bg header
logo_print

Pizza con cipolle, noci e gorgonzola, un’ottima pizza bianca

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Pizza con cipolle, noci e gorgonzola
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Pizza con cipolle, noci e gorgonzola, un intenso mix di sapori

Vi presento la pizza con cipolle, noci e gorgonzola. Una pizza bianca come raramente ne avete assaggiate, frutto di un mix di ingredienti azzeccato tra il classico e l’innovativo. Il sapore dolce e aromatico delle cipolle rosse incontra i sentori corposi delle noci, che a loro volta valorizzano e si lasciano valorizzare dalle note di latte e leggermente amare del gorgonzola.

Per quanto concerne l’impasto la ricetta suggerisce della semplice pasta per la pizza, che potete realizzare in casa o acquistare al supermercato sotto forma di base precotta. Ovviamente se soffrite di celiachia o sensibilità al glutine, utilizzate farine alternative. Le soluzioni sono numerose, da quelle classiche come la farina di riso, a quelle più rustiche ed esotiche come la farina di grano saraceno e la farina di teff.

Ricetta pizza con cipolle

Preparazione pizza con cipolle

Per preparare la pizza con cipolle, noci e gorgonzola procedete in questo modo.

  • Estraete gli aghi del rosmarino e ricavatene un trito, poi passateli con due cucchiai di olio in una pentola per qualche minuto. Poi spegnete il fuoco, lasciate raffreddare e filtrate l’olio.
  • Ricavate un trito dai gherigli di noce. Staccate la crosta del gorgonzola e fatelo a pezzi piccoli.
  • Intanto pelate le cipolle, riducetele a fette e rosolatele a fiamma bassa nel burro. Poi aggiungete sale, zucchero e cuocete per 20 minuti. Mescolate spesso e aggiungete alla bisogna un po’ di acqua fino a quando le cipolle non saranno caramellate.
  • Ora ungete la teglia e stendete la pasta. Sopra di essa distribuite le cipolle, le noci e infine il gorgonzola.
  • Condite con l’olio al rosmarino e cuocete nel forno già caldo per 25 minuti a 220 gradi. Servite la pizza calda e buon appetito!

Ingredienti pizza con cipolle

  • 500 gr. di pasta da pizza consentita
  • 300 gr. di cipolle di Tropea
  • 50 gr. di burro chiarificato
  • 200 gr. di gorgonzola
  • 50 gr. di gherigli di noce
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 rametto di rosmarino
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q. b. di sale e di pepe.

Perché le cipolle di Tropea?

Tra i protagonisti di questa pizza con cipolle spicca in particolare la cipolla Rossa di Tropea. E’ una delle varietà più apprezzate d’Italia, a tal punto da aver acquisito (quindici anni fa) il marchio IGP. La cipolla Rossa di Tropea stupisce in primo luogo per il colore, che è vivace e tendente al rosso-viola, e per il sapore, che è aromatico, dolce e delicato. In ragione di ciò, e di “un’anima” tutto sommato equilibrata, può essere tranquillamente consumata a crudo. Non a caso è la regina delle insalate estive, soprattutto in Calabria e in Sicilia.

Per quanto concerne le proprietà nutrizionali, la cipolla Rossa di Tropea si fa apprezzare per l’abbondanza di antocianine, che le conferiscono il colore caratteristico e svolgono una funzione antiossidante. In ragione di ciò riducono le probabilità di contrarre il cancro, rallentano l’invecchiamento e neutralizzano i radicali liberi.

La cipolla Rossa di Tropea, inoltre, è ricca di vitamina A, che fa bene alla pelle e alla vista. Contiene anche buone dosi di potassio (che regola la pressione del sangue), di fosforo (che sostiene le facoltà mentali) e di magnesio, che stimola il metabolismo energetico. Per quanto concerne l’apporto calorico non c’è niente di cui preoccuparsi: un etto di cipolla Rossa di Tropea viaggia sulle 30 kcal per 100 grammi.

Sfatiamo qualche mito sul gorgonzola

Tra gli ingredienti che emergono di più nella pizza con cipolle spicca il gorgonzola. E’ un formaggio particolare che non piace a tutti, ma che vanta una dignità paragonabile ai più popolari Parmigiano e Grana. Il motivo risiede nell’abbondante erborinatura, che ad alcuni ricorda la muffa propriamente detta. E’ proprio l’erborinatura a rappresentare il suo principale punto di forza, la fonte da cui nasce il suo sapore così peculiare tra il latte e l’amaro. 

Il gorgonzola è vittima di alcuni pregiudizi, come quello secondo cui sarebbe troppo grasso. In realtà contiene il 27% di grassi, che può sembrare tanto ma è comunque meno rispetto al Parmigiano. Per il resto contiene le stesse sostanza nutritive del latte. E’ ricco, per esempio, di calcio (che fa bene alle ossa) e di vitamina D (che potenzia il sistema immunitario). Inoltre, proprio grazie all’erborinatura, è totalmente accessibile agli intolleranti al lattosio. Per quanto concerne l’apporto calorico siamo sulle 300 kcal per 100 grammi, più o meno come i formaggi freschi o poco stagionati.

Pizza con cipolle, noci e gorgonzola

Le proprietà delle noci nella pizza con cipolle

Parliamo ora delle noci, che forniscono ulteriore gusto a questa pizza con cipolle e gorgonzola, garantendo un elemento croccante. Proprio grazie alla presenza delle noci, la pizza assume un carattere più vario e quindi gradevole al palato.

Le noci sono buone e piacciono a tutti, ma pochi sanno che sono anche un toccasana per l’organismo. Il riferimento è soprattutto all’abbondanza di grassi benefici, che giovano al sistema cardiovascolare, riducendo il colesterolo cattivo e quindi l’insorgenza di patologie cardiache acute e spesso fatali. Il rovescio della medaglia è un apporto calorico sostenuto che si attesta sulle 650 kcal per 100 grammi.

Le noci sono anche ricche di vitamina E, che esercita una funzione benefica per il sistema immunitario e svolge una buona azione antiossidante. Per quanto concerne i sali minerali troviamo potassio, magnesio e calcio.

Il delicato tocco del rosmarino nella pizza con cipolle

Tra i punti di forza di questa pizza con cipolle, noci e gorgonzola spicca l’impiego “intelligente” del rosmarino. Il rosmarino non viene semplicemente aggiunto in veste di spezia, ma viene utilizzato per aromatizzare l’olio. Nello specifico si staccano gli aghi dai rametti di rosmarino e si mettono a rosolare nell’olio extravergine di oliva. Dopo qualche minuto si spegne il fuoco, si lascia raffreddare e si filtra l’olio. Sarà proprio l’olio ad essere impiegato per condire la pizza. Un olio ancora più buono in quanto arricchito con gli aromi intensi e pungenti del rosmarino.

L’olio riveste quindi una certa importanza, proprio per questo occorre sceglierlo con criterio. Non deve essere solo olio extravergine di oliva, ma deve essere anche di elevata qualità. Come riconoscere un buon olio extravergine d’oliva? Per valutare al meglio l’olio bisogna guardare all’aspetto, che deve esprimere brillantezza a prescindere dal colore. Occorre fare attenzione anche all’odore e al sapore, che deve ricordare l’oliva fresca. Il consiglio, comunque, è di puntare sui grandi marchi o sull’olio al cento per cento biologico.

FAQ sulla pizza con cipolle, noci e gorgonzola

Quando si mettono le cipolle?

In teoria le cipolle vanno messe per prime in quanto devono rappresentare il fondo della pizza. Ovviamente ciò vale solo se la pizza è bianca, in caso contrario vanno messe dopo il pomodoro e la mozzarella.

Come non far bruciare la cipolla?

Per non far bruciare la cipolla basta arrestare la cottura un attimo prima che si formino i segni della carbonizzazione. Nel caso in cui vorreste delle cipolle ben cotte, potete aggiungere un po’ di acqua calda in fase di cottura. In questo caso il problema non si pone, in quanto le cipolle vengono direttamente caramellate.

Qual è la cipolla più digeribile?

La cipolla più digeribile è la Rossa di Tropea, che non a caso viene consumata tranquillamente a crudo, anzi dà il meglio di sé nelle insalate. Può essere comunque cotta, o addirittura caramellata come avviene in questa ricetta.

Cosa si può mettere sulla pizza?

In realtà sulla pizza si può mettere quello che si vuole, alla fantasia non c’è limite. Ovviamente vi consiglio di adottare un approccio equilibrato, dedito al buon gusto. E’ proprio l’approccio che ho utilizzato per questa pizza con cipolle, che propone tre condimenti molto diversi tra di loro ma che si sposano alla perfezione.

Ricette di pizze ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

kangaroo pie

Il pasticcio di carne che non ti aspetti:...

Cosa sapere sulla carne di canguro Giunti a questo punto è utile parlare della carne di canguro. Tanto per cominciare di cosa sa la carne di canguro? Se pensate a qualche sapore forte e sui...

Focaccia di Recco con stracchino

Focaccia di Recco con stracchino, ecco la ricetta...

Un focus sullo stracchino Lo stracchino è tra gli elementi distintivi della focaccia di Recco, nonché uno dei formaggi più amati in assoluto, simbolo dell’arte casearia del nord Italia. E’...

Torta salata con pere e formaggio

Torta salata con pere e formaggio, una ricetta...

L'umile pera, protagonista dolce e versatile nella nostra torta salata con pere e formaggio cremoso. Questa ricetta è una fusione straordinaria di semplicità e audacia, dove pochi ingredienti...