bg header
logo_print

Pasta e patate con provola e pancetta, un primo rustico

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Pasta e patate con provola e pancetta
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 15 min
cottura
Cottura: 00 ore 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4.6/5 (9 Recensioni)

Pasta e patate con provola e pancetta, un primo davvero delizioso

La pasta e patate con provola e pancetta è un primo piatto rustico di carattere popolare, che delizia la vista e il palato. E’ semplicemente squisito, d’altronde sono presenti in contemporanea le patate, la pancetta e la provola. E’ anche una ricetta semplice, l’unico elemento di difficoltà riguarda la cottura della pasta. Questa non segue i canoni tradizionali, ossia non viene preparata a parte e successivamente aggiunta al condimento, piuttosto viene cotta nel condimento stesso. Per l’occasione è opportuno utilizzare un tipo di pasta corta, se possibile le pipe.

Per quanto concerne la tipologia di patate, avete ampio margine di discrezione. Se volete un primo molto cremoso, dovreste optare per le patate bianche, che si caratterizzano per una consistenza farinosa e ricca di amido. Se invece desiderate un condimento più corposo e al dente, optate per le patate a pasta gialla. Queste ultime sopportano molto meglio le elevate temperature, non si sfaldano e conservano una buona consistenza. In quanto a proprietà nutrizionali e apporto calorico le due varietà non differiscono di molto, infatti sono entrambe ricche di carboidrati, vitamine e sali minerali.

Ricetta pasta e patate con provola e pancetta:

Preparazione pasta e patate

  • Per la preparazione della pasta e patate con pancetta iniziate facendo la provola a dadini. Poi lavate le verdure per il soffritto, sbucciatele e tagliatele a pezzi piccoli.
  • Ora sbucciate le patate e fatele a cubetti, infine tagliate la pancetta a dadini. Mi raccomando, la pancetta e le patate devono avere più o meno le stesse dimensioni.
  • Soffriggete le verdure in un po’ di olio extravergine d’oliva e unite la pancetta.
  • Non appena la pancetta sarà rosolata, unite anche le patate. Integrate un bicchiere d’acqua, poi versate la pasta e cuocetela mescolando spesso.
  • Aggiungete altra acqua man mano che viene assorbita, fino a quando la pasta non sarà cotta.
  • Terminata la cottura, spegnete il fuoco e mantecate con il formaggio grattugiato, la provola e 3 cucchiai di olio extravergine di oliva. Servite il piatto caldo e buon appetito.

Ingredienti pasta e patate

  • 300 gr. di pipe o pasta corta consentita
  • 3 patate
  • 100 gr. di pancetta
  • mix per soffritto (carota; sedano e cipolla)
  • 100 gr. di provola
  • 40 gr. di Grana Padano
  • q. b. di olio extravergine di oliva.

La pancetta fa male?

Alcuni potrebbero storcere il naso di fronte alla presenza della pancetta nella pasta e patate con provola. Attorno a questo alimento non aleggia una buona fama, e sono molti i pregiudizi che ruotano attorno ad esso. In primo luogo quello secondo cui farebbe male alla salute, il riferimento è all’apporto di grassi. In effetti i grassi sono rilevanti, tuttavia è sufficiente farne un uso moderato e non esagerare con le dosi, in questo modo potete gustare la pancetta senza troppi patemi d’animo. Per questa ricetta, per esempio, bastano 100 grammi di pancetta per ben 4 porzioni. 

Pasta e patate con provola e pancetta

Inoltre la pancetta è comunque una buona fonte di proteine: un etto ne apporta ben 21 grammi, in linea con gli altri tagli del maiale. Contiene anche buone quantità di sali minerali, e in particolare di potassio e di calcio. La pancetta, inoltre, contiene molto sodio, quindi è bene ridurre al minimo il sale quando si integra la pancetta in una ricetta. In questo caso, infatti, non viene utilizzato il sale nemmeno per cuocere la pasta, dunque potete stare tranquilli. Per inciso l’apporto calorico della pancetta è variabile, e cambia in base alla quantità di grasso. In genere varia da un minimo di 300 kcal a un massimo di 450 kcal.

Le insospettabili proprietà nutrizionali della provola

Un altro notevole ingrediente presente nella pasta e patate con pancetta è la provola. E’ un formaggio a pasta filata (a stagionatura breve) tra i più apprezzati e consumati. E’ un formaggio abbastanza calorico: un etto di provola garantisce 260 kcal, una cifra superiore alla maggior parte dei formaggi della medesima categoria. Tuttavia la provola, per quanto possa sembrare strano, si difende bene dal punto di vista nutrizionale. Il riferimento è in particolare all’apporto di proteine, che non sfigura rispetto ai formaggi più stagionati: un etto di provola fornisce ben 22 grammi di proteine. I grassi sono ben presenti, ma in quantità comunque accettabili, nello specifico rappresentano il 19% della sua struttura.

Infine ricco è l’apporto di sali minerali, infatti si segnalano buone concentrazioni di zinco, ferro, fosforo, potassio e soprattutto calcio. Questo minerale, come sicuramente saprete, è fondamentale per garantire una buona salute delle ossa. In quanto prodotto di origine animale, la provola è ricca di vitamine del gruppo B e vitamina E, che esercita un’importante funzione antiossidante.

La provola, un formaggio sottovalutato

Vale la pena parlare della provola, che è tra i protagonisti di questa gustosa pasta e patate. Tanto per cominciare il suo impiego è molto semplice, infatti la provola funge da elemento di mantecatura. A fine cottura, quando la pasta è ancora molto calda, la provola va inserita tagliata a cubetti piccoli. Poi si da una bella mescolata e il gioco è fatto, la pasta acquisirà una consistenza cremosa e a tratti filante. La pasta assorbe anche tutta la dolcezza e le note di latte della provola, diventando ancora più saporita.

La provola è considerata un formaggio di serie B, ossia poco pregiato rispetto ai prodotti caseari più celebri. Tuttavia, merita un certo apprezzamento per il ruolo che gioca nella veste di companatico e condimento. La sua consistenza morbida e molto sensibile al calore, la rende molto versatile e gustosa al palato.

Il profilo nutrizionale della provola, inoltre, non lascia a desiderare. Anche rispetto ad altri formaggi più noti vanta un buon apporto di nutrienti. Il riferimento è alle proteine, che raggiungono i 21 grammi per etto (più della ricotta per intenderci). Non manca ovviamente il calcio, che è il tratto distintivo del latte e dei suoi derivati. Per quanto concerne l’apporto calorico siamo al livello degli altri formaggi della medesima categoria: 260 kcal per 100 grammi.

Una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari?

A questo punto è lecito chiedersi: la pasta e patate con provola e pancetta è una ricetta sicura per chi soffre di intolleranze alimentari? Di base no, in quanto contiene alimenti ricchi di glutine e lattosio. Tuttavia la soluzione è dietro l’angolo, basta effettuare le giuste sostituzioni.

La pasta, infatti, può essere sostituita con un formato di pasta realizzata con farine alternative. In genere la pasta per celiaci più fedele allo standard è quella a base di farine di riso e di mais. Nessuno vi vieta, tuttavia, di optare per soluzioni più creative come quella a base di farina di grano saraceno, teff, fonio e sorgo.

Per quanto concerne gli intolleranti al lattosio, i problemi principali sono proprio dati dalla provola. E’ presente anche il Grana, che però è lactose-free in quanto la stagionatura degrada il lattosio.

Anche in questo caso è sufficiente sostituire la provola con una versione delattosata. Nei supermercati se ne trovano facilmente, ma state attenti alla qualità. Solo le provole lactose-free di alta qualità presentano un sapore paragonabile a quello del prodotto originale, per quanto si ravvisi sempre una leggera nota dolce.

FAQ sulla pasta e patate

Quante calorie ha un piatto di pasta e patate?

Un primo piatto di pasta e patate viaggia sulle 500 kcal per 100 grammi. Un valore abbastanza alto in quanto è composto da ben due fonti di carboidrati. L’apporto calorico aumenta se si aggiungono altri condimenti, come accade in questo caso.

Quale formaggio è simile alla provola?

Nel caso in cui la provola non incontrasse il vostro gusto, potete sostituirla con la scamorza semplice non affumicata. In alternativa potete utilizzare il formaggio Asiago, simile per consistenza ma un po’ meno per il gusto. In genere vanno bene tutti i formaggi a pasta semicotta e poco stagionati.

Che differenza c’è tra guanciale e pancetta?

Il guanciale è ricavato dalla guancia, mentre la pancetta dalla pancia. Per quanto concerne il sapore il guanciale è sapido, mentre la pancetta è un po’ più dolce.

Ricette con pancetta ne abbiamo? Certo che si!

4.6/5 (9 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Risotto alla malva

Risotto alla malva, un primo piatto aromatico e...

Quale riso scegliere? Per quanto concerne il risotto alla malva vi consiglio di andare sul sicuro utilizzando il riso Carnaroli. E’ la varietà più comunemente usata per il risotto, in quanto è...

Shirataki con verdure e salsa teriyaki

Shirataki con verdure e salsa teriyaki, un piatto...

Cosa sapere sugli shirataki I protagonisti di questa ricetta sono gli shirataki, un tipo di pasta molto consumato in Giappone ma considerata una rarità dalle nostre parti. Gli shirataki si...

Gamberoni in guazzetto

Gamberoni in guazzetto, una raffinata ricetta di mare

I gamberoni, dei crostacei davvero speciali Tra gli ingredienti di spicco della ricetta del guazzetto troviamo i gamberoni. Rispetto ai gamberi propriamente detti si caratterizzano per le dimensioni...