bg header
logo_print

Grongo in umido, un secondo saporito di pesce

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

grongo in umido
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4.5/5 (4 Recensioni)

Grongo in umido per una cena ricca e leggera

Il grongo in umido è uno splendido esempio di come non sia necessario sfoderare ricette complesse per valorizzare il pesce. E’ infatti un secondo semplice, che si avvale di un condimento leggero ma niente affatto povero. Un piatto alla portata di tutti, principianti compresi. L’unico elemento di difficoltà, se così si può chiamare, riguarda la pulizia del pesce, che è comunque una costante di tutte le ricette ittiche. Ad ogni modo, la ricetta del grongo in umido prevede poche fasi. Si soffrigge la cipolla, si inserisce il pesce, lo si sfuma con il vino e poi si aggiungono i pomodorini e la salsa.

Si prosegue poi con la cottura, che dura all’incirca un quarto d’ora. La fase finale prevede l’aggiunta di timo e pomodorini freschi tagliati a fettine, a mo’ di decorazione.

Ricetta grongo in umido

Preparazione grongo in umido

Come si cucina il grongo? Per preparare il grongo in umido dovrete iniziare pulendo per bene il pesce. Con un coltellino affilato rimuovete la pelle, poi partite dal centro e applicate un profondo ed esteso taglio orizzontale, dividendo in due il pesce. A questo punto eliminate la testa, la spina dorsale, le lische e le interiora. Dopo aver pulito il grongo, passatelo sotto l’acqua corrente e tagliatelo in tranci. Ora pelate le cipolle, ricavatene un trito fine e rosolatele in una padella antiaderente con un po’ di olio per un paio di minuti.

Aggiungete il grongo e rosolate anch’esso, poi sfumate a fiamma alta con il vino. Continuate la cottura mettendo i pomodorini (lavati e tagliati in due) e lasciandone qualcuno da parte per la fase finale. Aggiungete anche la polpa di pomodoro, le olive e i capperi. Poi applicate il coperchio (lasciando uno spiraglio) e cuocete per 12-15 minuti, mescolando di tanto in tanto. Infine, aggiustate con un po’ di sale, un po’ di pepe e impiattate completando con il timo e i pomodorini fatti a fettine. Servite e buon appetito.

Ingredienti grongo in umido

  • 800 gr. di grongo
  • 3 spicchi d’aglio
  • 2 cipolle bianche
  • 2 dl. di vino bianco secco
  • 1 manciata di olive
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 15 pomodori ciliegini
  • 3 dl. di salsa di pomodoro
  • 2 rametti di timo
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 pizzico di sale e di pepe.

Il grongo in umido è perfetto per chi vuole garantire a sé e ai propri commensali un secondo che non appesantisca, ma allo stesso tempo sia buono e nutriente. Il piatto è dominato dal rosso e dal verde del timo. E’ anche pienamente digeribile, visto il suo basso apporto calorico e il tipo di cottura impiegata. Il merito di ciò va alle proprietà nutrizionali del pesce, ma anche ad un approccio al condimento prudente, che prevede poco olio.

Come pulire il grongo? Il pesce grongo come si cucina?

Vale la pena approfondire la pulitura del pesce, visto che il protagonista del piatto è proprio il grongo in umido. Il grongo è un pesce giudicato a torto poco pregiato. In realtà può regalare molto a livello gastronomico e nutrizionale. Il suo sapore è delicato ed è valorizzato da importanti note marine. Questo tipo di pesce è paragonato spesso al palombo, che risulta però più costoso. Il grongo è un pesce anguilliforme, dunque impone una certa perizia nella fase di pulitura. Andrebbe infatti spellato completamente, tagliato in due e privato di alcune parti: testa, spina dorsale, lisca e interiora. Poi viene diviso in tranci, in modo da facilitare la cottura e renderla più uniforme.

grongo in umido

Il grongo ha parecchi pregi sul piano nutrizionale. In primo luogo è poco calorico, infatti si attesta sulle 70 kcal per 100 grammi. Un record se si considera che comunque non è affatto povero di grassi. La buona notizia è che questi grassi non sono altro che grassi benefici, ossia gli acidi grassi omega tre, che fanno bene al cuore. Il grongo andrebbe apprezzato anche per l’apporto proteico, che lo avvicina più alla carne che agli altri pesci: un etto contiene ben 19 grammi di proteine. Come molte specie ittiche, il grongo apporta buone quantità di fosforo, una sostanza fondamentale per la salute del cervello e le performance mentali (memoria in primis).

Un condimento semplice che valorizza il piatto

Uno dei punti di forza del grongo in umido è proprio il condimento, che lo valorizza senza appesantire. Di base è formato solo da un leggero soffritto di cipolle, da pomodorini e dalla salsa di pomodoro. Questi ingredienti aggiungono colore, sapore e principi nutrizionali davvero importanti. Il pomodoro è uno degli ortaggi (in realtà è un frutto) più salutari in assoluto, in quanto propone un apporto bilanciato tra vitamine, sali minerali e antiossidanti, che aiutano a prevenire il cancro. Le cipolle, inoltre, conservano quasi tutta l’abbondanza di sali minerali, come lo zinco e il calcio. Il grongo in umido è ulteriormente valorizzato dal timo nella fase decorativa al momento di impiattare.

Il timo è un’erba aromatica dalle grandi potenzialità nutrizionali, a tal punto da svolgere un ruolo nella medicina naturale. Svolge un ruolo anche in ambito gastronomico, in quanto apporta un sentore molto particolare, che ricorda il limone. Tutto ciò al netto delle tante varianti di timo, che possono differire molto dal punto di vista aromatico. L’ultima aggiunta vede come protagonisti dei pomodorini freschi fatti a fettine e posti a mo’ di guarnizione. Come cucinare il grongo? Ottimo anche il grongo fritto, il grongo al forno o il Caldillo de congrio, un secondo dal sapore complesso

4.5/5 (4 Recensioni)

Ricette secondi di pesce ne abbiamo? Certo che si!

Riproduzione riservata

2 commenti su “Grongo in umido, un secondo saporito di pesce

  • Mer 19 Giu 2024 | Silvano Gecchelin ha detto:

    Ottima e per niente difficile ricetta. Molto gustosa e leggera.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Brandade de Morue à la Nimoise

Brandade de Morue à la Nimoise: lo snack...

Tutto il sapore del baccalà Il protagonista di questa ricetta è il baccalà, che qui viene sottoposto a un trattamento particolare. Tanto per cominciare viene dissalato, ossia viene lasciato in...

Insalata con arrosto di alce

Insalata con arrosto di alce, un secondo intenso...

Cosa sapere sulla carne di alce La ricetta dell'insalata con arrosto di alce ci permette di spendere qualche parola sulla carne di alce, così poco diffusa dalle nostre parti eppure così buona. Il...

Hamburger di verdure grigliate

Hamburger di verdure grigliate, un’alternativa vegetariana

Quali verdure usare per questo tipo di hamburger? L’hamburger di verdure grigliate si basa proprio su questi ultimi ingredienti per dare vita ad un secondo piatto davvero gustoso. Quali verdure è...