Insalata di zucchine crude, un’idea singolare e squisita

Insalata di zucchine crude
Commenti: 2 - Stampa

Insalata di zucchine crude, un contorno sfizioso

La ricetta dell’insalata di zucchine crude è una ricetta sui generis, anche perché è realizzata con le zucchine “al naturale”, non sottoposte a cottura. L’immaginario collettivo suggerisce la necessità di cuocerle sempre e comunque. In realtà è possibile farlo, ma solo a una condizione, ossia che siano freschissime. Anzi, in questa versione regalano molte soddisfazioni dal punto di vista organolettico, senza contare la texture più croccante, che rende più gradevole l’insalata al palato.

Per il resto, stiamo pur sempre parlando di zucchine, dunque di ortaggi buoni, versatili e dalle eccellenti proprietà nutrizionali. In primis sono quasi del tutto prive di grassi, il ché incide favorevolmente sull’apporto calorico, che si attesta sulle 10 kcal ogni 100 grammi, praticamente un record nel mondo vegetale. Sono anche ricche di vitamina C, che rafforza il sistema immunitario, e di antiossidanti, che agiscono in funzione anticancro. Apportano inoltre potassio, magnesio, calcio e acido folico. Le zucchine, poi, contengono grandi dosi di acqua e di fibre, che disintossicano e depurano, sostenendo i processi digestivi e aiutando a risolvere i casi più lievi di stipsi.

Le principali proprietà del lattughino

Il lattughino, utilizzato nell’insalata di zucchine crude, non ha molto a che vedere con la lattuga vera e propria. Infatti fa parte di una famiglia diversa, per la precisione della famiglia delle “composite”. E’ riconoscibile a prima vista, anche perché la sua forma ricorda quella della quercia. Il colore è tendente al chiaro, ma spesso anche al verde brillante. Il sapore è molto particolare in quanto mantiene una dolcezza intrinseca e, allo stesso tempo, regala sentori capaci di rievocare la nocciola. Per questo motivo è molto apprezzato soprattutto in abbinamento a ingredienti dal sapore tenue, come le zucchine.

Insalata di zucchine crude

Per quanto concerne le proprietà nutrizionali, il lattughino si difende molto bene. Come la maggior parte delle verdure a foglia larga, si caratterizza per le buone concentrazioni di vitamina C e per una presenza tutt’altro che trascurabile di vitamina A. Inoltre contiene sali minerali, come il potassio e il calcio. Il lattughino è altresì ricco di acqua e di fibre, quindi è anche un digestivo e un analgesico, quasi come se fosse una spezia. L’apporto calorico, come da tradizione per le verdure a foglia larga, è molto basso.

L’approcio vegetariano

Vorrei spendere qualche parola anche per l’approccio vegetariano. Si tratta in realtà di un approccio, nonché uno stile di vita, sempre più diffuso e in grado di regalare molte soddisfazioni. Soddisfazioni etiche, certo, dal momento che consente di partecipare attivamente a un modo diverso di vivere il rapporto con la natura e gli animali. Le soddisfazioni, però, sono anche gastronomiche, infatti la natura ci regala alimenti perfetti sia sotto il profilo nutrizionale che organolettico. Le possibilità sono numerose, e smentiscono il pregiudizio secondo cui le diete vegetariane sono noiose e poco varie.

Dal punto di vista salutistico, la dieta vegetariana, se condotta secondo poche e semplici regole, è completa come qualsiasi altro tipo di alimentazione. Anzi, alcuni studi suggeriscono una correlazione tra l’incidenza di alcune patologie tumorali/cardiache e l’abuso del consumo di carne. Non è nemmeno vero che seguire una dieta vegetariana salutare e soddisfacente sia davvero difficile. La percezione di “difficoltà” dipende unicamente dalle nostre abitudini, e dal fatto che siamo cresciuti seguendo uno stile alimentare onnivoro. In realtà, bastano alcuni accorgimenti per mangiare vegetariano con gusto e grande appagamento.

La maionese fa ingrassare?

La presenza delle zucchine crude non è l’unico tratto peculiare di questa insalata. Spicca, infatti, anche il condimento. Al posto del tradizionale “olio e aceto” si applica una salsina molto corposa. Essa è realizzata mescolando lo yogurt e la maionese, e condendo il tutto con il sale e il pepe. La presenza della maionese fa pensare a un’abbondanza di grassi, tale da inficiare l’apporto dei nutrienti del lattughino e delle zucchine.

E’ un timore parzialmente ingiustificato, anche perché la maionese pesa ben poco sull’intera ricetta. Basti pensare che sono sufficienti 40 grammi di maionese per condire ben quattro porzioni di insalata, dunque 10 grammi l’uno, ossia l’equivalente di 60-70 kcal. Un prezzo più che equo per garantirsi un condimento saporito e dai sentori sui generis. Tra l’altro la maionese non è così “nociva” come si pensa. Infatti contiene oli vegetali che fanno bene all’organismo, le uova che donano nutrimenti e la senape che è ricca di acidi insaturi.

Potete anche condire con una citronette o una vinaigrette, due condimenti molto utili e saporiti per valorizzare una grande varietà di preparazioni. Sono anche semplici da realizzare, dal momento che non occorre fare altro che mescolare gli ingredienti. La partita, infatti, si gioca proprio sulla scelta degli ingredienti. Può darsi che abbiate già sentito parlare di citronette e vinaigrette, o che le abbiate assaggiate. Certo, sono ricette della tradizione francese (come suggerisce il loro nome), ma sono diffuse anche in Italia, sebbene più tra le attività di ristorazione che sulle tavole degli italiani. Ad ogni modo, può darsi che qualche volta ve le abbiano spacciate per “dressing”.

Ecco la ricetta dell’insalata di zucchine crude:

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 gr. di zucchine fresche e sode,
  • 1 cespo di lattughino,
  • 80 gr. di yogurt intero naturale consentito,
  • 40 gr. di maionese light,
  • q. b. di sale e di pepe,
  • q. b. di Parmigiano Reggiano.

Preparazione:

Per la preparazione dell’insalata di zucchine crude iniziate mettendo in una ciotola la maionese e lo yogurt. Mescolate per bene e condite con un po’ di sale e un po’ di pepe. Ora rimuovete le punte dalle zucchine, lavatele e asciugatele per bene. Dopodiché tagliatele a bastoncini molto sottili e conditele con la salsina appena realizzata. Infine fate riposare il tutto in una terrina.

Intanto lavate il lattughino in acqua e asciugatelo con delicatezza usando un telo. Poi disponete le foglie di lattughino sul fondo di ciascun piatto, poggiateci sopra le zucchine e guarnite con qualche scaglia di Parmigiano Reggiano.

5/5 (486 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

2 commenti su “Insalata di zucchine crude, un’idea singolare e squisita

  • Gio 29 Lug 2021 | Marika ha detto:

    Zucchine crude? Non le ho mai provate. Quasi quasi le preparo per pranzo e sento che mi dicono. Spero che apprezzino

    • Gio 29 Lug 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Marika la prima volte che le ho mangiate crude hanno stupito anche me! ora ci ho fatto l’abitudine e non riesco a farne a meno nelle insalate estive.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Cetrioli allo Skyr

Cetrioli allo Skyr, un’insalatona gustosa

Cetrioli allo Skyr, colore e gusto per un’insalata corposa I cetrioli allo Skyr sono un'insalata molto corposa, che si caratterizza per un sapore composito e per la presenza di molti alimenti...

Insalata di fiori ed erbe con Skyr

Insalata di fiori ed erbe con Skyr, un...

Insalata di fiori, un’idea davvero particolare L’insalata di fiori ed erbe con Skyr è un’idea particolare e solo a primo acchito bizzarra, per un contorno fuori dal comune che premia gusto e...

Insalata di spinaci

Insalata di spinaci, un contorno completo

Insalata di spinaci, una particolare selezione di ingredienti Oggi vi presento una particolare variante dell’insalata agli spinaci, una ricetta che si completa con un'emulsione squisita e...

Bowl con avocado e fiocchi di latte

Poke Bowl con avocado e fiocchi di latte,...

Poke Bowl con avocado e fiocchi di latte, una lista creativa di ingredienti La poke bowl con avocado, edamame e fiocchi di latte è un'insalata molto corposa, che spicca per l’abbondanza di colori...

Insalata estiva con uova sode

Insalata estiva con uova sode, un contorno iper-proteico

Insalata estiva con uova sode, un contorno tra il dolce e il salato L’insalata estiva con uova sode è un contorno che spicca in primis per l’impatto visivo. La lista degli ingredienti,...

Insalata di mele e sedano

Insalata di mele e sedano, una meraviglia agrodolce

Insalata di mele e sedano, l’abbinamento che non ti aspetti L’insalata di mele e sedano si inserisce sul solco delle insalate “agrodolci”, che si caratterizzano per degli abbinamenti...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


13-07-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti