Spezzatino di coniglio alle mele per il mio pranzo

spezzatino di coniglio
Stampa

Lo spezzatino di coniglio alle mele: un secondo da non perdere!

Questo spezzatino di coniglio alle mele rappresenta un pasto completo: basta abbinarlo ad una teglia di verdure (patate, melanzane e peperoni) per fornire al nostro organismo tutto quello di cui ha bisogno! Anche in questo caso, abbiamo a che fare con un piatto molto particolare, dal sapore unico e inconfondibile. In molti la definirebbero un’esperienza culinaria di classe e, sinceramente, lo penso anche io!

Non è difficile da preparare e ci offre tanta energia e nutrimento, tanto gusto e soddisfazione. Si tratta di un secondo che accontenta persino i palati più esigenti e che non vi pentirete di aver portato in tavola… Anzi, probabilmente, non vedrete l’ora di farlo di nuovo! Scopriamo il perché e come prepararlo…

Le peculiarità degli alimenti scelti

La carne di coniglio presenta un contenuto di colesterolo inferiore rispetto alla carne di altre specie e per questo si rivela più leggera e la preferita di molte persone. Presenta invece una buona concentrazione di fosforo, potassio e magnesio, mentre calcio, ferro e sodio sono presenti in quantità limitate. La scarsità di sodio, rende questa carne particolarmente indicata per gli individui affetti da ipertensione, che devono ricorrere a diete iposodiche.

Per quanto concerne la presenza di vitamine, rispetto alle altre carni, lo spezzatino di coniglio alle mele propone un contenuto minore di riboflavina e biotina, uguale o superiore di niacina e decisamente più elevato di vitamina B12, mentre per le restanti vitamine non si differenzia dalle altre tipologie di carne, senza contare l’apporto vitaminico proposto dagli altri ingredienti della ricetta e dal contorno che sceglierete di abbinarci.

Personalmente, preparo questo spezzatino con una ricetta grazie alla quale accontento tutta la tribù! Forse questa ricetta ricorda bei momenti… Una cosa è certa: quando voglio i complimenti con questo piatto vado a colpo sicuro!!!

In tavola con il nostro spezzatino di coniglio alle mele

Ingredienti per 4 persone:

  • un coniglio di circa 1,5 kg
  • 1/ bicchiere di aceto di riso
  • q.b. olio extravergine d’oliva
  • 1 scalogno
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 mele verdi
  • 1 bicchierino di sidro di mele artigianale
  • 200 g di panna delattosata
  • q.b. sale.

Preparazione:

Per preparare lo spezzatino di coniglio alle mele, iniziate tagliando a pezzi regolari il coniglio. Lavateli con acqua e aceto, asciugateli con carta assorbente. In una larga casseruola versate 2 cucchiai di olio, unitevi la cipolla affettata e l’aglio, fateli rosolare e poi estraeteli con un mestolo forato, eliminate l’aglio e tenete da parte la cipolla.

Sistemate nella casseruola i pezzi di carne, fateli ben dorare da tutte le parti e quindi estraete anch’essi e teneteli in caldo. Sempre nella stessa casseruola, fate dorare le mele mondate e tagliate a tocchetti, poi toglietele dalla casseruola. Unite un bicchierino di sidro al fondo di cottura e, dopo po­chi minuti, rimettete nella cas­seruola le cipolle e i pezzi di coniglio e mescolate.

Salate, pepate, coprite la casseruola e cuocete a fiamma bassa per una decina di minu­ti. Trascorso questo tempo, ag­giungete le mele e la panna, e completate la cottura per altri 10 minuti circa. Infine, regolate di sa­le. Ser­vite il vostro spezzatino di coniglio alle mele ben caldo e gustatelo con soddisfazione!

CONDIVIDI SU

Nota per l’intolleranza al nichel

Basso contenuto di nichel. Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


26-12-2010
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti