Torta salata con tonno e pesto, ricetta gustosa

Torta salata con tonno e pesto
Commenti: 0 - Stampa

Torta salata con tonno e pesto, un break all’insegna del gusto

La Torta salata con tonno e pesto è una ricetta che coniuga genuinità e gusto. E’ sufficiente dare un’occhiata alla lista degli ingredienti per capirlo. Certo, sono presenti il tonno e le acciughe, ma anche tante verdure: cavolfiori, finocchi, patate e porri. Tutti alimenti in grado di valorizzarsi l’un l’altro e conferire gusto senza appesantire. Il procedimento è molto semplice, quasi banale, e la cottura è facile da gestire. Infatti, si tratta di creare due composti. Il primo è più cremoso e consiste in una salsa alle acciughe. Il secondo è più corposo ed è realizzato con il tonno, il presto e le verdure passate in padella.

Le verdure vanno distribuite in entrambi i preparati. Inoltre la ricetta non richiede una cottura vera e propria, infatti tutte le verdure impiegate possono essere consumate crude, mentre il tonno sott’olio è già pronto per essere consumato. I due composti vanno poi utilizzati per farcire la pasta sfoglia, che verrà ben stesa sulla teglia. Il passaggio al forno è breve, e dura il tempo necessario affinché la sfoglia si cuocia. Siamo di fronte, dunque, a una ricetta pronta in pochi minuti, il classico esempio di minimo sforzo con la massima resa.

Il contributo del tonno e delle acciughe

La Torta salata con tonno e pesto è essenzialmente una torta di verdure, d’altronde è ricca di alimenti di origine vegetale. Tuttavia, non manca l’elemento di carne, anzi di pesce. Nello specifico, la lista degli ingredienti comprende il tonno e le acciughe, che rappresentano un ingrediente importante nei due composti. Per l’occasione consiglio di utilizzare il tonno sott’olio e le acciughe dissalate. Il primo è già cotto, dunque pronto per essere integrato nella ricetta. Le acciughe, invece, necessitano di un breve tempo di cottura, che in ogni caso non è mai troppo lungo in quanto tendono a sfaldarsi in fretta.

Torta salata con tonno e pesto

Tonno e acciughe sono due specie ittiche molto diverse tra loro, ma hanno molto in comune. Non sono simili in termini di gusto, quanto per le loro proprietà nutrizionali. Entrambi, infatti, sono una buona fonte di proteine, tale da non far rimpiangere le più apprezzate carni rosse. Allo stesso modo contengono gli acidi grassi omega tre, che giovano alla salute del cuore, della vista e del sistema nervoso centrale. Anche l’apporto di sali minerali è simile. Entrambi contengono selenio e fosforo, che esercitano funzioni antiossidanti e migliorano le prestazioni cognitive.

Come preparare il pesto?

Un altro ingrediente che ricopre un ruolo importante nella Torta salata con tonno è il pesto. Per la precisione sto parlando del classico pesto alla genovese, realizzato con il basilico. Si tratta di uno dei condimenti più amati dagli italiani, in grado di arricchire paste e primi piatti in genere. Nella fattispecie di questa ricetta il pesto va mescolato con il tonno e con le verdure, in modo da realizzare una crema molto densa e dal gusto marcato ed equilibrato. L’aroma di basilico emanato dal pesto, infatti, è in grado di valorizzare quello più corposo e lineare del tonno.

La ricetta del pesto è molto semplice e quasi banale. Non è un caso che sia uno dei condimenti più frequentemente preparati in ambito domestico. Qui trovate una ricetta completa e qualche curiosità su questo tipo di preparazione. Ad ogni modo per preparare il pesto è sufficiente pestare in un mortaio il basilico, l’aglio, i pinoli, il sale e l’olio (da aggiungere gradualmente anche in seguito). Lo scopo è quello di ottenere una crema dal brillante colore verde e dal carattere aromatico. Alla fine si aggiunge il formaggio grattugiato e si mescola.

Ecco la ricetta della Torta salata con tonno e pesto:

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia consentita,
  • un cavolfiore, un finocchio, una patata e un porro,
  • 150 gr. di tonno sott’olio ben scolato,
  • 100 gr. di pesto di basilico,
  • 2 acciughe dissalate,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 50 gr. di olive nere denocciolate,
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva,
  • q. b. di sale.

Preparazione:

Per la preparazione della Torta salata con tonno e pesto iniziate lavando con cura le patate, poi pelatele e fatele a dadini. Ora lavate i finocchi e tagliateli a pezzi piccoli, fate lo stesso con il cavolfiore e il porro. Intanto ungete una padella antiaderente con un po’ di olio e rosolateci l’aglio e le acciughe fino a quanto queste ultime non si saranno sfaldate. Ora unite un po’ di verdure, salate e cuocete per 10 minuti.

In una ciotola a parte unite il pesto, un altro po’ di verdure e il tonno. Mescolate con delicatezza fino a ricavare un composto il più possibile uniforme e regolate con un po’ di sale. Ora non vi rimane che comporre la torta. Stendete la pasta sfoglia su una carta da forno, riempitela con il composto alle acciughe e con il composto al pesto e tonno. Unite anche le olive e cuocete al forno, preriscaldato a 180 gradi, per 35 minuti. Servite la torta salata calda e buon appetito

5/5 (470 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Tacos con speck e funghi

Tacos con speck e funghi, un fast food...

Tacos con speck e funghi, quando la tradizione messicana incontra i sapori mediterranei I tacos con speck e funghi rappresentano l’unione tra la tradizione messicana e quella italiana. I tacos...

Coulibiac di salmone

Coulibiac di salmone, una meraviglia della cucina russa

Coulibiac di salmone, una torta salata di origine russa Il coulibiac di salmone è un'istituzione in Russia e nei paesi limitrofi. Infatti è uno dei piatti tipici più antichi. Si narra che sia...

samosa

I samosa, un gradevole esempio di rosticceria indiana

I samosa, la cucina indiana che non ti aspetti I samosa sono degli antipasti tipici della cucina indiana, assimilabili ai nostri pezzi di rosticceria. Sono esponenti di un volto poco conosciuto...

Focaccia con filetto di maiale tonnato

Focaccia con filetto di maiale tonnato per intenditori

Focaccia con filetto di maiale tonnato, una sofisticata combinazione di sapori La focaccia con filetto di maiale tonnato, pomodorini gialli e puntarelle può essere considerata, a secondo degli usi,...

Tacos vegetariani

Tacos vegetariani, variante per chi non ama la...

Tacos vegetariani, una lista di ingredienti perfetta Il concetto stesso di tacos vegetariani potrebbe far storcere il naso a molti, soprattutto agli amanti della cucina messicana. D’altronde, i...

Millefoglie di tortillas con pollo

Millefoglie di tortillas con pollo e peperoni, una...

Millefoglie di tortillas con pollo e peperoni, un’idea geniale e gustosa La millefoglie di tortillas è un modo alternativo per valorizzare le celebri tortillas messicane. D’altronde, lo si...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


16-10-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti