Panna cotta con cardamomo e pere, un dolce aromatico

Panna cotta con cardamomo e pere
Commenti: 0 - Stampa

Panna cotta con cardamomo, pere e cannella, un ottimo dessert

La panna cotta con cardamomo, pere e cannella non è una panna cotta come le altre. Lo potete notare dalla foto, che rivela un impatto visivo straordinario e di grande effetto per un dessert che non deve essere solo buono, ma anche bello da vedere. La ricetta è molto particolare anche perché si avvale della presenza di ingredienti insoliti per le preparazioni di questo tipo. Il riferimento è chiaramente al cardamomo e alla cannella, di cui parlerò nei prossimi paragrafi. Un altro elemento da sottolineare è la totale assenza di lattosio.

Questa panna cotta è, infatti, priva di lattosio in quanto sia la panna che il latte sono delattosati. Non è un elemento di poco conto, dal momento che sono decine di milioni gli intolleranti al lattosio in Italia. La rimozione di questa sostanza, va detto, non procede da una qualche metodica chimica o industriale. Molto banalmente, si applica alla materia prima l’enzima lattasi, in modo da innescare una reazione naturale che avviene nell’intestino delle persone non affette da intolleranza, ossia la scissione del lattosio in galattosio e glucosio. Tra l’altro, tale reazione chimica non incide in alcun modo sul sapore. Il latte e i suoi derivati privati del lattosio sono identici agli analoghi con lattosio.

Cannella e cardamomo, due spezie preziose e salutari

Una delle particolarità di questa panna cotta con cardamomo è l’abbondante presenza di spezie, nello specifico del cardamomo e della cannella. Esse giocano un ruolo diverso, anche perché intervengono in momenti diversi. Il cardamomo viene inserito quasi subito, ovvero nella fase di cottura della panna. La cannella, invece, viene integrata quasi alla fine, quando si prepara la decorazione finale. Tra parentesi, la decorazione è leggermente elaborata in quanto prevede una “quasi” cottura della pera. Ad ogni modo, entrambe le spezie concorrono a rendere questa panna cotta speciale, conferendo più gusto e soprattutto un tocco di originalità.

Tra l’altro, la cannella e il cardamomo fanno anche bene alla salute. Il cardamomo, per esempio, aiuta la digestione, è un moderato lassativo e lenisce i sintomi del mal di stomaco. Gli vengono riconosciute anche blande capacità antinfiammatorie, soprattutto in caso di tosse, influenza e raffreddore. Infine, è un acceleratore del metabolismo. Per quanto riguarda la cannella si segnala un’abbondanza superiore alla media di antiossidanti, sostanze che fanno bene all’apparato cardiocircolatorio, combattono l’azione dei radicali liberi, contrastano l’invecchiamento cellulare e agiscono in funzione anti-tumorale.

Panna cotta con cardamomo e pere

Tutti i benefici delle pere abate e le loro proprietà nutritive

Le pere rappresentano il tocco finale di questa panna cotta senza lattosio con cardamomo. Queste vengono ammorbidite in padella insieme allo zucchero e alla cannella, e poste infine sulla panna cotta. In linea teorica, possono andare bene tutte le varietà di pera, ma io consiglio le pere di tipo Abate, che spiccano per la polpa soda in grado di resistere alle elevate temperature. Le pere Abate sono coltivate soprattutto in Emilia Romagna e si distinguono per la forma allungata e per il colore tra l’ocra e il verde pallido. Nonostante la polpa sia soda, sono anche molto succose. Vengono consumate spesso crude, semplicemente come qualsiasi altro frutto, ma possono fungere da ingrediente per dolci e dessert (come in questo caso), ma anche per risotti e altri piatti salati.

Le pere Abate si caratterizzano per un elevato valore biologico, come qualsiasi altra varietà di pera. Il riferimento è all’apporto di vitamine e sali minerali, e alla presenza abbondantissima di fibre che aiutano a regolare il nostro intestino. Nelle pere Abate sono anche presenti la vitamina A, B, C, D, il potassio, il fosforo e il ferro. Le pere sono moderatamente disintossicanti, inoltre esercitano una funzione depurativa e blandamente lassativa, soprattutto se lessate.

Ecco la ricetta della panna cotta con cardamomo, pere e cannella:

Ingredienti per 10 panne cotte:

  • 500 gr. di panna consentita;
  • 250 gr. di latte consentito;
  • 12 gr. di colla di pesce + 60 gr. di acqua;
  • 6 semi di cardamomo aperti;
  • 50 gr. di sciroppo di agave;
  • 2 gr. di sale fino;
  • 400 gr. di pere abate a cubetti;
  • 50 gr. di zucchero di canna;
  • 1 gr. di cannella in polvere.

Preparazione:

Per la preparazione della panna cotta con cardamomo e pere iniziate ammollando la gelatina nell’acqua, poi scioglietela al microonde. Inserite in un pentolino tutti gli ingredienti eccetto la cannella, lo zucchero di canna e le pere abate, poi accendete il fuoco e portate ad ebollizione. Spegnete la fiamma e lasciate in infusione per 20 minuti in modo da consentire la completa estrazione di aromi e sostanze nutritive, poi filtrate per eliminare i semi di cardamomo. A questo punto aggiungete la gelatina. Poi versate la panna cotta nei bicchieri di portata e fate addensare. Riscaldate in una padella le pere con la cannella e lo zucchero fino a quando non saranno diventate morbide. Adagiate il composto di pere sulla panna cotta e decorate con fette di pera disposte a ventaglio.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Brandani Gift Group

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Torta a strati della Befana

Torta a strati della Befana con caramelle

Auguriamoci buone feste con la torta a strati della befana! Questa torta a strati della befana è una meravigliosa ondata di zuccheri ed allegria. Già a vederla si scatena l’acquolina in bocca,...

Strudel della befana

Strudel della befana, quando la calza si fa...

Strudel della befana, un’idea simpatica per grandi e piccini Lo strudel della befana è un’idea creativa per festeggiare l’Epifania. E’ una pietanza riservata ai piccini, ovviamente, ma può...

Casetta di pan di zenzero

Casetta di pan di zenzero, un dolcetto quasi...

Casetta di pan di zenzero, un dolce per la Befana La casetta di pan di zenzero è un dolce davvero particolare. Per capirlo è sufficiente dare un’occhiata alla foto: si tratta, infatti, di una...

Cheesecake alla melagrana

Cheesecake alla melagrana, gusto e colore a tavola

Cheesecake alla melagrana, una rivisitazione del classico dolce anglosassone La cheesecake alla melagrana è una variante leggermente diversa della classica cheesecake, dolce di origine anglosassone...

Hamburger di zampone

Hamburger di zampone, Capodanno in stile street food

Hamburger di zampone, un’idea simpatica L'hamburger di zampone è un idea sfiziosa per un capodanno diverso dal solito. Potrebbe essere considerato come un piatto capace di coniugare la tradizione...

Bocconcini di polenta con cotechino

Bocconcini di polenta con cotechino, antipasto sfizioso

Bocconcini di polenta con cotechino, creatività e  tradizione I bocconcini di polenta con cotechino e lenticchie sono un’idea sfiziosa per un antipasto diverso dal solito. Il pane, utilizzato in...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


04-01-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti