La carne di coniglio, un’alternativa a pollo e tacchino

carne di coniglio
Commenti: 0 - Stampa

Un approfondimento sulla carne di coniglio

La carne di coniglio fa da sempre parte della tradizione culinaria italiana. Se ben trattata, è un’ ottima carne squisita, morbida e adatta alle preparazioni più svariate: dalla cottura in umido, al ripieno, all’arrosto, fino ad arrivare al ragù. E’ anche una carne particolare, che si differenzia sotto molti aspetti dal manzo e dal suino. Innanzitutto è una carne bianca, dunque per caratteristiche biologiche può essere assimilata al pollo, al tacchino etc.

Il sapore è comunque diverso, in quanto è sia dolce che pungente, e non di rado aromatico. La carne di coniglio si caratterizza per gli eccellenti valori nutrizionali: è fonte di proteine, vitamine e sali minerali. E’ anche poco calorica, in quanto povera di grassi, infatti siamo su altri livelli rispetto al manzo e al suino.

Va detto, poi, che esistono svariate tipologie di carne di coniglio (Oryctolagus Cuniculus). La biodiversità e i metodi di allevamento incidono parecchio sul sapore e sulle caratteristiche nutrizionali. Le maggiori differenze si notano tra la carne di coniglio da allevamento intensivo e la carne di coniglio di allevamento biologico, o all’aperto. Fermo restando che, per ragioni come minimo etiche, è bene preferire l’allevamento biologico.

Le proprietà nutrizionali della carne di coniglio

Quali sono le proprietà nutrizionali della carne di coniglio? Ho già accennato alla sua qualità principale, ovvero la sua completezza. Il riferimento è in particolar modo alle proteine ad alto valore biologico, infatti un etto di coniglio (crudo) apporta 20 grammi di proteine ogni 100, una quantità rilevante per una carne bianca, che si avvicina a quella delle migliori carni rosse.

Mentre dal punto di vista delle vitamine troviamo quelle del gruppo B, presenti in buone dosi. In particolare la vitamina B1, detta anche tiamina, che previene sintomi dell’inappetenza, dell’astenia e degli spasmi muscolari. La vitamina B2, detta anche riboflavina, supporta alcune funzioni metaboliche, come quelle riguardano i tessuti muscolari.

Invece la vitamina B3, nota come niacina, è invece responsabile del buon funzionamento della circolazione sanguigna. Per quanto concerne i sali minerali, si segnalano ottime dosi di calcio, fosforo,  potassio, ferro e magnesio. Il potassio interviene in molti processi, non ultimi quelli che regolano la pressione.

Il ferro supporta la corretta ossigenazione del sangue. Il calcio, invece, impatta in maniera positiva sulle salute delle ossa, mentre il fosforo supporta le performance cognitive (memoria in primis). Come buona parte delle carni, anche quella di coniglio contiene il colesterolo, una sostanza che – se presente in grandi quantità – può provocare patologie cardiache e circolatorie anche gravi.

Tuttavia, l’apporto di colesterolo è davvero minimo, almeno rispetto alle altre carni. Siamo sui 52 mg ogni 100 grammi, una quantità molto bassa e insufficiente a provocare problemi di qualsiasi natura. Come ho già anticipato, la carne di coniglio è poco calorica, infatti un etto di carne di coniglio fornisce solo 118 kcal. Si tratta di un apporto inferiore a quello della carne di manzo (250 kcal) e di suino (240-330 kcal).

carne di coniglio

A chi fa bene questo tipo di carne?

Alla luce di ciò, la carne di coniglio può essere considerata compatibile con tutte le tipologie di diete, anche quelle dimagranti. Tanti esperti di nutrizione la consigliano e la inseriscono in tanti regimi alimentari a basso introito calorico. D’altronde i grassi ricoprono solo il 4,3%. La buona notizia è che la carne di coniglio è anche ipoallergenica ed è senza glutine, al netto delle possibili contaminazioni, che soprattutto nei circuiti industriali possono verificarsi.

Queste contaminazioni sono una dinamica abbastanza fisiologica, che viene sempre segnalata in etichetta. E’ senza lattosio, dal momento che tale sostanza è presente quasi esclusivamente nel latte di origine animale.

La carne di coniglio si caratterizza per un contenuto di nichel molto basso, se non addirittura assente. Questa caratteristica non è affatto scontata, dal momento che il nichel è presente un po’ ovunque. La carne di coniglio, in definitiva, può essere considerata uno dei pochi alimenti anti intolleranze alimentari.

