Grongo, un pesce dalle ottime proprietà nutrizionali

Grongo
Commenti: 2 - Stampa

Le eccellenti proprietà nutrizionali del grongo

Il grongo è un pesce capace di contribuire in maniera notevole ad una dieta equilibrata, nutriente al punto giusto e persino capace di soddisfare il palato. Il grongo, infatti, è considerato un pesce “povero”, le cui carni hanno un valore commerciale molto basso.

Ci sono altre specie ittiche strettamente imparentate col grongo stesso, come per esempio le anguille che sono molto più apprezzate. In effetti il grongo assume le sembianze di una strana anguilla, che si distingue per una struttura più massiccia e un muso molto più grande che può superare i due metri di lunghezza. Il grongo ha una lunga pinna dorsale e denti molto aguzzi.

Anche il colore è leggermente diverso in quanto tendente al grigio chiaro. Il pesce grongo è più appetitoso di molte altre specie marine, solo sulla carta più rinomate. In particolare il gusto è abbastanza deciso, ma niente affatto sgradevole al palato.

Per quanto concerne le proprietà nutrizionali, si caratterizza per un apporto calorico molto basso, pari a 70 kcal per 100 grammi. Questo pesce è anche un’incredibile fonte di proteine, in quanto esse compongono il 19% della sua struttura. Una percentuale, questa, che fa invidia a molte tipologie di carne.

Va detto, poi, che tali proteine sono tutte di qualità elevata, ossia facilmente assimilabili dall’organismo. Ha una quantità di grassi pari al 5%, di cui buona parte formata da acidi grassi polinsaturi (omega tre) nonostante non sia un pesce azzurro. Si segnala anche una certa quantità e varietà di sali minerali, su tutti il fosforo.

Le principali caratteristiche di questo prezioso pesce

Il grongo, sotto certi punti di visita, è un pesce strano. Per esempio, assomiglia a un’anguilla ma si comporta quasi come se fosse una murena. Il riferimento è alla tendenza di questo pesce di sostare per lungo tempo nei fondali marini particolarmente fangosi, fino a raggiungere profondità superiori ai 500 metri. Sono singolari anche le dinamiche di riproduzione, il grongo sceglie un compagno e lo mantiene in genere per tutta la vita.

Grongo

Ad ogni modo il grongo è diffuso un po’ in tutti i mari. Le più elevate concentrazioni di esemplari di questa specie si trovano nell’Oceano Atlantico, o comunque in quelle zone che si caratterizzano per fondali piuttosto profondi. Il grongo prolifera anche in una parte del Mar Nero e nelle zone più centrali del Mar Mediterraneo. La cosa curiosa è che si riproduce soltanto quando sta per morire e in luoghi ben precisi tra Gibilterra e le Isole Azzorre.

Detto questo, e vista anche la sua abbondanza, non è un pesce particolarmente difficile da pescare, anche perché è per ora piuttosto reperibile. Si utilizzano i più svariati metodi di pesca, si va dalle palamiti alle reti a strascico, dalle reti da posta fino ad arrivare alle nasse e ai parangali. Occasionalmente è oggetto anche di pesca sportiva. Il grongo, infine, è reperibile soprattutto se viene pescato di sera o di notte, durante il giorno, infatti, si “riposa” stabilmente sul fondale.

E’ un pesce al quale il poeta Pablo Neruda ha dedicato un ode: “Ode alla zuppa di grongo”.

Come consumare il grongo?

Come si mangia il grongo? E’ una domanda a cui è relativamente facile rispondere. Il grongo non è un pesce che pone in essere grosse difficoltà, né per ciò che concerne il suo reperimento né per quanto riguarda la sua preparazione. Anzi, da questo punto di vista, si comporta come l’anguilla o come un normale pesce di dimensioni medio-grandi.

Dunque può fungere sicuramente da ingrediente principale di una buona zuppa di pesce; qui su Nonnapaperina.it ne presento una particolarmente buona. La zuppa che vi propongo vede come protagonisti molte specie ittiche, compresi i mitili e i filetti di grongo.

