bg header
logo_print

Minestra di zucchine cacio e uova, un piatto napoletano

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Minestra di zucchine cacio e uova
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Minestra di zucchine cacio e uova, la cucina napoletana più popolare

Oggi vi presento la minestra di zucchine cacio e uova, anche detta “o coccozielli cas’e ova”. Si tratta infatti di un piatto della cucina napoletana che si consuma soprattutto in inverno. Dal punto di vista gastronomico può essere considerata come una leggera minestra a base di zucchine e porri, mantecata con una soluzione a base di uova e Parmigiano grattugiato. Il risultato è straordinario in quanto unisce la dolcezza delle zucchine con il sapore sapido e corposo tipico delle frittate.

In realtà dei cocozzielli cas’e ova esistono due versioni: una brodosa e una asciutta. Nel primo caso la soluzione di uova va aggiunta alla fine, in modo che si rapprenda solo parzialmente. Inoltre, viene integrato un po’ di brodo vegetale. Nel secondo caso la soluzione di uova va aggiunta quando ancora le zucchine stanno cuocendo senza aggiungere il brodo. La ricetta che trovate qui di seguito appartiene alla variante brodosa.

Ricetta minestra di zucchine cacio e uova

Preparazione minestra di zucchine cacio e uova

Per preparare la minestra di zucchine cacio e uova iniziate proprio dalle zucchine. Rimuovete le estremità, poi fatele a tocchetti. Il porro, invece, tritatelo finemente e soffriggetelo in un tegame con un po’ di olio. Poi aggiungete le zucchine, mescolando con cura.

Dopo un paio di minuti aggiungete il mestolo di brodo vegetale caldo, applicate il coperchio e fate cuocere per 10 minuti circa.

Intanto versate l’uovo intero in una ciotola, aggiungete il Parmigiano e mescolate. Infine condite con sale e pepe. Ora versate la soluzione a base di uova nel tegame, attendete che si rapprenda e spegnete la fiamma. Impiattate guarnendo con dei crostini di pane tostati.

Ingredienti minestra di zucchine cacio e uova

  • 3 zucchine gialle
  • 1 porro
  • 1 uovo
  • 1 mestolo di brodo vegetale
  • 80 gr. di Parmigiano Reggiano
  • 3 o 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • un pizzico di sale e di pepe.

Le peculiarità delle zucchine gialle

La peculiarità di questa minestra di zucchine cacio e uova consiste nel fatto che le zucchine sono gialle. Appartengono infatti a una variante molto diffusa nel napoletano e un po’ meno nelle altre zone d’Italia. Spiccano per il sapore leggermente più dolce, anche se possono esprimere delle note un po’ acidule. Il colore giallo è dovuto alla presenza del betacarotene, una sostanza tipica anche di arance, limoni, zucche e carote. Il betacarotene favorisce l’assorbimento della vitamina A, essenziale per la vista e funge da antiossidante, riducendo il rischio di contrarre il cancro.

Per il resto le zucchine gialle vantano le medesime proprietà nutritive delle altre varietà. Sono ricche di acqua e di fibre, quindi sono depurative e digestive allo stesso tempo. Sono anche ricche di vitamina C, potassio e altri sali minerali. Infine l’apporto calorico è davvero minimo, pari a 11 kcal per 100 grammi. In occasione di questa ricetta le zucchine gialle vengono spuntate, ridotte a tocchetti e rosolate su un soffritto di porri; infine vengono cotte con il supporto di un mestolo di brodo vegetale.

Il ruolo del Parmigiano nella minestra di zucchine cacio e uova

Il Parmigiano è uno degli ingredienti più importanti della minestra di zucchine cacio e uova, come tra l’altro suggerisce il nome. Che una minestra richieda la presenza del Parmigiano non è certo una novità, ma in questo caso è diverso in quanto non viene sventagliato a fine preparazione, quasi come guarnizione, ma va a formare con le uova una soluzione simile a quella della frittata.

Il Parmigiano insaporisce le zucchine, conferendo le classiche note sapide che “sanno di latte”. Ne potenzia anche lo spessore nutrizionale, infatti stiamo parlando di uno dei formaggi più sostanziosi al mondo. Apporta una quantità di proteine elevata, seconda solo a carne e pesci trattati. Inoltre è ricco di calcio, una sostanza che giova alle ossa e ai denti. Stesso discorso per la vitamina D, che fa bene al sistema immunitario. Certo ha anche dei difetti, ossia è abbastanza calorico e contiene una certa quantità di sodio.

Minestra di zucchine cacio e uova

Il porro, un ortaggio sottovalutato

La lista degli ingredienti della minestra di zucchine cacio e uova contiene anche il porro. E’ un ortaggio sottovalutato e spesso ignorato quando si realizzano i soffritti, delle preparazioni in cui andrebbe utilizzato più spesso. Il porro equilibra i sapori di per sé contrastanti delle altre verdure da soffritto (carota, sedano, cipolla). In questo caso il porro forma la base senza bisogno di altri ingredienti, basta tritarlo e appassirlo in un po’ di olio all’interno di un tegame. Una volta imbiondito, si aggiunge la zucchina e si continua la cottura con un po’ di brodo.

Il porro può dire molto anche sul piano nutrizionale, infatti contiene molte sostanze detossinanti, nonché una buona quantità di fibre. Non mancano poi le vitamine e i sali minerali. Infine, l’apporto calorico è un po’ più alto rispetto alle altre verdure ma comunque contenuto (60 kcal per 100 grammi).

Come preparare un buon brodo per la minestra di zucchine cacio e uova?

La versione della minestra di zucchine cacio e uova che vi presento oggi è abbastanza liquida e adatta soprattutto alle sere invernali, quando è indicato un pasto leggero, caldo e nutriente. In ragione di ciò è necessario integrare un po’ di brodo vegetale in fase di cottura. A tal proposito potreste essere tentati di utilizzare il classico dado, ma vi consiglio di preparare il brodo in casa. In primis perché è davvero semplice, in secondo luogo perché solo così avrete pieno controllo sul sapore e sulla qualità degli ingredienti.

Qui sul sito ho pubblicato la ricetta per un brodo vegetale leggero e saporito, dunque vi consiglio di darle un’occhiata. Vi anticipo comunque che il segreto sta nel decidere la giusta proporzione tra acqua e verdure. Ovviamente se soffrite di intolleranza al nichel, fate attenzione a scegliere ortaggi che ne contengano dosi davvero limitate.

Ricette di minestre ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...

Caserecce con pesto di kale

Caserecce con pesto di kale, un primo rustico...

Cosa sapere sul cavolo riccio Il protagonista di queste caserecce è il pesto di kale, o di cavolo riccio. E’ un pesto particolare e un po’ meno aromatico rispetto al pesto con foglie di...

Zuppa di asparagi

Zuppa di asparagi, un primo colorato e gustoso

Un focus sugli asparagi I protagonisti di questa zuppa sono ovviamente gli asparagi. Gli asparagi esprimono una bella tonalità di verde, d’altronde si utilizza un mazzo intero, che equivale a...