Tortillas con ceviche di gamberi, un piatto squisito

Tortillas con ceviche di gamberi

Tortillas con ceviche di gamberi, un pasto fine e completo

l punto di vista organolettico, per quanto possano sembrare dei classici spuntini da fast food. D’altronde, è sufficiente spulciare la lista degli ingredienti per comprendere quanto la ricetta sia sofisticata. Il riferimento è soprattutto alla presenza dei gamberi, che tra le altre cose vengono gestiti in modo da valorizzarne il sapore. Infatti, dopo un’attenta pulizia (operazione meno semplice di quanto si possa immaginare), i gamberi vengono tritati e conditi con la cipolla rossa, il limone, il lime e il peperoncino, per poi lasciarli marinare per circa un’ora.

E’ raro trovare i gamberi in una pietanza simil-fast food. Eppure la loro presenza è giustificata non solo dal gusto, apprezzato più o meno da tutti, ma anche per le loro proprietà nutrizionali. I gamberi contengono grassi buoni, benefici per l’organismo. Il riferimento è soprattutto agli acidi grassi omega tre, che agiscono a protezione dell’apparato cardiovascolare, della funzione visiva e delle funzioni cognitive. Inoltre, sono ricchi di sali minerali, e in particolare di fosforo. Infine, i gamberi sono anche una discreta fonte di proteine, quindi hanno poco da invidiare alle altre specie ittiche.

Quali tortillas utilizzare?

Per le tortillas con ceviche di gamberi vi consiglio di utilizzare le tortillas Nagual. Questo tipo di tortillas sono molto buone e genuine, realizzate con materia prima di assoluta qualità e secondo la ricetta tradizionale messicana. Nagual è un’azienda molto interessante, anche perché specializzata esclusivamente nella produzione di tortillas.

Tortillas con ceviche di gamberi

Il loro scopo è portare la vera tortillas messicana in Europa, e a giudicare dal loro successo ci sono riusciti in pieno. Un successo che vale doppio, se si considera che l’azienda è partita dalla conduzione familiare, e nel giro di pochi anni (dal 2002) ha saputo ritagliarsi uno spazio in tutta Europa.

Quando si parla di tortillas, abbiamo a che fare con una sorta di piadina preparata con la farina di mais. Come vi ho anticipato, è adatta ai celiaci e agli intolleranti al glutine. Tuttavia, se le acquistate già pronte, non dimenticate di leggere attentamente l’etichetta. Infatti, solitamente, oltre alla farina di mais, si preparano con acqua e sale.Potete anche pensare di preparare le tortillas in casa. Sono facili e veloci.

Il sublime tocco dell’avocado

Uno dei punti di forza delle tortillas con ceviche di gamberi è la corposità, che è frutto anche di abbinamenti particolari. Tra i protagonisti di questi abbinamenti figura l’avocado, che con la sua consistenza pastosa e il sapore a metà tra il dolce e il salato, valorizza una pietanza già di suo gustosa. L’avocado, nello specifico, va tagliato a dadini e mescolato con il pomodoro, l’erba cipollina e l’olio.

L’avocado è adatto per questo tipo di ricette, ma si difende piuttosto bene anche dal punto di vista nutrizionale. Contiene discrete dosi di vitamina C e di potassio. E’ abbastanza grasso, è vero, ma è sufficiente non abusarne per gustarlo senza alcun timore per la propria linea. L’apporto calorico, comunque, è sostenuto, ed è pari a 160 kcal per 100 grammi. Può sembrare poco, ma è più della maggior parte della frutta fresca in circolazione.

Ecco la ricetta della tortillas con ceviche di gamberi:

Ingredienti:

  • 12 tortillas Nagual,
  • 450 gr. di gamberetti medi,
  • 125 ml. di succo di lime,
  • 125 ml. di succo di limone,
  • 1 cipolla rossa,
  • 1 peperoncino,
  • qualche filo di erba cipollina,
  • 1 avocado,
  • 130 gr. di pomodori a dadini,
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva,
  • q. b. di sale.

Preparazione:

Per la preparazione delle tortillas con ceviche di gamberi iniziate pelando la cipolla e facendo un bel trito. Poi sbucciate il peperoncino, lavatelo e tritatelo. Ora passate i gamberi sotto l’acqua corrente e rimuovete con le dita la testa, le zampe e il carapace (esattamente in quest’ordine). In alternativa, potete rimuovere il carapace con un coltellino affilato seguendo queste indicazioni: infilate il coltellino sotto il guscio, ruotatelo attorno alla polpa, applicate una pressione sulla coda e sfilate. In questo modo, il corpo dovrà sfilarsi quasi da solo. Dopo questa fase eliminate l’intestino dei gamberi, semplicemente realizzate un’incisione per lungo sul dorso e con la punta del coltellino estraete il filamento nero.

A questo punto staccate la coda (se lo desiderate) e lavate nuovamente i gamberi per eliminare eventuali residui. Infine, tritate la polpa e mescolatela con il succo di lime, il peperoncino, la cipolla rossa e il succo di limone. Applicate un coperchio o una pellicola alimentare e conservate in frigo per un’ora circa. Ora passate all’avocado, tagliatelo in due e aprite le due parti in modo che su una di esse rimarrà il seme. Poi estraete il seme incidendolo tutto intorno con il coltellino.

Dopodiché sbucciate l’avocado passando un cucchiaio tra la polpa e la buccia, o usando uno spelucchino. Infine, tagliate la polpa a dadini. Ora lavate e tagliate a dadini anche i pomodori. Poi lavate l’erba cipollina e asciugatela per bene. In una ciotola unite l’erba cipollina, l’avocado, l’olio e il pomodoro a dadini, mescolate il tutto e salate leggermente. Concludete versando i due composti (gamberi e avocado) sulle tortillas e servite

5/5 (415 Recensioni)
Riproduzione riservata

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

sciatt

Gli sciatt, delle splendide polpettine al formaggio

Gli sciatt, una ricetta antica Gli sciatt sono delle frittelle tonde con un cuore di formaggio filante, un piatto tipico della Valtellina. Benché siano simili ai soliti pezzi di rosticceria, in...

Gyros

Gyros, il meglio dello street food greco

Gyros, la cucina greca al suo meglio Oggi vi presento il gyros, un tipico piatto greco e albanese. In Albania è conosciuto come sufllaqe. Questa ricetta è una variante fedelissima all’originale,...

kebab

Il kebab, una versione casalinga

Come preparare il kebab in casa La ricetta di oggi può essere considerata come una specie di panino kebab fatto in casa a base di carne. Molti storceranno il naso di fronte a questa espressione,...

Tacos con speck e funghi

Tacos con speck e funghi, un fast food...

Tacos con speck e funghi, non solo tradizione messicana I tacos con speck e funghi rappresentano l’unione tra la tradizione messicana e quella italiana. I tacos sono una preparazione simbolo della...

samosa

I samosa, un gradevole esempio di rosticceria indiana

I samosa, la cucina indiana che non ti aspetti I samosa sono degli antipasti tipici della cucina indiana, assimilabili ai nostri pezzi di rosticceria. Sono esponenti di un volto poco conosciuto...

Falafel con lupini

Falafel con lupini, un delizioso spuntino vegetariano

Falafel con lupini, a metà strada tra la cucina araba e mediterranea I falafel con lupini sono uno spuntino vegetariano, molto leggero e nutrienti. Si tratta, di base, di polpettine realizzate con...

04-12-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti