alquanto acidula e perfetta soprattutto per i secondi di carne.

FAQ sul suovas di renna

Perché mangiare carne secca?

La carne secca concentra le proprietà nutrizionali della carne, quindi è ricca di proteine, ferro e altri sali minerali. E’ anche molto pratica da mangiare, in quanto viene spesso venduta in stick. Infine, il suo sapore è gradevolmente salato.

Quale carne si può essiccare?

In genere si possono essiccare le carni rosse e le carni di selvaggina. Il manzo, il cavallo, il fagiano, il cervo e la renna sono tra le carni più frequentemente essiccate.

Quanto tempo dura la carne essiccata?

Se è bene confezionata la carne secca può durare anche un anno e mezzo. Tuttavia, una volta aperta la confezione, andrebbe consumata entro un paio di giorni.

Quanto costa la carne essiccata?

In genere la carne essiccata costa oltre i 100 euro al kg. Può sembrare tanto, ma bisogna tenere conto che nella maggior parte dei casi si tratta di carni pregiate molto più nutrienti e sazianti rispetto alla carne normale.

Ricette con carne di renna ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

kangaroo pie

Il pasticcio di carne che non ti aspetti:...

Cosa sapere sulla carne di canguro Giunti a questo punto è utile parlare della carne di canguro. Tanto per cominciare di cosa sa la carne di canguro? Se pensate a qualche sapore forte e sui...

Sutlac

Sutlac, il budino alla crema di riso della...

Quale riso utilizzare? Quale è la varietà di riso più adatta per la ricetta del sutlac. In linea di massima dovrebbe andare bene un tipo di riso che assorbe bene i liquidi, infatti lo scopo del...

tacos con baccala

Tacos farciti con baccalà, una ricetta tra Messico...

Qualche curiosità sui tacos farciti I tacos farciti sono un alimento base per la cucina messicana. Traggono origine nell’America precolombiana quando gli impasti venivano realizzati...