Anelli di totano gratinati al forno: bontà unica

Anelli di totano gratinati al forno
Commenti: 0 - Stampa

La salute vien dal mare con gli anelli di totano gratinati al forno.

Con gli anelli di totano gratinati al forno siamo certi di portare a tavola un piatto ricco sotto ogni punto di vista. Ricco di sapore, quello del mare, tipico dei molluschi, ricco in termini nutrizionali. Visto che i totani sono grandi fonti alimentari di proteine, minerali e vitamine a fronte di pochissime calorie e grassi trascurabili, risultando dunque perfetti per coloro che desiderano restare in forma o perdere peso.

La versione che vogliamo presentarvi oggi garantisce un bilanciato apporto di vitamine e nutrienti che si accompagna ad un grande gusto. Quanto alla facilità con la quale ha luogo la preparazione ve ne renderete conto da soli.

Per realizzare questo secondo piatto di pesce leggero e gustoso bastano pochi ingredienti e poco tempo. Chi intenda risparmiarne ancor di più potrà optare, come vedremo, per anelli di totali surgelati da scongelare per tempo, che lasciano inalterate le loro caratteristiche proprietà.

Piatto versatile adatto proprio a tutti

Il secondo che presentiamo oggi è di per sé adatto a tutti i palati. I più piccoli sono restii in genere a consumare il pesce, occasione imperdibile di attingere ad una importante fonte di vitamine e soprattutto Omega 3.

Tuttavia, ricordiamo che possono essere, con un pizzico di fantasia, preparati piatti anche più ricchi, sempre delicati e nutrienti, accompagnando gli anelli di totano con verdure e ortaggi. Con questo abbinamento, bilanciato a livello nutrizionale, i sapori si amalgamano perfettamente.

Ad esempio, molto nutriente è anche la variante vegetale con crema di zucchine: i totani sposano la delicatezza delle zucchine, ortaggio che non deve mai mancare sulle tavole di chi abbia carenze o aumentato fabbisogno di potassio.

I sapori di questa ricetta si amalgamano in maniera perfetta, assecondando le esigenze di chi, per necessità e per preferenza, vuole che le verdure non manchino mai a tavola.

Un’altra idea potrebbe essere la ricetta dei totani in umido: un piatto leggero e sfizioso, sano ed equilibrato ma gustoso e appagante? Un classico della cucina tradizionale italiana, ma allo stesso tempo un piatto semplice da preparare, veloce da realizzare e buonissimo da mangiare.

Anelli di totano gratinati al forno

Un’altra ottima variante degli anelli di totano gratinati al forno

Capita spesso di non rendersi conto che dei totani abbiamo comprato i calamari. Non è che ci sia una differenza abissale se non nel prezzo. Il calamaro costa di più.

Totani e calamari hanno lo stesso valore nutritivo: pochi grassi, e alto contenuto di proteine, ferro e vitamine. Sono entrambi ideali per qualsiasi dieta e per la corretta alimentazione di tutta la famiglia.

La differenza la si percepisce con il sapore e con la testura. Il totano si caratterizza per avere un sapore meno pregiato del calamaro, con una carne leggermente più dura del secondo. Ma occhio, perchè ci sono ricette che risultano più saporite se preparate con il totano. La differenza visibile sono le pinne ed il colore.

I totani tagliati ad anelli da gratinare a forno sono ghiotti, si mangiano con rapidità…uno tira l’altro! A chi invece ami presentarli nella loro interezza rammentiamo che un’elegante alternativa agli anelli è quella rappresentata dai totani ripieni che possono essere realizzati comodamente seguendo la ricetta pensata per i calamari ripieni. Se non vi dà fastidio potete sostituire il timo con del prezzemolo tritato.

Se hai ospiti golosi potrai preparare la ricetta che andiamo di seguito a presentare, amatissima soprattutto dai bambini poco avvezzi a consumare il pesce. E’ una ricetta consentita al celiaco o al sensibile al glutine cosi come puo’ essere servita se avete a tavola degli intolleranti al lattosio. Io adoro la cottura in forno e la consiglio anche a voi.

Molluschi e crostacei e in particolare: ostriche, cozze, calamari, polpo, totani, vongole, gamberi, granchio, scampi, seppie e lumache non sono consentiti per un intollerante al nichel. Si possono inserire solo in una dieta a rotazione nel giorno di dieta libera sotto controllo del medico.

Ed ecco la ricetta degli Anelli di totano gratinati in forno

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr. di anelli di totano
  • 4 cucchiai di Pangrattato Senza Glutine Vivi Bene
  • un rametti di timo
  • q.b. sale e pepe
  • una grattugiata di buccia di limone

Preparazione

Mettete gli anelli di totano in una terrina ricoperta da carta forno, aggiungete del pangrattato, sale, pepe e timo tritato e mescolate delicatamente. Infornate per 20 minuti in forno a 200°C.

Servite i totani spolverizzandoli con pepe nero e buccia di limone grattugiata.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Coulibiac di salmone

Coulibiac di salmone, una meraviglia della cucina russa

Coulibiac di salmone, una torta salata di origine russa Il coulibiac di salmone è un'istituzione in Russia e nei paesi limitrofi. Infatti è uno dei piatti tipici più antichi. Si narra che sia...

Olio al basilico

Olio al basilico, un condimento aromatizzato speciale

Olio al basilico, dove e come utilizzarlo L’olio al basilico è un’idea spettacolare per un condimento che sappia valorizzare i piatti. Incarna alla perfezione lo spirito della cucina italiana,...

colazione per i bambini

La colazione per i bambini che rientrano a...

Il rientro a scuola dalle vacanze, un momento stressante Il rientro a scuola dopo le vacanze estive prevede una sana colazione adeguata per i bambini, soprattutto dopo un periodo di vacanze molto...

Pasta di lenticchie con formaggio vegano

Pasta di lenticchie con Ceciotta, un primo unico

Pasta di lenticchie con Ceciotta, una delicata combinazione di sapori La pasta di lenticchie con Ceciotta e funghi è una buona idea per un primo fuori dall’ordinario, sia per gli alimenti in...

Patate rosse con pancetta

Patate rosse con pancetta, un piatto equilibrato

Patate rosse con pancetta, uno splendido abbinamento Le patate rosse con pancetta sono il classico contorno ricco di sapore e nutrimento. Ovviamente, non stiamo parlando di un piatto dietetico,...

pasta con pesto di portulaca

Pasta con pesto di portulaca, un piatto rustico...

Pasta con pesto di portulaca, il segreto sta nel condimento Sono molto affezionata alla ricetta della pasta con pesto di portulaca e l'ho voluta realizzare in occasione della rubrica "Erbe e fiori...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


24-02-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti