bg header
logo_print

Tiramisù con crema di anacardi, una variante croccante

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Tiramisu con crema di anacardi
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Tiramisù con crema di anacardi, un dessert delizioso

Oggi prepariamo un tiramisù speciale, il tiramisù con crema di anacardi. E’ un’alternativa suggestiva che fa leva su ingredienti diversi dal solito. I savoiardi sono sostituiti da un più comodo pan di Spagna. La crema al mascarpone, invece, è rimpiazzata da una preparazione che vede come protagonista il mascarpone e la crema di anacardi. La copertura, infine, è realizzata con altri anacardi. Questo tiramisù si prepara al bicchiere, ispirando un approccio al consumo che ricorda quello dei dessert monoporzione.

Al di là di queste peculiarità, il tiramisù con crema di anacardi è facile da preparare. L’unica difficoltà minima è data dalla preparazione della crema, che richiede l’integrazione di ingredienti non proprio comuni.

Vi consiglio di preparare il tiramisù con crema di anacardi durante le grandi occasioni e di servirlo come creativo e suggestivo finepasto. In alternativa può essere servito come merenda durante le visite di amici e di parenti.

Ricetta tiramisù con crema di anacardi

Preparazione tiramisù con crema di anacardi

Per preparare il tiramisù con crema di anacardi procedete in questo modo.

  • Preparate il caffè come meglio preferite, basta che sia corto, poi lasciatelo raffreddare.
  • Prendete tre quarti di anacardi e ricavate un trito.
  • Ora occupatevi della crema. Separate i tuorli dagli albumi. In una planetaria versate lo zucchero e i tuorli, infine lavorate a velocità bassa in modo da ottenere una crema soffice. Intanto aggiungete il mascarpone e la crema spalmabile.
  • Proseguite con la planetaria fino ad ottenere una amalgama completa.
  • A parte montate gli albumi a neve ferma e integrateli nella crema. Per farlo eseguite movimenti lenti dal basso verso l’altro con un cucchiaio di legno.
  • Ora componete il dolce: ponete nel bicchiere un primo strato di pan di Spagna, date una spennellata con il caffè, applicate uno strato di crema e un po’ di trito di anacardi. Ripetete l’operazione fino all’ultimo strato.
  • Poi terminate con la crema, un po’ di anacardi tritati e un po’ di anacardi interi.
  • Infine, lasciate riposare in frigo per qualche ora prima di servire.

Ingredienti tiramisù con crema di anacardi

  • 1 pan di Spagna
  • 200 gr. di Crema 100% Anacardi Ivoriani Makadamia
  • 250 gr. di mascarpone consentito
  • 80 gr. di zucchero di canna finissimo
  • 2 uova
  • 100 ml. di caffè
  • 120 gr. di Anacardi Tostati al Forno Makadamia.

Una crema diversa dal solito

Il punto di forza del tiramisù con crema di anacardi è proprio la crema. Questa viene ampiamente utilizzata per preparare la farcitura, infatti viene integrata prima con i tuorli e con il mascarpone, e poi con una bella montata di albumi. Il risultato è una crema liscia, soffice, gustosa e con una bella tonalità di colore.

La crema di anacardi è un ingrediente peculiare e molto raffinato. A tal proposito vi consiglio di utilizzare la 100% Anacardi Ivoriani di Makadamia, un produttore che profonde impegno nella lavorazione di ingredienti esotici. Questo prodotto è preparato con le migliori materie prime, come si evince dalla varietà ivoriana di anacardi, che è tra le più pure al mondo.

La crema di anacardi Makadamia spicca per la texture morbida e liscia, oltre che per un colore brillante e per un sapore spiccato ed intenso. E’ ottima se viene spalmata così come si trova, inoltre è perfetta se viene integrata con altri ingredienti e con altre creme.

Un focus sugli anacardi

I protagonisti di questa ricetta sono gli anacardi, che sono presenti sotto forma di crema. Gli anacardi si trovano in questa ricetta anche crudi, infatti una parte viene tritata e inserita tra gli strati del dolce, mentre la restante parte viene sventagliata sul tiramisù già pronto. In ogni caso gli anacardi conferiscono colore, gusto e croccantezza.

Ma cosa sono di preciso gli anacardi? Di cosa sanno? Quali elementi nutritivi contengono? Tanto per cominciare possono essere catalogati come “frutta secca”. Sono originari del Brasile, ma da tempo sono sbarcati anche dalle nostre parti, diventando un alimento ricorrente. Il loro sapore ricorda le noccioline, ma è un po’ più dolce e oleoso.

Per quanto concerne le proprietà nutrizionali spiccano per l’abbondanza di acidi grassi omega tre. Questo tipo di grassi da un lato contribuiscono all’apporto calorico, che supera le 600 kcal per 100 grammi, dall’altro lato giovano al cuore e alla circolazione. Gli anacardi si fanno apprezzare per la quantità di proteine, che ha pochi eguali nella categoria “frutta secca”. Buono è anche l’apporto di fibre, di vitamine e di sali minerali, in particolare di vitamina E, fosforo e magnesio.

Tiramisu con crema di anacardi

Come accompagnare il tiramisù con crema di anacardi?

Il tiramisù con crema di anacardi, proprio come l’originale, può fungere da abbondante fine pasto o da merenda in solitaria. In quest’ultimo caso ci si potrebbe chiedere come abbinarlo al meglio e quale bevanda impiegare. Una prima soluzione è il classico caffè ristretto o espresso.

Si potrebbe tuttavia abbinare anche a qualche tipo di vino, vista l’abbondante presenza della frutta secca. A tal proposito vi consiglio di optare per un vino bianco fermo e robusto, piuttosto che per un passito. Sono gradite anche le soluzioni più aromatiche e speziate.

Invece, sono sconsigliati i succhi di frutta, almeno quelli realizzati con gli agrumi. Il sapore acre e quello zuccherino non si sposano al meglio con un dessert che gioca sui sapori intensi dell’anacardo e sulla profondità del caffè. Il tè, invece, può rappresentare un’ottima soluzione. A tal proposito potreste utilizzare il tè nero, che regala note molto decise, piuttosto che per il tè verde, che spicca per l’aroma e per la sua delicatezza.

FAQ sul tiramisù con crema di anacardi

In che paese è nato il tiramisù?

Il tiramisù è un tipico dolce italiano. E’ stato inventato tra il Veneto e il Friuli negli anni Sessanta, dunque è piuttosto recente. Le sue origini sono tuttavia dibattute.

Quanto tempo deve riposare il tiramisù?

Il tiramisù deve riposare almeno un paio d’ore in frigo a una temperatura più rigida possibile. Lo scopo di questa fase è stabilizzare gli ingredienti.

A cosa fanno bene gli anacardi?

Gli anacardi fanno bene al cuore e alla circolazione in quanto sono ricchi di grassi benefici. Tuttavia, contribuiscono al benessere generale in virtù di una certa abbondanza di vitamine e di sali minerali.

Chi non può mangiare gli anacardi?

Gli anacardi dovrebbero essere consumati con estrema prudenza da chi soffre di gastrite in quanto la presenza di grassi, sebbene benefici, può generare qualche fastidio negli individui predisposti. Una certa attenzione è raccomandata anche a chi sostiene diete dimagranti in virtù dell’apporto calorico elevato.

Ricette di tiramisù ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gulab jamun

Gulab jamun, i dolcetti al latte della tradizione...

Un impasto fuori dal comune L’impasto dei gulab jamun è fuori dal comune per almeno due motivi. In primo luogo perché viene valorizzato dal cardamomo, una spezia che raramente compare negli...

Mousse di granadilla

Mousse di granadilla, un dessert per viaggiare con...

Cosa sapere sulla granadilla Vale la pena parlare della granadilla, che è l’ingrediente principale di questa deliziosa mousse. Inizio col dire che è un frutto raro a tutti gli effetti,...

ghriba bahla

I ghriba bahla, deliziosi biscotti alle mandorle marocchini

Il modo migliore per gustare i ghriba bahla I ghriba bahla sono biscotti alle mandorle tendenzialmente morbidi e versatili. Sono ottimi da soli, ma anche in accompagnamento al caffè, cioccolata...