logo_print

L’estate ha il profumo del basilico , inconfondibile

basilico
Stampa

L’estate ha il profumo del basilico . Un profumo inconfondibile. E’ da un pò di tempo che le piante aromatiche che si utilizzano in cucina per la preparazione delle pietanze, mi danno un certo interesse.Anche perchè mia suocera, non passa un giorno, che non mette in evidenza di come sia importante insaporire il cibo e renderlo più gustoso, e aggiunge che, se mancano gli ingredienti necessari, ogni pietanza che si prepara, perde molto del suo sapore. Oggi parliamo del basilico.

E non passa giorno che raccoglie nell’orto ogni ben di Dio e me lo fa trovare sulla tavola pulito e pronto da inventarmi qualche ricetta o conservarlo o surgelarlo………….Oggi è stato il turno di questa profumatissima erba aromatica e me ne ha raccolto, lavato e asciugato quasi 2 chili…………………….

Tutti gli aromi sono indispensabili in cucina e facendone un buon uso a secondo di ciò che si prepara, si ottengono ottimi risultati, sicuramente molto graditi ai buongustai che amano mangiare bene.

Ma oggi vi voglio parlare di quest’ che durante l’estate è dappertutto. Non se ne può fare a meno………………

Per fare un esempio: la pasta al pomodoro, che è uno dei piatti più semplici, cambia sapore,diventando molto più gustosa, se oltre all’olio e il sale, si aggiungono al sugo, due o tre foglie .

Basilico: un profumo inconfondibile

L’uso di questa pianta in cucina è diffusissimo, solitamente si usano solo le foglie: fresche o essiccate. Quelle fresche sono impiegate in piatti a base di uova per esempio frittate ma anche con le verdure come melanzane e pomodori. Le foglie essiccate sono usate in sughi e minestre.

Dovrebbe essere aggiunto nelle pietanze solo nel momento in cui sono servite e non si dovrebbe mai tagliarlo con il coltello ma sminuzzato con le dita per evitare che perda sapore.

Scegliete le foglie intatte, di un bel colore brillante e vivo. Lo vediamo sempre più spese sul balcone di casa, durante i mesi primaverili ed estivi: se tagliate le foglie direttamente dalla pianta, recidete quelle più in alto.

Si sposa bene con la pasta e con pomodoro e melanzane. Si combina bene anche con aglio, cipolla e olive. È tradizione aggiungere qualche foglia alla passata di pomodoro in bottiglia che si prepara in estate per consumarla in inverno.

L’impiego più affascinante in cucina, forse si trova nella preparazione del pesto genovese, che in varie espressioni, è tipico di tutta la riviera da Genova fin oltre confine, in Provenza, dove prende il nome di pistou. La ricetta del pesto prevede l’utilizzo di basilico, aglio, sale, olio d’oliva, pecorino sardo e/o parmigiano, pinoli o noci sbucciate, il tutto pestato in un mortaio fino a ottenere una salsa densa.

Da notare che alcune varianti del pesto non prevedono l’uso dell’aglio. In Italia viene utilizzato per condire la pasta, in particolare le “trenette”, ma anche sul riso e sui crostini. La diffusione su larga scala ha portato l’industria a offrire confezioni di pesto già pronto, naturalmente non comparabile al pesto fresco, ma forse è meglio accontentarsi piuttosto che rinunciarvi.

Il basilico si puo’ utilizzare in moltissime ricette

Un prodotto tipico pugliese è l’olio di basilico. L’olio viene aromatizzato in maniera naturale: in fase di spremitura, fatta rigorosamente con mezzi meccanici, insieme alle olive sono spremute anche delle foglie di basilico, donando all’olio un aroma fresco e intenso.  Viene utilizzato per condire piatti di pasta, pesce e insalate.

Nella Francia meridionale il pistou viene usato nelle minestre. Sulla riviera italiana, si usava fare uno spuntino con un panino riempito con pomodoro, sale, olio d’oliva e qualche foglia di basilico: una preparazione certamente gustosa, ormai sostituita da sandwich, panini e tramezzini. Un panino con pomodoro, olio e basilico, è arricchito dai sapori e dai profumi degli ingredienti, sono diversi, sono essenze della terra, ogni stagione diversi e in ogni regione diversi.

Non solo il basilico è un’ottima pianta aromatica in grado di dare più gusto ad una grande varietà di piatti della cucina mediterranea ma, grazie alle sue proprietà, rappresenta un valido aiuto naturale per la cura di diverse patologie.

Secondo uno studio condotto in India si è rivelato un’arma efficace nell’alleviare i dolori derivanti dall’artrite, che come sappiamo è una fastidiosissima patologia che colpisce le articolazioni; è stato dimostrato che l’assunzione di succo di basilico concentrato in pastiglie, può ridurre notevolmente le dimensioni delle articolazioni ingrossate e doloranti a causa dell’artrite. Sempre da questo studio è emerso che l’assunzione di basilico crudo serve a contrastare e combattere diversi tipi di infiammazione come raffreddori e malattie della pelle. Questa particolare proprietà del basilico sembra sia da ricondursi alla sostanza che conferisce il caratteristico aroma al basilico, l’eugenolo.

Un erba aromatica dalle 1000 virtù

Il basilico viene anche impiegato come sostanza stimolante dell’apparato intestinale, in quanto, le sue proprietà facilitano la digestione e favoriscono l’appetito, non solo; il basilico rafforza il sistema nervoso, allevia gli stati d’ansia e di nervosismo, è utile nei casi di insonnia ed utilizzabile anche in caso di asma, bronchiti e tosse.

Un altro utilizzo comune è dato per le sue caratterische carminative, per chi soffre di coliche, mal di testa, emicranie e problemi alle vie urinarie; è molto indicato anche per problemi a carico dell’apparato respiratorio in quanto è espettorante, quindi per la tosse, l’asma, problemi ai seni paranasali, raffreddore, influenza, bronchite e raffreddamenti in generale. Ha inoltre proprietà sedative, quindi per chi è stressato, ha un sonno disturbato, nervosismo, sbalzi d’umore; ci tiene lontani gli insetti ed è efficace contro le punture di insetti e scorpioni; calma la nausea e il vomito, apporta benefici alla pelle, ai dolori muscolari e reumatici.

In ultimo è in grado di aumentare la produzione di latte materno durante l’allattamento e di lenire il fastidio delle punture di insetti. Cosa volere di più da questa pianta?

Esistono più di 40 varietà di basilico, tra cui cito:

  • Genovese: è la varietà più nota, a foglie larghe; ha un aroma inconfondibile ed è usato comunemente per la preparazione del pesto.
  • Napoletano: chiamato anche basilico a foglie di lattuga, ha le foglie dai margini frastagliati e un sapore simile quello genovese, ma leggermente mentolato.
  • Basilico a piccole foglie: è una varietà dal retrogusto di limone.
  • Porpora: così chiamato per le sue foglie rosse, ha un aroma particolare, leggermente piccante.
  • Thailandese: il suo sapore ricorda i chiodi garofano insieme a un aroma mentolato. È usato in piatti esotici.
  • Messicano: chiamato anche basilico cannella per il suo sapore.
  • Basilico fine verde: dalle foglie allungate e il sapore dolce.

Io pensavo che il basilico fosse di una sola qualità ma mi sbagliavo alla grande………….. e ci possiamo fare anche un liquore per nuovi sapori da portare in tavola?

liquore di basilico e limone

Bontà, salute e freschezza in un bicchiere di liquore di basilico e limone

Certamente, quello che vi stiamo proponendo non è un primo piatto da chef, ma potete star certi che il liquore di basilico e limone è una bevanda a cinque stelle, che potrete preparare con le vostre mani e portare in tavola in qualunque occasione. Dolce e pieno di freschezza, salutare per l’organismo e coinvolgente per il palato, questo drink si rivela un delizioso toccasana da assaporare al più presto.

Potrete offrirlo dopo pranzo o dopo cena, al posto del digestivo o all’ora dell’aperitivo: qualunque sia l’occasione, farete un figurone! Sì, esatto. È proprio questo quello che accadrà. I due ingredienti principali sono capaci di combinarsi alla perfezione, offrendo sfumature di sapore davvero uniche e capaci di lasciare tutti senza parole. Come abbiamo detto, si tratta di bontà, salute e freschezza… Pertanto, andiamo a conoscere nel dettaglio questo speciale liquore e poi scopriamo come prepararlo!

Liquore di basilico e limone: dal piatto alla bottiglia

Siamo abituati ad usare il basilico per insaporire i nostri piatti, in particolare i primi. Ottimo per il sugo e perfetto al centro della pizza, questo alimento è molto versatile e benefico. Il suo sapore lo rende l’ideale per molti piatti, ma anche per bevande calde e fredde. Inoltre, trattandosi di una pianta con notevoli proprietà benefiche, è possibile anche prepararne un decotto e godere di tutti i suoi effetti.

Perciò, è ovvio che anche il liquore di basilico e limone porta con sé un po’ dei benefici del suo ingrediente protagonista! È ricco di minerali come calcio, potassio, selenio, ferro, zinco, fosforo e magnesio, ma contiene anche buone dosi di vitamina A, B1, B2, B3, B5, B6, C, E, K e J, e di omega-3. Pertanto, si tratta di un perfetto antiossidante, di un antinfiammatorio e di un antibatterico, ed è capace di proteggere il nostro organismo dalle malattie e dai danni dei radicali liberi.

Questa pianta aromatica si presenta anche come una valida alleata dell’apparato gastrointestinale, cardiocircolatorio, respiratorio e del sistema nervoso, e fa anche molto bene alle ossa. In poche parole, si tratta di un ingrediente che può dare un sapore particolare e fresco al liquore fatto in casa, nonché conferire ad esso delle importanti proprietà utili per salvaguardare la nostra salute.

Due ingredienti principali per un liquore di basilico e limone sorprendente sotto ogni punto di vista

Unire il basilico al limone può sembrare una scelta contrastante anche quando, in realtà, è assolutamente perfetta. Infatti, i due alimenti creano un’unica aroma, regalando a questo liquore fatto in casa un gusto a dir poco fuori dal comune. La freschezza del basilico si intreccia con il sapore dolce e acidulo del limone, ma anche con i suoi benefici. Praticamente, unendo questi alimenti, ci saranno da prendere in considerazione persino altri interessanti effetti per il nostro organismo.

In poche parole, oltre a gioire delle proprietà del primo ingrediente, il liquore di basilico e limone ci può regalare anche un ulteriore rinforzo per il sistema immunitario e aiutarci a promuovere in particolare la salute della pelle, svolgendo un’azione depurativa, idratante e stimolante per la produzione del collagene. Insomma, dal gusto al benessere, ci sono sicuramente tanti buoni motivi per preparare questo liquore, non credete? Ecco la lista degli ingredienti e le modalità di preparazione.

Ingredienti

  • 100 g di foglie di basilico;
  • 500 ml di alcool 95°;
  • 500 ml di acqua;
  • 400 g di zucchero di canna;
  • Qualche bacca di ginepro;
  • Qualche pezzettino di scorza di limone.

Preparazione

In un contenitore di vetro versate l’alcool, le foglie di basilico lavate ed asciugate, qualche bacca di ginepro e un po’ di scorza di limone. Chiudete bene e lasciate in fusione per 7 giorni in luogo fresco e al buio, ricordando di scuotere almeno una volta al giorno il composto. In seguito, preparate lo sciroppo, versando in un pentolino lo zucchero con l’acqua e facendo bollire a fuoco basso fino a che lo zucchero non sia completamente sciolto.

Una volta che lo sciroppo si sarà raffreddato completamente, filtrate con un panno di cotone l’infuso di alcool e incorporatelo allo sciroppo. Mescolate bene e lasciate in un contenitore a chiusura ermetica di vetro. Avere cura di mescolare il liquore almeno una volta alla settimana e lasciar riposare al buio per 30/40 giorni. Imbottigliate e tenete in frigorifero.

01-07-2012
Scritto da: Tiziana Colombo

0 commenti su “L’estate ha il profumo del basilico , inconfondibile

  • Dom 1 Lug 2012 | Alessandra ha detto:

    Sono io che devo ringraziare te, primo per tutte le informazioni in più che ho appreso su questa pianta, secondo per il link alla mia ricetta.
    Grazie davvero e complimenti per il blog
    Alessandra

  • Dom 1 Lug 2012 | Alessandra ha detto:

    Sono io che devo ringraziarti: per tutte le informazioni i più che ho appreso e per il link alla mia ricetta.
    Grazie davvero e complimenti per il blog
    Alessandra

  • Mar 3 Lug 2012 | Italians Do Eat Better ha detto:

    Grazie per i consigli :)

  • Mer 4 Lug 2012 | simona ha detto:

    Buongiorno! quante cose interessanti in questo bel blog! ricette, consigli, spiegazioni molto utili! grazie per essere passata da me ti seguo volentieri:) buona mattina:*

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti