bg header
logo_print

Espinacas con garbanzos, un contorno di verdure e legumi

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Espinacas con garbanzos
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana, Cucina Spagnola
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (2 Recensioni)

Espinacas con garbanzos, per una tapa spagnola al cento per cento

Oggi vi presento gli espinacas con garbanzos, ossia spinaci con ceci. Come suggerisce il nome, stiamo parlando di un piatto della tradizione spagnola che viene servito in molte versioni: come antipasto (se ben porzionato) o come primo. Soprattutto viene sfoderato in occasione delle tapas, gli ottimi aperitivi alla moda usati nella cucina spagnola. Le tapas si differenziano per l’estrema varietà e per i riferimenti continui alla cucina locale. Ultimamente si sono diffuse anche dalle nostre parti, importati dagli studenti che hanno trascorso l’Erasmus a Madrid, a Barcellona, a Valencia etc.

Tornando alla ricetta, questa non è altro che spinaci e ceci conditi con salse particolari. Da un lato abbiamo una normale salsa al pomodoro, dall’altro un composto molto denso ottenuto con il pane raffermo, l’aglio e la cipolla.

Il sapore è sia corposo che aromatico, anche grazie all’impiego di alcune spezie. Il piatto è molto sostanzioso in quanto è ricco sia di carboidrati che di proteine. Considerato che la “tapa” è in genere uno stuzzichino accompagnato da birra o vino, occorre porzionare al meglio il piatto se lo si utilizza come aperitivo.

Ricetta espinacas con garbanzos

Preparazione espinacas con garbanzos

Ecco come preparare gli espinacas con garbanzos.

  • Scaldate tre cucchiai di olio extravergine di oliva in una padella molto ampia.
  • Versate gli spinaci nella padella e rosolateli fino a quando non avranno cambiato colore, poi metteteli da parte.
  • Nella medesima padella scaldate altri tre cucchiai di olio extravergine di oliva.
  • Inserite la crosta del pane e fate lo stesso con le mandorle.
  • Poi friggete il tutto fino a quando gli ingredienti non risulteranno croccanti.
  • Ora aggiungete un po’ di aglio alla padella, un cucchiaio di cumino, un pizzico di peperoncino e di pepe nero. Poi proseguite la cottura fino a quando l’aglio non sarà a un passo dalla bruciatura (deve esprimere un sentore leggermente amaro).
  • Terminata la cottura, trasferite tutti gli ingredienti nel mixer insieme all’aceto e frullate fino ad ottenere un composto corposo.
  • Versate il composto in una padella, aggiungete i ceci e la salsa di pomodoro.
  • Poi accendete il fuoco e cuocete mescolando spesso.
  • Infine, unite gli spinaci, condite con un po’ di sale e un po’ di pepe.
  • Mescolate con cura e servite.

Ingredienti espinacas con garbanzos

  • 250 gr di ceci precotti
  • 300 gr. di spinaci freschi e lavati
  • 3 fette di pane raffermo consentito
  • 4 cucchiai di salsa di pomodoro
  • 2 cucchiai di aceto
  • 3 spicchi d’aglio
  • 15 mandorle non salate
  • q. b. di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaino di cumino macinato
  • q. b. di peperoncino di Cayenna
  • q. b. di sale e di pepe nero.

Un focus sugli spinaci

Vale la pena parlare degli spinaci, che sono uno degli ingredienti principali di questi espinacas con garbanzos. Gli spinaci piacciono e compaiono in modo trasversale in molte ricette delle cucine europee e del mondo. Sono buoni benché un po’ amarognoli, versatili e consistenti al palato.

Sono anche ottimi dal punto di vista nutritivo. Il riferimento non è solo all’abbondanza di ferro, che tutto sommato non è abbondante ma è piuttosto associato al cartone animato di Braccio di Ferro, che assumeva gli spinaci a sinonimo di forza.

Gli spinaci, invece, sono ricchi di altri principi interessanti. Per esempio apportano ottimi quantitativi di betacarotene, che favorisce l’assorbimento della vitamina ed esercita una buona funzione antiossidante. Gli spinaci contengono anche tanta vitamina C, essenziale per il sistema immunitario e per l’assorbimento del ferro. Tra i sali minerali presenti spicca il potassio, ma si segnalano buone quantità di magnesio, manganese e calcio.

Gli spinaci sono privi di grassi e vantano un apporto calorico molto basso, pari a 23 kcal per 100 grammi. Proprio per questo vengono spesso e volentieri integrati nelle diete dimagranti. In occasione di questa ricetta, gli spinaci vengono rosolati in un po’ di olio e aggiunti a fine preparazione per valorizzare i ceci ed esaltare al meglio le salse.

Tutta la bontà dei ceci

I ceci sono i veri protagonisti della ricetta delle espinacas con garbanzos, anche perché si utilizzano in quantità importanti: 250 grammi per un totale di 3-4 persone. I ceci sono tra i legumi più apprezzati, inoltre sono molto saporiti, a tal punto da “resistere” alla presenza di altri ingredienti e tollerare l’impiego di abbondanti spezie. Inoltre, i ceci sono molto nutrienti. Abbondano sia in proteine che in carboidrati, configurandosi così come un super food.

Espinacas con garbanzos

I ceci, poi, sono ricchi di probiotici e fibre che aiutano a digerire. A differenza di altri legumi (come i fagioli) non generano meteorismo, dunque possono essere consumati senza alcun timore. Ottimo è anche l’apporto di sali minerali e di vitamine, mentre è quasi nullo quello dei grassi. Ciononostante, l’apporto calorico è importante a causa del sostenuto contributo dei carboidrati. Un etto di ceci precotti viaggia sulle 120 kcal, mentre un etto di ceci secchi supera addirittura le 300 kcal.

Quali spezie usare per gli espinacas con garbanzos?

Anche le spezie giocano un ruolo di primo piano nella ricetta degli espinacas con garbanzos. Il riferimento è in particolare all’aglio e al cumino, che vengono soffritti (o tostati) insieme al pane raffermo in modo da creare un composto denso ed aromatico.

La presenza dell’aglio potrebbe far storcere il naso ai più salutisti, a maggior ragione se si considera che nella ricetta viene usato molto cotto e quasi bruciato. Proprio questa cottura prolungata, pur appesantendolo un po’, mette al riparo dall’alito cattivo. Al di là di ciò, l’aglio vanta un buon profilo nutrizionale, come dimostra la presenza di zinco, selenio e allicina, sostanze rare che giovano al sistema immunitario e al sistema cardiocircolatorio.

Per quanto concerne il cumino, si fa apprezzare per l’aroma che ricorda vagamente quello dei semi di finocchio. E’ anche ricco di antiossidanti, sostanze che regolarizzano i processi di rigenerazione cellulare, rallentano l’invecchiamento e aiutano a prevenire il cancro.

Ricette con i ceci ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Curry di makhane

Curry di makhane, dall’India un piatto speziato e...

Cosa sono i makhane? Giunti a questo vale la pena svelare cosa siano i makhane, i protagonisti di questo suggestivo curry. I makhane non sono altro che le noci del loto, che si caratterizzano per il...

Cous cous con vongole e zucchine

Cous cous con vongole e zucchine, un piatto...

Uno sguardo alle vongole Tra i protagonisti di questo cous cous spiccano le vongole, tra i molluschi più apprezzati in quanto capaci di trasmettere delle note ittiche in un contesto di generale...

carbonara vegana

Carbonara vegana, un piatto audace ma squisito

Come sostituire la salsa di uova Quando si prepara una carbonara vegana la prima sfida è la sostituzione delle uova, d’altronde sono proprio queste a rappresentare l’ingrediente principale...