Io ho inserito la carne di coniglio nella mia diet. Se non siete sicuri di seguire un’ alimentazione sana ed equilibrata è sempre meglio rivolgersi alla nutrizionista o chi vi segue .

Il consumo della carne di coniglio è consigliata anche a bambini durante lo svezzamento. Ricordo ancora che ai miei ragazzi davo l’ omogeneizzato di agnello, di coniglio e di cavallo per variare la loro dieta.

La differenza tra la carne di allevamento intensivo e all’aperto

A inizio articolo ho accennato alle differenze tra la carne di coniglio di allevamento intensivo e la carne di coniglio allevato all’aperto.E’  da preferire la seconda. La questione è anche etica, infatti i conigli allevati in maniera intensiva sono confinati in gabbie anguste, con tutti i disagi che ne possono derivare. Discorso diverso per i conigli che vivono all’aperto, che hanno un tenore di vita quasi “normale”.

La questione è però anche alimentare e nutrizionale, infatti i conigli allevati all’aperto vantano una percentuale di massa magra superiore, mentre la massa grassa è ridotta al minimo. Il grasso, poi, è quasi del tutto intramuscolare, e ciò – in genere – è considerato come un indicatore di “gusto”. Inoltre è improbabile che ai conigli, o a qualsiasi altro animale allevato all’aperto, vengano somministrati degli antibiotici per motivi di salute.

Coniglio ai finferli

Come cucinare la carne di coniglio

La carne di coniglio può essere cucinata in molti modi. Le ricette si sprecano, vista l’importanza che questo alimento ricopre nelle tradizioni gastronomiche locali. Tuttavia, a prescindere dalla ricette e dal metodo di cottura, vi è la necessità di trattare la carne in modo da ridurre al minimo o eliminare del tutto il sapore “selvatico” che la contraddistingue.

Per inciso, il sentore selvatico è presente anche in quella di allevamento in quanto è una caratteristica del coniglio che, tra le altre cose, può appesantire i piatti dal punto di vista organolettico.

Il miglior modo per “ripulire” la carne di coniglio è procedere con una marinatura leggera. Il giorno prima, quindi, andrebbe preparato un liquido da marinatura con scalogno e un cucchiaio di aceto bianco.

Dopodiché si immerge la carne di coniglio per almeno dieci ore, o se possibile tutta la notte. Trascorso questo lasso di tempo, la carne va asciugata con delicatezza con della semplice carta assorbente. Adottati questi accorgimenti, la carne è pronta per essere cucinata secondo la ricetta che avete in mente. I metodi sono numerosi, tra cui citiamo il metodo in umido, l’arrosto, alla cacciatora, in padella e al forno con patate.

5/5 (1 Recensione)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Coulibiac di salmone

Coulibiac di salmone, una meraviglia della cucina russa

Coulibiac di salmone, una torta salata di origine russa Il coulibiac di salmone è un'istituzione in Russia e nei paesi limitrofi. Infatti è uno dei piatti tipici più antichi. Si narra che sia...

Olio al basilico

Olio al basilico, un condimento aromatizzato speciale

Olio al basilico, dove e come utilizzarlo L’olio al basilico è un’idea spettacolare per un condimento che sappia valorizzare i piatti. Incarna alla perfezione lo spirito della cucina italiana,...

colazione per i bambini

La colazione per i bambini che rientrano a...

Il rientro a scuola dalle vacanze, un momento stressante Il rientro a scuola dopo le vacanze estive prevede una sana colazione adeguata per i bambini, soprattutto dopo un periodo di vacanze molto...

Pasta di lenticchie con formaggio vegano

Pasta di lenticchie con Ceciotta, un primo unico

Pasta di lenticchie con Ceciotta, una delicata combinazione di sapori La pasta di lenticchie con Ceciotta e funghi è una buona idea per un primo fuori dall’ordinario, sia per gli alimenti in...

Patate rosse con pancetta

Patate rosse con pancetta, un piatto equilibrato

Patate rosse con pancetta, uno splendido abbinamento Le patate rosse con pancetta sono il classico contorno ricco di sapore e nutrimento. Ovviamente, non stiamo parlando di un piatto dietetico,...

pasta con pesto di portulaca

Pasta con pesto di portulaca, un piatto rustico...

Pasta con pesto di portulaca, il segreto sta nel condimento Sono molto affezionata alla ricetta della pasta con pesto di portulaca e l'ho voluta realizzare in occasione della rubrica "Erbe e fiori...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


08-09-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti