bg header
logo_print

Torta al limoncello e ananas, una cake farcita per l’estate

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

torta limoncello e ananas
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (2 Recensioni)

Torta al limoncello e ananas, una torta colorata e deliziosa

La torta al limoncello e ananas non è una torta come le altre. E’ realizzata con il pan di Spagna, che è uno degli impasti base della pasticceria italiana e mediterranea. Allo stesso tempo è arricchita da una farcitura particolare, che fa uso di due ingredienti insoliti: l’ananas e il limoncello.

Il dolce risulta quindi più gustoso di quanto si possa immaginare, nonché in grado di esprimere una certa freschezza. Vi consiglio di prepararlo soprattutto durante i mesi estivi, magari quando avete ospiti a casa. Grazie alla torta al limoncello e ananas offrirete loro una vera e propria esperienza gastronomica, all’insegna del gusto e del colore.

La torta è infatti scenografica, in quanto esprime una tonalità di bianco e il giallo brillante tipico dell’ananas. Nonostante queste peculiarità, la torta al limoncello e ananas non è difficile da preparare, dovrete solo porre la massima attenzione nelle dosi, in quanto ci vuole ben poco a compromettere l’equilibrio della ricetta.

Ricetta torta al limoncello

Preparazione torta al limoncello

Per preparare la torta al limoncello e ananas iniziate con il pan di Spagna, seguendo la ricetta che preferite e utilizzando la farina che più vi piace. Poi passate alla farcitura.

  • Fate le fette di ananas a cubetti e trasferiteli in una ciotola.
  • In un’altra ciotola montate la panna con le fruste elettriche.
  • Setacciate la ricotta con un colino a maglie strette, poi unitela con lo zucchero a velo e arricchitela con la panna. Mescolate la crema così ottenuta con l’ananas, tenendo 3 o 4 cucchiaini da parte.
  • Mescolate tra di loro il succo di ananas, il limoncello e il miele. Utilizzate questa soluzione come bagna per i dischi di pan di Spagna.
  • Ora componete la torta: posizionate un disco, spalmate la crema, posizionate un secondo disco e spalmate altra crema; fate la stessa cosa con un terzo disco.
  • Con la parte piatta di un coltello lisciate i bordi della torta, poi fatela riposare in frigo per 3 ore.
  • Sbucciate il baby ananas e fatelo a fette sottilissime, poi racchiudete queste fettine tra due fogli di carta assorbente. Ora sistemate le fettine di ananas su dischetti di carta forno e negli stampini per muffin. Cuocete con la funzione grill fino a quando non si sono caramellati, poi lasciate intiepidire.
  • Utilizzate l’ananas caramellato come guarnizione, completando con l’ananas messa precedentemente da parte.

Per la base:

  • 1 base di Pan di Spagna.

Per la farcitura:

  • 400 gr. di ricotta consentita,
  • 60 gr. di zucchero a velo,
  • 200 ml. di panna fresca consentita molto fredda,
  • 300 gr. di ananas maturo,
  • 40 ml. di limoncello,
  • 150 ml. di succo di ananas,
  • 1 cucchiaio di miele.

Per decorare:

  • 1 baby ananas.

Una farcitura diversa dal solito per questa torta al limoncello

Vale la pena parlare della farcitura, che è il vero punto di forza di questa torta al limoncello. Come già accennato, questa torta soffice viene preparata con l’ananas e con il limoncello. L’ananas garantisce dolcezza, freschezza e una punta acidula. Il limoncello garantisce i sentori tipici del limone, filtrati attraverso le note suggestive dell’alcol. Sia chiaro, non bisogna esagerare con le dosi. La ricetta suggerisce l’impiego di soli due bicchieri di limoncello per l’intera torta, una dose giusta che non copre gli altri ingredienti.

La farcitura vede come protagonista anche la ricotta, che viene filtrata e lavorata con lo zucchero a velo in modo da formare un composto liscio e gradevole al palato. Ovviamente va utilizzata anche la panna, che per l’occasione viene montata con le fruste elettriche. Questi ingredienti sono ricchi di lattosio, ma disponibili anche in forma delattosata, dunque compatibili con chi soffre di intolleranza al lattosio. Il sapore dei prodotti delattosati è quasi identico, risulta solo un po’ più dolce vista la scomposizione del lattosio in glucosio e galattosio.

Il ruolo dell’ananas nella torta al limoncello e ananas

E’ bene spendere qualche parola anche per l’ananas, che è tra i protagonisti di questa torta al limoncello. L’ananas viene chiamato in causa per la farcitura, ma anche per la decorazione. Per questa occasione viene caramellato e passato al grill, in modo da assumere una consistenza più croccante.

L’ananas è un frutto tropicale poco calorico, in quanto viaggia sulle 50 kcal per etto (più o meno come le mele e le pere). E’ poi ricco di bromelina, una sostanza a cui l’immaginario collettivo assegna una funzione brucia-grassi. In realtà si tratta di una leggenda metropolitana, ma ciò non toglie che faccia bene alla salute. Inoltre, supporta l’organismo nell’assorbimento dei carboidrati, oltre ad esercitare una funzione antinfiammatoria e digestiva.

torta limoncello e ananas

Per il resto l’ananas è ricco di vitamina C, di sali minerali come il potassio e il magnesio, e di antiossidanti come il betacarotene. Il betacarotene funge anche da precursore per la vitamina A.

Come preparare il pan di Spagna

La ricetta della torta al limoncello lascia la massima libertà sulla preparazione del Pan di Spagna. Potete utilizzare il metodo che preferite, sebbene vi consiglio di andare sul classico. Qui sul sito potete trovare una guida su come preparare il pan di Spagna perfetto.

La ricetta conferisce margine di discrezione anche per quanto concerne la farina. Se soffrite di celiachia, dunque, non abbiate remore a utilizzare una farina alternativa come la farina di riso, magari unita a quella di mais. A disposizione avete anche alternative più esotiche, come la farina di grano saraceno, il teff, la farina di quinoa e di amaranto. L’importante è calcolare l’impatto che ciascuna farina avrà sul pan di Spagna e sulla torta in generale.

Quale miele utilizzare per la torta al limoncello?

Come abbiamo visto anche il miele gioca un ruolo importante in questa torta al limoncello e ananas. Il miele funge da agente stabilizzante e dolcificante della bagna, quindi è opportuno chiedersi: quale miele è opportuno utilizzare? Ebbene, per questa torta vi consiglio di utilizzare un miele leggero, in cui l’aroma emerga con discrezione senza coprire gli altri sapori, e in particolare quello del limoncello. Il miele adatto a questo tipo di preparazione è quello di acacia.

Ovviamente potete anche imprimere un cambio di passo alla torta, trasformando il miele in un ingrediente principale. In questo caso potete utilizzare il miele millefiori, che è la varietà più aromatica e dal gusto deciso. Stesso discorso per i mieli più aromatici e capaci di esprimere le note più esotiche, come quello di ulmo, di eucalipto e di timo.

Come preparare il limoncello?

Il limoncello figura tra i protagonisti di questa torta in quanto interviene nella preparazione della bagna. In questa fase viene mescolato al miele e al succo di ananas. Il limoncello è uno dei liquori più consumati in assoluto, dunque è facilmente reperibile nel reparto dei supermercati dedicato alle bevande alcoliche. Tuttavia, è anche uno dei liquori più semplici da realizzare, quindi vi consiglio di farlo in casa. Il procedimento è lungo ma è abbastanza divertente e da molte soddisfazioni.

Iniziate tagliando la buccia di alcuni limoni, stando attenti a non includere la parte bianca (che è più amara). Poi si immergono le bucce in un contenitore a chiusura ermetica pieno di alcol puro e si fa macerare il tutto per due settimane al riparo dai raggi del sole, agitando di tanto in tanto. Trascorso questo lasso di tempo, si filtra la soluzione e la si unisce a uno sciroppo di acqua e zucchero. Infine, si filtra nuovamente e si fa riposare il tutto per un mesetto circa.

Il ruolo della ricotta nella torta al limoncello

Infine spendiamo qualche parola sulla ricotta, del resto la cremosità della torta al limoncello è dovuta principalmente a questo formaggio cremoso. La ricotta è apprezzata da nord a sud, benché sia preparata e consumata soprattutto in Sicilia, Calabria e Campania. La ricotta è molto versatile in quanto può essere consumata al cucchiaio, spalmata, mangiata a mo’ di snack o integrata nelle ricette. A farla da padrone è la sua consistenza morbida e la sua grana suggestiva.

L’immaginario collettivo associa la ricotta ad una certa pesantezza, in realtà è abbastanza leggera. I grassi sono ridotti al minimo, mentre l’apporto calorico non raggiunge le 200 kcal. Inoltre, troviamo la presenza delle sostanze nutritive del latte: proteine, calcio (che giova alle ossa) e vitamina D (che fa bene al sistema immunitario).

Esistono anche ricotte delattosate, che sono solo un po’ più dolci rispetto a quelle originali e adatte a chi soffre di intolleranza al lattosio. Ovviamente ciò vale anche per la panna (disponibile in versione delattosata), un altro derivato del latte richiesto per la ricetta.

FAQ sulla torta al limoncello

Come si può bagnare il pan di Spagna?

Le bagne del pan di Spagna sono innumerevoli. Di base vanno bene tutte le soluzioni un po’ alcoliche, non di rado vengono anche smorzate dai succhi di frutta. In questa torta al limoncello si utilizza una soluzione di succo di ananas e limoncello.

Come capire se il pan di Spagna è cotto?

Potete procedere con la prova dello stecchino: infilzate il pan di Spagna con uno stecchino, se è umido allora è necessario allungare la cottura di qualche minuto. Inoltre, se appena viene tolto dal forno il pan di Spagna si sgonfia, allora significa che è ancora crudo.

Dov’è nato il pan di Spagna?

Il pan di Spagna, come suggerisce il nome, è nato nel paese iberico e per la precisione a Madrid. La paternità, però, è italiana, infatti è stato inventato dal pasticciere genovese Giovan Battista Cabona.

Come rendere morbidi i dolci?

Il metodo più utilizzato consiste nell’applicazione di una bagna a base di succo di frutta e di una bevanda tendente al dolce, sia esso un liquore piuttosto che uno sciroppo. In questo caso si utilizza una soluzione a base di miele, limoncello e succo di ananas.

Cosa si può fare con il limoncello?

Il limoncello è pensato per il consumo in solitaria, come ammazzacaffè o shottino da aperitivo. Tuttavia, può partecipare ad alcune ricette di pasticceria, proprio come la torta al limoncello. Per esempio può dare vita a gustose e aromatiche bagne, piuttosto che essere integrato direttamente nelle creme.

Quanti gradi di alcol ha il limoncello?

In genere il limoncello ha una gradazione alcolica di 30 gradi, tuttavia esistono limoncelli più leggeri e limoncelli più pesanti. Tutto sta dalla proporzione tra sciroppo e soluzione alcolica, che risulta dalla macerazione in alcol della buccia di limone.

Che sapore ha il limoncello?

Il limoncello ha un sapore fresco e aromatico che ricorda il limone. La componente alcolica si avverte in maniera distinta, ma non è affatto pesante. Ciò rende versatile il limoncello e adatto a chi non è abituato al consumo di liquori.

Ricette di torte ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gulab jamun

Gulab jamun, i dolcetti al latte della tradizione...

Un impasto fuori dal comune L’impasto dei gulab jamun è fuori dal comune per almeno due motivi. In primo luogo perché viene valorizzato dal cardamomo, una spezia che raramente compare negli...

Mousse di granadilla

Mousse di granadilla, un dessert per viaggiare con...

Cosa sapere sulla granadilla Vale la pena parlare della granadilla, che è l’ingrediente principale di questa deliziosa mousse. Inizio col dire che è un frutto raro a tutti gli effetti,...

ghriba bahla

I ghriba bahla, deliziosi biscotti alle mandorle marocchini

Il modo migliore per gustare i ghriba bahla I ghriba bahla sono biscotti alle mandorle tendenzialmente morbidi e versatili. Sono ottimi da soli, ma anche in accompagnamento al caffè, cioccolata...