Tra parentesi il grongo è particolarmente adatto alle zuppe in quanto presenta una carne molto tenera e sufficientemente morbida. Tra l’altro questa ricetta consta di pochi ingredienti, tutti facilmente reperibili.

Il pesce grongo può essere consumato anche a seguito di cottura alla griglia. Esatto, si presta anche alla griglia in quanto le sue carni sono abbastanza sode, senza scadere nella durezza o nella gommosità. Ovviamente questi parametri sono “medi”, in quanto possono cambiare (e anche tanto) da grongo a grongo. Gli esemplari più teneri, comunque, sono quelli più giovani.

Il consiglio è di lasciare perdere l’immaginario collettivo e considerare il grongo in termini di gusto e per le sue proprietà nutrizionali. Tra l’altro il grongo, come già accennato, costa relativamente poco, sicuramente meno rispetto delle normali anguille, a cui è molto affine.

Le ricette da utilizzare per la cottura e la consumazione di questo pesce sono numerose. Principalmente esso viene cotto in bollitura, quindi lessato, oppure alla griglia, specie se è un adulto perché alla griglia, le sue dimensioni, rendono davvero bene. Ha bisogno di una lunga cottura e deve anche essere consumato con attenzione in quanto le sue carni sono ricche di lische. Non è consigliato in un menu per bambini.

Le ricette principali dove viene utilizzato sono quelle del caciucco, dove il grongo la fa da protagonista insieme ad altri pesci. E’ ottimo per zuppe oppure brodetti, ma lo si trova anche in maniera molto più condita nel piatto tipicamente ligure della burrida.

Ottimo il grongo in umido e se proprio si ha intenzione però di stupire i commensali, è indicato anche in un buon sugo sugli spaghetti.

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

2 commenti su “Grongo, un pesce dalle ottime proprietà nutrizionali

  • Ven 30 Lug 2021 | Giulio ha detto:

    Ciao, stamattina l’ho visto dal pescivendolo. L’aspetto mi ha attirato parecchio ma poi non sapevo come cucinarlo. Qualche idea da darmi?

    • Ven 30 Lug 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Le ricette principali dove viene utilizzato sono quelle del caciucco, dove il grongo la fa da protagonista insieme ad altri pesci. E’ ottimo per zuppe oppure brodetti, ma lo si trova anche in maniera molto più condita nel piatto tipicamente ligure della burrida.

      Ottimo il grongo in umido e se proprio si ha intenzione però di stupire i commensali, è indicato anche in un buon sugo sugli spaghetti.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

carne di coniglio

La carne di coniglio, un’alternativa a pollo e...

Un approfondimento sulla carne di coniglio La carne di coniglio fa da sempre parte della tradizione culinaria italiana. Se ben trattata, è un' ottima carne squisita, morbida e adatta alle...

camomilla essicata e al naturale

Camomilla essiccata e al naturale, proprietà e usi

Le principali caratteristiche della camomilla Oggi vi voglio parlare della camomilla essiccata e al naturale, una delle piante officinali più apprezzate e conosciute, nonché un alleato preziosa di...

santolina

La santolina, una pianta aromatica dai mille usi

La santolina dal punto di vista botanico La santolina, o crespolina che dir si voglia, è una pianta arbustiva molto diffusa nei paesi che si affacciano sul mediterraneo. Si presenta con un fusto...

Datteri Mazafati

I datteri, uno dei frutti più buoni e...

Un po' di storia sul dattero Oggi parliamo dei datteri, uno dei frutti più particolari in assoluto. Sono particolari dal momento che fanno riferimento alla cultura araba e mediorientale, e per...

Formaggi vegetali,

Formaggi vegetali, non solo per i vegani

Cosa sono i formaggi vegetali? Per alcuni non dovrebbero essere nemmeno chiamati formaggi, per altri sono invece un’alternativa addirittura preferibile ai formaggi tradizionali. I formaggi...

sambuco

Sambuco, tante ricette facili con questa pianta

I principali utilizzi del sambuco Il sambuco è una pianta tra le  più conosciute e utilizzate non solo dall’industria alcolica, che ne ricava un famoso liquore, ma anche in erboristeria, nella...

22-07-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti